Zucca coltivazione

Coltivazione zucca: il terreno ideale

La coltivazione della zucca richiede un clima temperato: questa pianta, infatti, non tollera le temperature estreme e non sopravvive in caso di gelate o siccità. Il terreno ideale è soffice, ricco e allo stesso tempo ben drenato: prima della messa a dimora, quindi, è necessario smuovere le zolle per ammorbidirle e ripulire bene la terra da tutte le erbe infestanti. Il periodo più indicato per la semina è la primavera inoltrata, poiché la temperatura non deve essere inferiore ai 12-15 gradi. Ogni buca deve essere profonda circa 3 cm e deve distare dalle altre almeno un metro e mezzo, per garantire alle piante lo spazio necessario alla crescita e alla fruttificazione. Per ostacolare lo sviluppo delle erbacce e proteggere adeguatamente le radici è consigliabile eseguire un'operazione di pacciamatura sulle piantine giovani: questo procedimento consiste nel cospargere il terreno di paglia, legna o altro materiale. Il numero di semi da piantare in ogni buca non deve essere superiore a tre: per favorire una crescita ottimale, quando le piantine iniziano a svilupparsi è necessario intervenire per eliminare gli arbusti in eccedenza e quelli più deboli.
Piantina di zucca

Semi - Zucca da Pergola (Lagenaria longissima)

Prezzo: in offerta su Amazon a: 7,9€


Coltivazione della zucca: le cure

Zucche pronte per la raccolta Per ottenere i risultati migliori, la coltivazione della zucca deve avvenire in piena terra; questa pianta può essere coltivata anche in vaso, ma in questo caso è necessario utilizzare contenitori di grandi dimensioni e posizionarli in prossimità di una rete o di una ringhiera per offrire alle piante un adeguato sostegno. Il terreno deve essere concimato regolarmente, mescolando al terreno una buona quantità di letame maturo o di altro concime organico. La zucca richiede irrigazioni abbondanti con frequenza giornaliera: il terreno deve mantenersi fresco e umido, soprattutto durante i mesi estivi. Dopo la comparsa delle prime foglie deve essere eseguita la cimatura del tralcio principale utilizzando apposite forbici: questa operazione ha lo scopo di ostacolare l'insorgenza delle infezioni e gli attacchi dei parassiti. La raccolta dei frutti deve avvenire in autunno: solitamente, le zucche pronte per essere raccolte hanno le foglie secche e producono un caratteristico rumore di vuoto interno quando vengono colpite sulla buccia.

  • Camelia Avete idea di quante possano essere le piante da giardino? Sicuramente moltissime e tutte molto interessanti e degne di considerazione ma noi ci limiteremo ad illustrarvene alcune come l’azalea, piant...
  • begonie Questa sezione è dedicata alle piante annuali, cioè quelle il cui ciclo vitale dura un anno oppure una o due stagioni. Parleremo, tra le altre, di alcune piante molto note che troviamo nei nostri parc...
  • erica carnea L’Erica è una pianta perenne sempreverde che ha origine nell’Europa occidentale e mediterranea ed in Africa, ha dei fiori molto belli che variano a seconda della specie, per questo spesso viene utiliz...
  • bouganville buttiana A molti di noi sarà sicuramente capitato, passeggiando tranquillamente per le vie delle nostre città, di vedere e restare affascinati dagli splendidi colori della Bouganville, questa pianta così parti...

Vendita calda Grande semi fruttato Dipper zucca / piantare stagioni cortile, facile coltivazione, il trasporto libero

Prezzo: in offerta su Amazon a: 10,13€


Coltivazione della zucca: parassiti e malattie

Oidio su foglie di zucca Chi si dedica alla coltivazione della zucca può imbattersi in alcune malattie che, in mancanza di opportuni trattamenti, possono compromettere irrimediabilmente la salute della pianta. Con l'utilizzo preventivo di macerato di ortica o di felce è possibile ostacolare gli attacchi degli afidi; evitando i ristagni di umidità sulle foglie, invece, si prevengono le patologie fungine e i marciumi. La zucca è soggetta a particolari tipi di infezioni, come la muffa grigia e l'oidio. La muffa grigia è causata da un fungo parassita aerobico che infesta prevalentemente i frutti: questo agente patogeno si trasmette attraverso il vento e la pioggia installandosi sulla superficie della buccia. I ristagni di umidità ne favoriscono la proliferazione a livello superficiale, mentre lesioni e tagli della buccia agevolano la sua penetrazione nei tessuti interni. Anche l'oidio (o "mal bianco") è una patologia fungina: originata da un fungo ascomicete, attacca le foglie, i germogli e i frutti in crescita provocandone la progressiva necrosi. La lotta a queste patologie prevede l'uso di zolfo in polvere o di prodotti chimici mirati.


Zucca coltivazione: Coltivazione zucca: proprietà e utilizzi del frutto

I trattamenti cosmetici a base di zucca hanno proprietà nutrienti e antirughe La coltivazione della zucca è molto diffusa negli orti italiani: questo vegetale infatti è particolarmente richiesto, e non soltanto per i suoi molteplici utilizzi in cucina. Apprezzatissima per il suo gusto dolce e versatile e per la sua caratteristica consistenza, la zucca è l'ingrediente principale di moltissime ricette, sia dolci che salate: con la sua polpa è possibile preparare primi piatti, contorni, torte salate, marmellate, specialità dolciarie e liquori. Questo ortaggio, però, possiede anche proprietà benefiche per l'organismo: con il suo alto contenuto di acqua e fibre ed il suo ridotto apporto calorico, la zucca ha un elevato potere depurativo che facilita il drenaggio dei liquidi, la perdita di peso e la regolazione dei processi digestivi. La polpa, inoltre, ha qualità antiossidanti che ostacolano la degenerazione cellulare e ritardano i processi di invecchiamento. Per queste sue particolari proprietà, la zucca è utilizzata anche in campo cosmetico per la preparazione di maschere nutrienti, idratanti e lenitive.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO