Piante per interni

Un po' di storia delle piante per interni

Quelle che noi definiamo piante per interni o piante da appartamento, sono in realtà il risultato di una lunga selezione, operata dall'uomo, su numerosi modelli di piante provenienti da tutto il mondo, iniziata secoli fa. Alcune raffigurazioni, infatti, mostrano che già all'epoca dei Sumeri e degli Egizi alcuni arbusti venivano coltivati all'interno di vasi e cassette; anche i cinesi si sono dedicati alla coltivazione di piante ornamentali, così come i Giapponesi, da essi infatti abbiamo ereditato l'arte del bonsai. Ma è a partire dal 15° secolo, quando i marinai italiani, spagnoli e portoghesi cominciarono a portare in patria un gran numero di piante esotiche dall'Asia e dall'Africa, che può essere considerato il principio della coltivazione delle prime piante d'appartamento, le piante esotiche infatti dovevano essere protette dal freddo.
Pianta tropicale per interni

LED Grow Lampada per piante di Aokey per piante da interni |5 W regolabile 3 modalità & 2-Clip a livello dimmerabile lampada da scrivania con collo flessibile a 360 ° per ufficio, casa, per Indoor giardino serra per piante luce Grow luce piante lampade 2016

Prezzo: in offerta su Amazon a: 19,99€
(Risparmi 8€)


Come arredare con le piante

Arredare con le pianteNel nostro secolo le piante d'appartamento non vengono più considerate solo rari esemplari esotici ma sono ormai parte integrante dell'arredamento, che sia la nostra abitazione o il posto di lavoro. Bisogna però fare attenzione perché le piante per interni non vanno bene per tutte le stanze, bisogna infatti considerare lo spazio a disposizione, le dimensioni della stanza ma soprattutto la luce, l'umidità e la temperatura. Un altro aspetto fondamentale da tenere in considerazione è la scelta del contenitore che dovrà essere proporzionato alla pianta per conferirle stabilità. Prima di acquistare una nuova pianta, inoltre, bisognerebbe informarsi bene sulle dimensioni che la pianta potrebbe raggiungere, in modo da non avere inconvenienti sorprese. Piccoli accorgimenti per arredare al meglio potrebbero essere: se in una stanza ci sono già delle piante di grandi dimensioni sarebbe meglio non mettere altro verde nelle vicinanze, c'è il rischio di annullare completamente l'effetto decorativo; le piante piccole invece, possono essere valorizzate raggruppandole insieme in un unico vaso o ciotola.

  • Un esempio di piante da interno Le piante da interno sono molto in voga negli ultimi anni, infatti il numero delle persone che hanno in casa una pianta da accudire aumenta sempre di più di giorno in giorno. Noi vi daremo quindi degl...
  • Specie piante interno Le piante da interno, come tutte le altre piante, hanno bisogno di acqua a sufficienza per crescere e svilupparsi. L'assenza di precipitazioni naturali rende il lavoro dell'annaffiatura completamente ...
  • Fiore pachira Il terreno ideale per la pachira deve trattenere l'umidità ed essere composto da sostanze organiche e fibrose. Per far crescere la pianta nel migliore dei modi è doveroso annaffiarla ogni quattro gior...
  • foto colocasia La Colocasia è una pianta perenne sempreverde rizomatosa coltivata anche come pianta da appartamento oppure all’esterno sulle rive di un laghetto. Questa pianta trae la propria origine dalle regioni t...

LAMPADA LED PER PIANTE A LUCI ROSSE BLU BIANCHE, PER COLTIVAZIONE DI PIANTE IN INTERNO, PER SERRA IDROPONICA 12W

Prezzo: in offerta su Amazon a: 23,91€
(Risparmi 12,09€)


Le principali piante per interni

Ficus benjamina Le principali piante per interni possono essere suddivise in vari gruppi. Le piante da fiore, a loro volta divise in piante che fioriscono una sola volta, come ad esempio i crisantemi, e piante che fioriscono tutti gli anni per un certo periodo di tempo, come le azalee o le ortensie. Le prime sono considerate semplici piante ornamentali, mentre le seconde durano più a lungo e hanno bisogno di molte più cure. Poi ci sono le piante da fogliame, cioè le piante che vengono apprezzate per il colore e/o la forma delle loro foglie. Rientrano in questo gruppo le palme, piante molto resistenti e richiedono poca luce, le bromelie, che invece hanno una breve durata e le felci tropicali che si adattano al caldo-umido delle abitazioni. Di grandi dimensioni sono invece gli alberi d'appartamento, e per questo devono essere posizionati da soli in vasi molto grandi, come ad esempio il Ficus benjamina. Le piante succulente, invece che accumulano acqua nei tessuti, resistendo così ai periodi di siccità. Anche le piante bulbose primaverili come giacinti, narcisi e tulipani possono essere tenute in appartamento per brevi periodi.


Piante per interni: La luce, un fattore indispensabile per la vita.

Fiori nelle vicinanze di una finestra La luce è un fattore indispensabile per la vita, per questo in inverno le piante devono essere poste in prossimità delle finestre, in quanto la scarsità di luce è considerata una delle principali cause di deperimento delle piante. Bisogna però prestare attenzione, le piante non devono essere eccessivamente esposte alla luce solare. Il sole può essere schermato in vari modi, le classiche veneziane sono efficaci oppure esistono in commercio dei piccoli schermi di materiale sintetico da mettere tra il vetro e la pianta. Al contrario, se la luce ha un'intensità troppo bassa si possono usare ulteriori lampade per diffondere l'energia. Queste devono essere poste sopra la pianta e tenute molto vicine. Bisogna ricordarsi, però, che la pianta ha bisogno di un periodo di riposo e quindi non bisogna mai tenerla alla luce per 24h.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO