comprare semi

Comprare semi

La buona riuscita di un prato naturale dipende sempre dalla qualità dei semi con cui viene realizzato. Seminare un prato significa, infatti, gettare le basi per un tappeto erboso che potrà essere più o meno durevole o più o meno gradevole in base alle erbe che lo compongono. Su questo fronte, però, si assiste spesso a delle colossali delusioni, ovvero a semi di scarsa qualità spacciati per buoni e usati per la semina di prati che in giardino di rivelano, invece, dei flop veri e propri. Come evitare il rischio di seminare un brutto prato? I rischi si evitano comprando semi di buona qualità. Ma come riconoscere semi qualitativamente superiori da quelli che sono delle vere e proprie checche? Le domande sui semi per prato potrebbero continuare all’infinito, ma la realtà è che i semi per un prato di buona qualità vanno acquistati nel posto giusto e presso il giusto rivenditore. Detto così sembra tutto facile, mentre, nella pratica, cercare dei buoni semi da prato è un’impresa a volte impossibile ed estremamente faticosa. In ogni caso, le cose belle non si ottengono mai in maniera facile, ma solo impegnandosi a trovare il giusto canale che ci permette di realizzarle come piace a noi.
pratosemina2


Caratteristiche

pratosemina-1L’acquisto dei semi per prato è il passo fondamentale che consente di ottenere un bel prato verde, resistente, durevole e calpestabile. Per far sì che il prato abbia queste caratteristiche, le sementi da acquistare devono essere di buona qualità. Sul mercato si trovano tantissimi miscugli di semi per prato. Questi miscugli, in base ai semi di cui sono composti, permettono di creare prati inglesi, prati sportivi, prati ombreggiati, campi da gioco e così via. Il secondo passo per avere un prato a propria immagine e somiglianza è, dunque, quello di individuare la tipologia di manto verde più adatta al proprio giardino. Spesso, infatti, il cattivo risultato del prato non dipende dalla qualità dell’erba, ma dall’aver seminato erbe non adatte alla tipologia di prato che si vuole realizzare. Se, ad esempio, si vuole creare un prato resistente al caldo e al sole, è inutile seminare erbe derivanti da semi di microterme. Queste ultime sono, infatti, delle graminacee che resistono solo alle basse temperature e nei luoghi freschi e ombreggiati. Il terzo passo per avere un prato a prova di calpestamento è individuare il punto vendita che è dotato di sementi specifici. Esistono, infatti, punti vendita specializzati nella commercializzazione di determinati semi per prato, come, ad esempio, per prato inglese. Altri centri di vendita possono, invece, essere specializzati nella vendita di semi per prati sportivi, ovvero in sementi che danno vita a prati con erbe cortissime e molto resistenti al calpestio. Per individuare questi punti vendita basta effettuare un’attenta ed accurata ricerca sul web o sulle Pagine Gialle.


    Dove comprare

    In genere, i semi per prato si comprano presso i vivai, i consorzi agrari, i bricocenter e i negozi di articoli per casa e giardino. In questi punti vendita è possibile trovare semi di diversa qualità e per qualsiasi fascia di prezzo. La scelta, naturalmente, deve puntare sui semi di qualità con un prezzo adeguato. A parità di prodotto, bisogna scegliere sempre quello con il miglior rapporto qualità/prezzo. E’ anche vero che i semi migliori si comprano dagli esperti e gli esperti, di solito, sono gli operatori agrari. Dunque, il miglior canale di acquisto dei semi per prato possono essere proprio i vivai ed i consorzi agrari. Presso questi centri, infatti, è possibile ottenere assistenza da personale qualificato che saprà individuare, assieme all’acquirente, il miscuglio di semi ideali per creare un prato adatto alle condizioni climatiche del proprio giardino e all’uso che se ne farà. Una volta deciso di comprare i semi, ci si dovrà assicurare che si tratti di sementi certificate e di cui si conosce la provenienza. In campo commerciale, come si sa, si sta assistendo all’invasione di prodotti, di dubbia provenienza, spacciati per quelli di buona qualità. In ogni caso, rivolgendosi ai consorzi e ai vivai si riesce quasi sempre ad evitare il rischio di un acquisto non conforme agli standard di sicurezza e qualità delle sementi.


    comprare semi: Acquisto sementi on line

    Il web, ormai, rappresenta l’ultima frontiera del mercato. Anche i semi per prato vengono abbondantemente venduti attraverso siti online. L’acquisto sul web velocizza certamente la ricerca delle sementi desiderate, ma non esula dalla possibilità di rischi e delusioni. Il commercio online funziona come quello tradizionale, dove coesistono, da sempre, cose buone e cose cattive, venditori seri e venditori disonesti. In genere, per evitare di comprare da siti poco sicuri, è preferibile scegliere quelli che fanno capo ad aziende agrarie. Sconsigliamo, invece, i siti anonimi che vendono semi da prato a prezzi troppo stracciati. Quando le sementi costano troppo poco e sulla confezione non si riesce a capire da dove provengano, è possibile che si tratti di semi impure o trattate con sostanze tossiche. Diverso è, invece, l’acquisto di semi su siti già apprezzati dai consumatori. In caso di dubbi su un sito di vendita sementi, ci si può informare leggendo le opinioni lasciate dai precedenti compratori sui forum di giardinaggio. Il costo dei semi per prato di buona qualità si aggira intorno ai 60 euro per confezioni da 10 chili, sia venduti online che dal vivo. Il costo online può, però, lievitare ulteriormente a causa delle spese di trasporto e spedizione.


    Guarda il Video

    commenti

    Nome:

    E-mail:

    Commento: