Pomodori sul balcone

La pianta di pomodoro

Conosciamo il pomodoro per capire quali sono le sue esigenze di coltivazione e le attenzioni di cui necessita.Originario dell'America, il pomodoro arriva in Europa intorno alla metà del 1500. Inizialmente era ritenuta una pianta velenosa e coltivata solo in quanto piuttosto decorativa. Tralasciamo tutta la sua storia, per arrivare ad affermare che oggi è parte integrante della famosa dieta mediterranea. Crudo o cotto, si presta a tantissime preparazioni, in ogni regione d'Italia.Per crescere bene gli serve aria e sole, ma ha poche altre pretese. Per questo si adatta bene alla coltivazione in vaso e i pomodori sul balcone sono una realtà sempre più frequente.Se lo spazio è davvero ridotto, ci si può orientare sulle varietà più piccole, come i Pachino o i Datterini, non meno gustosi di specie più grandi, come i San Marzano o quelli per insalata.Le parti verdi della pianta contengono solanina, una sostanza tossica che resiste alla cottura. Per questo foglie, fusti, fiori e qualsiasi parte della pianta che non siano le bacche, non vengono utilizzate.
Piante di pomodoro

SERRA BALCONE SERRA TERRAZZO SERRA PER PIANTE POMODORI ORTAGGI TRASPARENTE

Prezzo: in offerta su Amazon a: 40,95€


Coltivare pomodori sul balcone

Piante di pomodoro con sostegno Lanciarsi nella coltivazione di pomodori sul balcone è una buona idea, che sicuramente porta al piacere di raccogliere dei frutti.Quello che occorre è innanzitutto il vaso; dovrà essere abbastanza capiente, profondo 30 - 40 cm e largo sui 30 centimetri. La pianta è considerata annuale perché soffre il gelo, ma in alcune zone particolarmente miti, sopravviverebbe all'inverno.In genere si preferisce seminare in un semenzaio e trapiantare le piantine quando hanno raggiunto qualche centimetro di altezza. I semi di pomodoro da seminare si possono avere a costo zero: basta prendere un pomodoro della qualità che si desidera coltivare, ricavarne i semi, lasciarli asciugare e mettere in terra, o anche, ben essiccati, si possono conservare per la semina in primavera, l'anno successivo.Il terreno che la pianta di pomodori predilige è un terriccio universale con pH da 5.5 a 6.8, fertilizzato e ben drenato. I ristagni d'acqua sono sempre da evitare in ogni tipo di coltivazione, quindi anche i pomodori ne soffrono. Tener presente che la pianta tende ad essere strisciante, quindi le occorrerà un sostegno per crescere bene.

  • Pianta di pomodori neri L'apporto idrico indispensabile per la crescita dei pomodori è lo stesso di quello necessario per le varietà classiche. L'acqua, se vogliamo ottenere un raccolto ricco di frutti succosi, non deve mai ...
  • Seminare pomodori Per la semina pomodori in semenzaio è sufficiente procurarsi del comunissimo terriccio universale. Si può anche mettere della semplice terra purché sia sciolta e fresca. Quasi tutte le varietà di pomo...
  • come costruire un orto nel terrazzo Crescere un orto vi porterà molti benefici per la salute: mangerete cibo migliore, rimanendo attivi e riducendo lo stress. Si rivela anche essere un bene per il vostro portafoglio perchè potrete rispa...

Serra per pomodori "Lacewing" in PVC (100cm x 50cm)

Prezzo: in offerta su Amazon a: 44,99€
(Risparmi 5€)


Le cure di cui necessitano i pomodori sui balconi

Pomodori maturi Seminando in un semenzaio nei mesi di febbraio - marzo, le piantine potranno essere messe a dimora nel vaso verso maggio, quando avranno 4/5 foglie. Basterà scavare una buca di circa 5 cm che permetta alle radici di sistemarsi bene, mettere la piantina, annaffiare e ricoprire con altra terra. Nel giro di poco tempo la pianta comincerà a svilupparsi e quando avrà raggiunto i 20 cm di altezza si potrà sistemare un sostegno, che sia una canna, un ramo lungo e dritto o qualsiasi altra cosa che permetta al pomodoro di crescere in verticale. Le annaffiature devono essere regolari, mantenendo la terra umida, ma senza eccedere. E' preferibile non bagnare le foglie per evitare malattie fungine e provvedere all'irrigazione al mattino o dopo il tramonto.Si consiglia anche di eliminare le foglie ascellari che si sviluppano tra il fusto e le foglie principali, così da permettere alla pianta di usare tutte le energie per i fiori ed i successivi frutti. Questi ultimi cominciano a svilupparsi verso la metà di giugno, quando la temperatura sarà sufficientemente calda.


Pomodori sul balcone: Raccolta e conservazione dei pomodori sul balcone

Un bel raccolto di pomodori In generale la raccolta dei pomodori viene fatta a mano, ma il problema non si pone per i pomodori sul balcone. Spesso la frutta e le verdure sono raccolte in anticipo, nella speranza che si mantengano più a lungo. Per il raccolto sul balcone si può aspettare il momento giusto, quando il frutto è sodo e del giusto colore in ogni sua parte. La raccolta fatta al momento giusto, che volendo essere precisi dovrebbe essere al mattino, permetterà alla pianta di continuare a produrre ancora frutti, anche fino al tardo autunno.Un piccolo segreto per la coltivazione di pomodori sul balcone, per averli rossi, sani e succosi, è quello di mettere nello stesso vaso della pianta di pomodoro un tagete. Si tratta di un bel fiore, decorativo e colorato, che grazie all'azione delle sue radici, mantiene lontani i parassiti che a volte si sviluppano nel terreno danneggiando le piante.Una volta raccolti, non bisogna mettere i pomodori in frigorifero: perderebbero sapore e anche buona parte delle loro qualità. Basterà conservare i semi di un pomodoro per avere l'anno successivo un nuovo raccolto, facile, sicuro e di soddisfazione.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO