Gelsomino talea

vedi anche: Gelsomino

Caratteristiche principali

Per ottenere nuove piantine partendo dalla pianta originaria, la talea è una delle tecniche maggiormente diffuse. Si tratta di prelevare una parte del ramo o della radice, per poi collocarla in un ambiente ideale per la formazione di un nuovo apparato radicale. Per poter avere dei buoni risultati però, occorre conoscere esattamente il periodo migliore in cui intervenire, le modalità di intervento e le caratteristiche che dovrà avere la zona in cui verrà collocata la parte prelevata dalla pianta. Innanzitutto occorre precisare che non tutte le specie permettono questa tipologia di riproduzione, che se consentita risulterà molto più veloce della propagazione per seme. Tra le varie piante a disposizione per la riproduzione per talea c'è il gelsomino. Prelevando una porzione di ramo di circa 10 cm potrete ottenere uno splendido esemplare in poco tempo.
Pianta gelsomino

15 Mattoni di tufo Chiaro 37x11x11cm Blocchi per Ornamento aiuole e Giardino

Prezzo: in offerta su Amazon a: 65€


Operazioni preliminari

Tecnica moltiplicazione talea Se volete effettuare la propagazione del gelsomino per talea, dovrete iniziare tagliando la porzione di ramo semilegnoso con cesoie ben affilate e disinfettate. L'operazione andrà eseguita a fine giugno. La preparazione delle cesoie riveste un ruolo fondamentale nella buona riuscita del lavoro. Se disinfettate preventivamente con alcool limiteranno il rischio di trasmettere alla pianta virus e muffe. Il taglio dovrà presentarsi netto. La punta del ramo, una volta prelevata, andrà collocata in un vasetto preventivamente riempito con una miscela di sabbia e terriccio. La presenza di un foro sulla parte inferiore del contenitore consentirà un perfetto drenaggio dell'acqua. Prima di mettere a dimora la nuova talea occorre provvedere all'eliminazione di tutte le foglie presenti nella metà inferiore del ramo, e trattare la parte da interrare con un prodotto di ormone radicante.

  • jasminum fruticans Il gelsomino è una pianta molto bella, sempreverde, a carattere arbustivo, con la maggior parte delle specie rampicanti, che può arrivare ad un’altezza di tre-quattro metri. Il gelsomino o Jasminum, ...
  • gelsomino1 Il gelsomino è una pianta sia arbustiva che rampicante, appartenente alla famiglia delle Oleaceae. Comprende diverse specie, circa 200, prevalentemente usate a scopo ornamentale. La principale caratt...
  • Gelsomino (Jasminum officinale) Il Gelsomino officinale, detto anche gelsomino bianco, si caratterizza per essere una pianta rampicante che può arrivare ad avere anche un'estensione pari a quindici metri.Si tratta di una rampicant...
  • Gelsomino (Jasminum polyanthum) Il Gelsomino polyanthum fa parte della grande famiglia rappresentata dalle Oleacee: stiamo parlando di un genero che include un numero di specie superiore a trecento, tra cui possiamo trovare anche de...

Semillas Batlle 960070UNID - Substrato a sfere di argilla espansa, 5 l

Prezzo: in offerta su Amazon a: 17,66€


Messa a dimora

Contenitori talee Se dovete mettere a dimora più talee di gelsomino è consigliabile utilizzare una cassetta, in modo tale da poterle collocare a 7-8 cm di distanza una dall'altra. Interrate i rami per circa 3-4 cm e ponete la cassetta in un ambiente con temperatura compresa tra 12°C e 15°C. Una volta collocate le nuove talee procedete con una leggera annaffiatura, da effettuare con l'aiuto di uno spruzzino, prima di coprire la cassetta con un telo di plastica oppure di tessuto non tessuto. Piccoli fori impediranno la formazione della condensa all'interno. Ogni due giorni rimuovere completamente il telo e lasciare per qualche ora che le piantine vengano arieggiate. In quell'occasione togliere eventuali foglie secche, che potrebbero causare malattie fungine alle nuove piante. Dopo circa un anno togliere le piantine dalla cassetta e collocarle nella loro posizione definitiva.


Gelsomino talea: Vantaggi

Piante talea gelsomino Insieme alla propaggine, la talea rappresenta uno dei metodi maggiormente utilizzati per la propagazione del gelsomino. I vantaggi che questa tecnica offre sono davvero innumerevoli. Oltre alla facilità di reperire i rami infatti, la tecnica permette di ottenere nuove piante che presentano le stesse caratteristiche della pianta madre. Mentre la riproduzione per seme, poco praticata anche a causa della difficoltà di reperire la materia prima, offre la possibilità di avere nuovi ibridi della pianta che amiamo, la propagazione per talea consente di avere nuovi rampicanti con le stesse innumerevoli quantità di fiori di quella che troneggia nel nostro spazio verde. Con la moltiplicazione per talea è possibile creare un angolo particolarmente ricco di fiori e profumi, oppure completare la copertura di un pergolato o di un gazebo in brevissimo tempo.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO