Dracaena

vedi anche: Dracena

La dracaena

Dracaena è un genere di piante, appartenente alla famiglia delle Liliacaee. Comprende una quarantina di specie sempreverdi a portamento arbustivo. Originarie delle zone tropicali e sub-tropicale di Africa e Asia, per la loro facilità di coltivazione si sono molto diffuse come piante da appartamento, nelle zone a clima più mite possono essere coltivate anche all'aperto, sempre in posizione riparata. Sono apprezzate per la bellezza delle foglie, di solito sono ensiformi (a forma di sciabola con superficie appiattita, margine tagliente e acuminate all'apice) spesso sono variegate e sempre molto decorative, i fiori riuniti in pannocchie sono verdastri o giallastri, in appartamento le fioritura è estremamente rara. Il nome deriva dal greco drakaina, la femmina del drago, è probabile che questo derivi dal fatto che da una delle specie, la Dracaena draco, si estrae una sostanza resinosa e rossa dalla quale a sua volta si estrae il colorante chiamato sangue di drago.
Dracaena draco coltivata all'aperto in un orto botanico

Vivai Le Georgiche Dracaena Compacta (TRONCHETTO DELLA FELICITA') Vaso 17 cm

Prezzo: in offerta su Amazon a: 27,5€


Le specie principali di dracaena

esemplari di Dracaena fragransTra le molte specie di Dracaena ne ricordiamo alcune tra quelle più coltivate. Dracaena deremensis è originaria dell'Africa tropicale, in natura può raggiungere un'altezza di 4 metri, in vaso supera il metro. Le foglie, verde scuro con due bande longitudinali argentate, possono superare i 45 cm. Ama gli ambienti molto luminosi e l'umidità, sulle foglie andrà nebulizzata spesso dell'acqua. Dracaena draco originarie delle isole Canarie in vaso raggiunge il metro, in natura può superare i 10 metri. Le foglie sono ensiformi di un verde-azzurro sfumate di rosso lungo i margini. Dracaena fragrans è originaria della Nigeria e della Guinea, le foglie sono sessili (prive di picciolo), lunghe fino a 90 cm sono disposte a spirale attorno agli apici di rami e fusti. A questa specie appartengono i Tronchetti della felicità. Dracaena godseffiana proviene dal Congo, ha portamento arbustivo con fusti sottili e penduli dai quali si originano due tre foglie di forma ellittica. Difficilmente supera il metro di altezza. Dracaena marginata è una delle specie più facili da coltivare in appartamento, ha foglie lunghe e sottili che formano ciuffi all'estremità dei fusti.

    Vivai Le Georgiche Dracaena Fragrans Massangeana (TRONCHETTO DELLA FELICITA') Vaso 12 cm

    Prezzo: in offerta su Amazon a: 13€


    La coltivazione della dracaena

    Dracaena marginata Tutte le specie di dracaena coltivate in appartamento amano le posizioni luminose, ma non la luce diretta del sole e devono stare al riparo dalle correnti d'aria. In inverno la temperatura non deve scendere sotto i 10-12°C. In genere va rinvasata ogni due anni, in primavera, ma se dovesse presentare una crescita rapida può essere necessario farlo annualmente, queste piante amano avere spazio per le radici. Il terriccio deve essere torboso, sul fondo del vaso vanno disposti dei pezzetti di coccio per favorire il drenaggio. La dracaena ama l'umidità ma non i ristagni d'acqua, và annaffiata spesso in primavera estate, nelle altre stagioni le annaffiature vanno ridotte, per aumentare l'umidità ambientale spruzzare o nebulizzare acqua sulle foglie, si possono effettuare del lavaggi fogliari utilizzando un panno umido, i lucidanti fogliari vanno evitati. Durante l'estate la concimazione deve essere almeno settimanale, si possono utilizzare i concimi liquidi adatti a piante verdi, mescolandoli all'acqua di innaffiatura. Non necessità di potatura, le foglie secche vanno rimosse per evitare che siano veicolo di infezioni e parassiti.


    Dracaena: Malattie e avversità che possono colpire la dracaena

    Dracaena colpita da avvizzimento delle foglie L'avvizzimento delle foglie può essere provocato sia dalla troppa umidità sia, al contrario, dal terreno troppo asciutto, verificare il terreno e regolare di conseguenza l'annaffiatura, aumentandola o diminuendola. L'avvizzimento può essere provocato anche dalla temperatura troppo bassa, in questo caso la dracaena andrà spostata in un locale più caldo. La dracaena può essere attaccate da funghi, l'attacco si manifesta con la comparsa di macchie marroni sulle foglie, l'attacco fungino è favorito da alta umidità e temperatura elevata, per prevenirlo regolare l'umidita e mantenere l'ambiente areato. Le parti colpite vanno rimosse, eventualmente si possono fare dei trattamenti con prodotti a base di ditiocarbammati o benzimidazolici, da acquistare nei negozi specializzati. La cocciniglia può attaccare foglie e fusto, si riconosce per la presenza di piccole macchie brune che vengono via con l'unghia, per eliminarle si passano le foglie con un batuffolo di cotone imbevuto di acqua e alcool.



    COMMENTI SULL' ARTICOLO