attrezzi per potatura

Attrezzi per potatura

Tutti i lavori agricoli e da giardino richiedono degli attrezzi adatti. Gli utensili facilitano, infatti, le operazioni colturali ed evitano danni alle piante, ma anche ai coltivatori. Quando si parla di pratiche colturali ci si riferisce, in particolare, alla potatura: tecnica che consiste nel tagliare totalmente o parzialmente rami e parti vegetali che si presentano improduttive, secche o danneggiate. Le operazioni di taglio vanno eseguite con specifici attrezzi a lama, tra cui rientrano le forbici, le cesoie, i troncarami, lo svettatoio e il seghetto. Le forbici e le cesoie sono spesso usati come sinonimi. Si tratta di attrezzi di taglio dotati di lama affilata e di manico o impugnatura ergonomica. La differenza tra l’una e l’altra sta nella modalità di scorrimento delle lame: nelle forbici, le lame si uniscono l’una accanto all’altra a creando delle incisioni; nelle cesoie, le lame scorrono una sull’altra creando un taglio più arcuato. Le forbici e le cesoie per potatura vanno pulite e disinfettate sia prima che dopo l’uso. Prima di acquistarle ( nelle ferramenta e nei negozi di giardinaggio) è meglio verificare la qualità della lama e la presenza di lame intercambiabili da poter sostituire quando quelle usate appaiono danneggiate dalle frequenti operazioni di potatura.
attrezzipotatura


attrezzi per potatura: Altri attrezzi

I tagli di potatura vanno effettuati proteggendosi con dei guanti. Questi accessori si acquistano sempre nei negozi di giardinaggio, bricolage e nelle ferramenta. In genere, i guanti per potatura sono realizzati in materiale protettivo e antitaglio. Il tessuto di questi guanti, infatti, è in grado di resistere al passaggio errato della lama. Attenzione, però, a non fidarsi troppo: i tagli di potatura vanno effettuati in maniera netta e precisa, per evitare sbavature nel legno della pianta ( con rischio di trasmissione di malattie) e tagli imprevisti nei guanti di protezione. I troncarami sono degli attrezzi di potatura che servono a tagliare i rami più grossi. Lo svettatoio, invece, è un attrezzo molto lungo dotato di un’asta su cui è fissata una lama che consente di tagliare i rami molto alti senza dover usare la scala. Il seghetto è un attrezzo che ha una lama simile allo svettatotio, serve cioè a tagliare i rami più grossi. Questo utensile presenta però lo svantaggio di non tagliare in maniera netta e precisa, per tale motivo non viene impiegato nella potatura ma in altre operazioni di taglio che riguardano piante ormai vecchie e improduttive. Nella potatura delle siepi si ricorre, oltre alle forbici e alle cesoie, ad attrezzi meccanizzati o elettrici chiamati tagliasiepi. Tutti gli attrezzi per potatura necessitano di un’adeguata pulizia delle lame, sia prima che dopo i tagli. Le lame si possono pulire con cotone e alcool. Per evitare rischi di taglio quando non sono in uso, gli attrezzi dovrebbero avere le lame ripiegabili e dovrebbero essere dotati di fodero protettivo.



    commenti

    Nome:

    E-mail:

    Commento: