Filosofia zen

Cos'è la filosofia zen

Per intendere a pieno la funzione e il significato di un giardino zen, bisogna prima intendere e integrare nel nostro cosciente cosa è e di cosa parla la filosofia zen in generale. Zen è una parola giapponese, che tradotta nel nostro idioma ha ben tre significati distinti, ma facilmente ricollegabili tra di loro: "pensare, riflettere, meditare". In tre parole, questo è quello che vuole insegnarci lo zen, che al contrario di come pensano molti, non è nè una religione, nè una filosofia, ma bensì una metodologia mentale e dello spirito; una metodologia adottabile da chiunque, di qualsiasi fede, di qualsiasi classe sociale o cultura. Lo zen vuole insegnarci attraverso queste 3 azioni la semplicità nella vita, un modo di vedere semplice, concreto e pratico, per riportare il nostro cosciente "qui e ora", liberandolo dai condizionamenti mentali imposti. Il modo migliore per arrivare all'essenza della vita, è in pratica seguire lo stile di vita che ebbe il Buddha dopo la sua illuminazione, e attuare la sua vita semplice e di conoscimento interiore ponendo le pratiche del maestro nel presente della nostra vita.
Buddha, il fondatore dello zen

Stone-Lite Statuetta - Buddha il giusto - resistente alla pioggia e al gelo - nero - 40 cm

Prezzo: in offerta su Amazon a: 135€


Filosofia zen e mentalità occidentale

Giardino zen La mente umana può essere suddivisa in due tipi di coscienza: una razionale e scientifica, che tiene conto solo di ciò che può essere visto e constatato. La seconda è più profonda, intuitiva, che punta al conoscimento interiore attraverso anche un equilibrio energetico. La prima è la tipica mentalità occidentale, che suddivide tutto l'ambiente intorno a noi in modo statico, quantitativo, catalogando e organizzando ogni elemento differenziandolo e distaccandolo da noi e dagli altri elementi della natura. La mentalità orientale invece si basa su una concezione del mondo dove tutto è equilibrio, e dove due termini fondamentali sono l'unità con il macro e il micro cosmo, e l'interdipendenza di tutti i fenomeni e gli elementi, dove l'uomo anch'esso è totalmente integrato; proprio in questo dettaglio interviene l'utilizzo del giardino zen. Simbolo di equilibrio esteriore con gli elementi, ha in realtà la funzione di mezzo per equilibrare in realtà noi stessi.

    Stone-Lite - Statuetta - Monaco Shaolin genuflesso - 18 cm - lavorazione dettagliata

    Prezzo: in offerta su Amazon a: 37,99€


    Simbolismo del giardino nella filosofia zen

    Correnti di ghiaia nel giardino zen Il giardino Zen, fa parte della tipologia dei giardini giapponesi. Il giardino giapponese rappresenta in miniatura paesaggi ideali, dove sussiste un'armonia perfetta e l'energia "chi" fluisce liberamente. Nei templi buddisti e shintoisti il giardino giapponese utilizzato è il giardino Zen, rappresentazione della semplicità, adatto per la contemplazione interiore e la meditazione. Le pietre e la ghiaia bianca sono gli unici elementi fondamentali del giardino Zen; di colore bianco o chiaro, nella loro semplicità rappresentano tutti gli elementi fondamentali della natura: acqua, piante e pietre. L'acqua simboleggia l'energia, poiché entrambe si adattano al proprio percorso fluendo senza impedimenti, adattandosi agli ostacoli che incontrano pur di non interrompere il cammino e arrivare al loro destino.Nei giardini zen, l'acqua e il suo flusso viene rappresentato dai "fiumi" di ghiaia, che vengono rastrellati secondo la corrente energetica che fluisce nel giardino. Le pietre poste in forma disordinata simboleggiano le piante e gli elementi mobili della natura, rappresentazione del dinamismo dell' universo.


    La naturalezza nel giardino della filosofia zen

    Giardino zen in miniatura Il giardino Zen, per quanto semplice non è però un giardino perennemente stabile. Come l'universo e il nostro animo sono in continua mutazione. Segue il ciclo delle stagioni, il fluire delle energie e, come il nostro animo e il nostro spirito, tutti i giorni necessita di attenzioni e cura. Infatti anche se i suoi elementi all'apparenza risultano "morti" e quindi non hanno bisogno di cure come le piante e i fiori di un giardino occidentale, in realtà sono come tutti gli elementi naturali ed esseri viventi che fanno parte di tutto il macrocosmo a cui apparteniamo. La sabbia tutti i giorni dev'essere rastrellata proprio come tutti i giorni, a tutte le ore, in tutti i secondi cambia il fluire delle energie. In molti giardini zen, l'acqua simbolo dell'energia che fluisce libera, non è rappresentata solo con la sabbia. In molti infatti si possono incontrare fontane zen con acqua vera, dove ruscelli e cascate definiscono il fluire della vita, e la continua evoluzione dell'animo umano. In questi casi dove è presente della vera acqua, il suo moto viene calcolato in un modo così preciso e matematico rispettando le regole del feng shui.



    • filosofia zen Il giardino zen è intimamente legato alla cultura zen giapponese, un luogo in cui si ritrova il proprio benessere circon
      visita : filosofia zen

    COMMENTI SULL' ARTICOLO