Pini per realizzare siepi

Pini da siepe: caratteristiche

I pini da siepe sono arbusti appartenenti alla famiglia delle pinaceae come l'abete, il larice e il cedro. Spesso, con il termine "pini da siepe" vengono indicati anche alcuni arbusti di cupressaceae, ed in particolare il cipresso di leyland. Con il pino vero e proprio, invece, non è possibile creare una siepe: il pino, infatti, non è adatto a questa tipologia di utilizzo a causa della sua particolare conformazione. Le caratteristiche che accomunano tutti gli alberi denominati genericamente "pini da siepe" sono la crescita veloce, il fogliame denso e fitto ed una grande resistenza a malattie e fattori climatici avversi. Con la loro chioma folta e la loro struttura solida, questi arbusti formano una barriera impenetrabile che contiene il vento, attutisce i rumori e tutela la privacy. Per questo, i pini da siepe rappresentano la soluzione ideale quando si desidera delimitare una zona, creare una recinzione o proteggere efficacemente il proprio spazio dagli agenti esterni.
Siepe realizzata con cipressi di leyland

Siepe Artificiale per Balcone Recinzione in Rotolo 1x3 mt (3mq)

Prezzo: in offerta su Amazon a: 29,97€


Pini da siepe: le specie più diffuse

Abeti del Canada I pini da siepe più diffusi appartengono a varie specie di conifere, come il larice, l'abete e il cipresso. Il larice, appartenente alla famiglia delle pineaceae, ha una forma piramidale e può raggiungere i 40 metri di altezza: le siepi realizzate con questo tipo di arbusti hanno una spiccata resistenza alle intemperie e possono essere utilizzate come barriere divisorie o frangivento. L'abete del Canada, detto anche "tsuga", è alto circa 30 metri ed ha una chioma molto fitta formata da aghi di colore verde scuro: nella variante "nana", molto usata per la creazione di siepi sia protettive che ornamentali, non supera i due metri e si fa apprezzare per la sua grande resistenza al freddo. Il cipresso di leyland è attualmente la conifera più utilizzata quando si desidera creare una siepe di pini: la sua chioma densa e compatta, infatti, garantisce una schermatura ottimale. Questo arbusto, inoltre, richiede pochissime cure e resiste bene a parassiti e malattie.

  • giardino fiorito Il giardino richiede cura e manutenzione costante, poiché le piante e i fiori devono essere seguite costantemente durante l’anno. Il giardinaggio è la tecnica che si occupa della coltivazione di piant...
  • foto potatura alberi La potatura degli alberi è un'operazione importante che richiede attenzione, precisione e informazioni corrette sul taglio da effettuare, al fine di non causare danni a quelli che sono organismi viven...
  • foto di un abbattimento E' bene ricordare che le operazioni di taglio in una pianta sono interventi compiuti su di un elemento vivo, da effettuarsi quindi nel pieno rispetto dell'albero sul quale si agisce. Inoltre è opportu...
  • foto albero Nelle operazioni di abbattimento di un albero è necessario, prima di iniziare i lavori, avere una buona conoscenza della pianta da abbattere e quindi concentrarsi sulla sua grandezza, gli anni di vita...

Vivai Le Georgiche Rosa Biedermeier

Prezzo: in offerta su Amazon a: 13,6€


Pini da siepe: coltivazione

Una regolare potatura infoltisce le siepi e le mantiene alla giusta altezza I pini da siepe si adattano a qualsiasi esposizione e attecchiscono facilmente: al momento della piantumazione, quindi, non richiedono alcun tipo di concimazione. Per realizzare la siepe occorre piantare i giovani arbusti all'inizio della primavera o all'inizio dell'autunno, collocandoli ad una distanza di almeno un metro gli uni dagli altri: questo accorgimento ha lo scopo di favorire lo sviluppo delle piante evitando disagi in fase di crescita. Una potatura accurata e regolare favorisce il rinfoltimento delle chiome e mantiene la siepe al livello desiderato, evitando una crescita eccessiva nella parte superiore. E' molto importante assicurare un buon drenaggio alle radici, poiché le conifere non tollerano i terreni troppo pesanti e umidi. L'innaffiatura deve essere abbondante solo nel primo anno dopo la messa a dimora: in questa sua prima fase di vita, la siepe deve essere irrigata ogni due o tre giorni. Successivamente, la siepe potrà provvedere autonomamente al proprio fabbisogno idrico.


Pini per realizzare siepi: Pini da siepe: malattie

Cancro del cipresso I pini da siepe sono piante molto resistenti: alcune specie, in particolare, sono raramente attaccabili da parassiti e malattie. Tuttavia, un terreno eccessivamente umido può favorire la proliferazione di agenti patogeni fungini e causare infezioni di vario tipo come il "marciume basale". Il fungo responsabile di questa patologia attacca le radici provocando un progressivo deperimento della pianta: la sua azione, agevolata da irrigazioni troppo abbondanti e frequenti, si manifesta con un graduale disseccamento del fogliame. Il "cancro del cipresso", invece, è provocato da un fungo che attacca la corteccia e i rami e interessa soprattutto le siepi composte da cipressi di leyland. In questi casi, l'unica vera difesa è rappresentata dalla prevenzione: è necessario quindi disinfettare tutti gli strumenti di lavoro ed evitare di innaffiare eccessivamente il terreno. Le sezioni infette devono essere eliminate con un'accurata potatura e poi disinfettate. Le infestazioni da acari, afidi e cocciniglia possono essere contrastate con prodotti chimici facilmente reperibili in commercio.



COMMENTI SULL' ARTICOLO