concimi a lenta cessione

Concimi a lenta cessione

I concimi sono i prodotti utilizzati per la nutrizione delle piante. In agricoltura e giardinaggio si possono usare concimi di origine chimica o naturale. Questa, infatti, la principale classificazione dei prodotti deputati alla nutrizione vegetale. Oltre alla suddetta distinzione, ne esiste un’altra che dipende dai tempi entro i quali il concime rilascerà alle piante i suoi nutrienti. In tal senso si distinguono concimi a rilascio immediato e a lenta cessione. I primi rilasciano immediatamente o in un brevissimo lasso di tempo, le sostanze nutritive alle piante, mentre i secondi, in un periodo più o meno lungo. All’interno dei concimi a lenta cessione si può individuare un’altra classificazione, ovvero tra concimi a lenta cessione propriamente detti e a cessione controllata. I primi possono essere sia naturali che chimici. I secondi sono, invece, dei concimi rivestiti da materiale come zolfo, polietilene e altre resine che impediscono l’immediato rilascio dei nutrienti. I concimi organici a lenta cessione sono il letame, lo stallatico, il sangue secco e tutte le altre sostanze derivate da scarti animali. I concimi chimici a lenta cessione sono, ad esempio, il fosfato ammonico di magnesio o l’ isobutylidene-diurea. Uno dei più noti concimi a rilascio controllato è l’urea rivestita con particelle di zolfo.
concimilentacessione

CONCIME A LENTA CESSIONE PER AGRUMI OSMOCOTE IN CONFEZIONE DA 750 GRAMMI

Prezzo: in offerta su Amazon a: 8,35€


concimi a lenta cessione: Usi

Nella confezione di acquisto dei concimi a lenta cessione e a rilascio controllato sono solitamente indicati i tempi di rilascio delle sostanze nutritive. Questi però possono cambiare in base alla tipologia di terreno e alle condizioni climatiche. I concimi a lento rilascio, infatti, a causa dell’acidità del ph e dell’umidità del terreno, possono rilasciare le sostanze nutritive in maniera più veloce rispetto ai tempi indicati. I tempi di rilascio dei concimi si possono dilatare aumentando la grossezza dei granuli in cui vengono formulati. La grandezza dei granuli rende, infatti, i concimi meno solubili. I concimi a lenta cessione si usano per la fertilizzazione delle piante in vaso. Lo stesso dicasi per quelli a rilascio controllato. Questi ultimi risentono maggiormente delle elevate temperature e dell’umidità, fattori che causano spesso il danneggiamento dei polimeri di rivestimento con la conseguenza del rilascio immediato dei nutrienti. Il problema non si verifica nei concimi a lenta cessione formulati in granuli. Si tratta di concimi che, per la loro bassa solubilità e per evitare carenze nutrizionali, vanno abbinati a concimi a rilascio immediato.

    CONCIME CON AZOTO A LENTA CESSIONE NITROSLOW S40 IN SACCO DA 25 KG

    Prezzo: in offerta su Amazon a: 29€


    Guarda il Video

    COMMENTI SULL' ARTICOLO