lavanda

La lavanda è una pianta che fa parte del più ampio genere Lavandula, al cui interno si possono trovare anche molte altre specie che fanno parte sempre della medesima famiglia, ovvero quella delle Lamiacee.

Si tratta di una specie che si è sviluppata notevolmente all'interno della zona del Mediterraneo.

Stiamo parlando di un genere che ha una peculiarità piuttosto riconoscibile: infatti, le piante comprese in tale gruppo si caratterizzano per avere uno sviluppo notevole sopratutto nelle zone rupestri, in particolar modo quelle che coincidono con il bacino del Mar Mediterraneo.

La lavanda è una di quelle piante che erano diffuse notevolmente nell'antichità per via delle sue numerose proprietà curative.

Questa specie, infatti, può vantare un gran numero di proprietà antisettiche, analgesiche, battericide e anche benefiche nei confronti delle nevralgie.

Ad ogni modo, ... continua


Articoli su : lavanda


ordina per:  pertinenza   alfabetico   data  
    • Coltivazione lavanda

      coltivazione lavanda La lavanda è una pianta ornamentale dalle spiccate qualità erboristiche; scopriamo insieme come avviene la coltivazione della lavanda e quali sono le principali caratteristiche di questa specie
    • Fiori lavanda

      fiori lavanda I fiori di lavanda oltre ad essere molto belli e profumati hanno anche delle speciali proprietà curative. Una delle principali caratteristiche dei fiori di lavanda è quella contro il mal di testa...ve
    • Potatura lavanda

      potatura lavanda Quando finisce il periodo di fioritura è meglio potare la lavanda, ecco alcuni consigli su come potare questo fiore.
    • Proprietà lavanda

      proprietà lavanda La lavanda viene utilizzata frequentemente per la preparazione di cosmetici, oli e profumi. scopriamo i benefici di questa essenza.
    • prodotti lavanda

      prodotti lavanda Ovviamente, i fiori di lavanda presentano un profumo particolarmente intenso e, per tale ragione, ve
    ordina per:  pertinenza   alfabetico   data  
      prosegui ... , si tratta di una pianta che è in grado di svolgere un'ottima azione per lenire tutti quei dolori che si verificano a livello muscolare e, allo stesso tempo, è stata anche utilizzata, in qualche caso, come limitato sedativo.

      L'olio di lavanda è particolarmente diffuso e celebre nel settore della profumeria della cosmetica, visto che si tratta di uno dei prodotti maggiormente venduti e richiesti sul mercato.

      La pianta di lavanda, per via delle sue importanti proprietà benefiche, può essere spesso impiegata anche in campo aromaterapico, dal momento che il suo impiego si può configurare come un normale antidepressivo, ma serve anche per svolgere una funzione di distensione del sistema nervoso e permette di dare maggiore equilibrio all'intero organismo.

      Inoltre, spesso la pianta di lavanda viene impiegata nell'aromaterapia per svolgere un'azione decongestionante nei confronti di raffreddori e degli stati influenzali.

      Allo stesso modo, questa pianta è considerata piuttosto importante anche per svolgere un'azione riduttiva della pressione delle arterie, oltre a presentare un'attività positiva nei confronti dei disturbi della digestione.

      Spesso, la lavanda viene utilizzata per creare dei prodotti omeopatici che hanno lo scopo di lenire il mal di schiena e curare anche i disturbi alle orecchie.

      In numerosi casi, l'olio essenziale di lavanda viene utilizzato in campo cosmetico, sia come prodotto per l'igiene personale, sia per la cura dei capelli, in particolar modo nei confronti dei capelli grassi.

      I fiori di lavanda, come tutti sappiamo, presentano un profumo particolarmente intenso, ma ciò di cui non siamo a conoscenza è la causa di tale peculiarità.

      Infatti, l'origine del tipico e tradizionale profumo che accomuna tutti i fiori di lavanda è rappresentata dagli oli essenziali di lavanda, che vengono realizzati tramite l'opera particolare di alcune ghiandole, che si trovano principalmente in tutte quelle parte della pianta dalla colorazione tradizionalmente verde.

      Com'è facilmente intuibile, le ghiandole che sono responsabili dell'intenso e ottimo profumo di lavanda, sono estremamente concentrate all'interno dei fiori.

      I fiori di lavanda, come abbiamo già sottolineato, vengono raccolti con diverse tempistiche a seconda dell'uso che ne viene fatto: per quanto riguarda l'ambito erboristico, la raccolta coincide generalmente con il periodo iniziale della fioritura, mentre in ambito cosmetico, possiamo certamente sottolineare come la raccolta avvenga nel corso del momento di più intensa fioritura.

      I fiori di lavanda hanno la peculiarità di conservare per tempi particolarmente lunghi il proprio inconfondibile profumo, al punto che vengono mantenuti all'interno di particolari sacchettini, realizzati in carta o, nella maggior parte dei casi, in tela.

      In molti casi, la lavanda viene utilmente impiegata anche in cucina, anche se i suoi usi sono piuttosto limitati: infatti, può essere ottima per effettuare l'aromatizzazione del vino bianco e dell'aceto, così come per la realizzazione delle gelatine e, in alcuni casi, per provvedere all'aromatizzazione dei dolci.

      Importante ricordare anche la presenza in commercio di un particolare miele di lavanda, che ha un profumo del tutto originale e che è spesso indicato per la cura di tutti quei disturbi broncopolmonari.La lavanda, inoltre, rappresenta quella componente fondamentale per la realizzazione di tutti i pot-pourri che hanno una funzione essenzialmente di profumazione della propria abitazione.

      Nei tempi antichi, questa pianta era oggetto di un uso anche a livello di igiene personale, alla stregua di un vero e proprio disinfettante: infatti, sia nel Medioevo che nel '700, era piuttosto consueto notare come le persone pulivano i pavimenti sfruttando proprio la lavanda con finalità di disinfezione.

      Tra le principali curiosità che sono legate alla storia della lavanda, ne troviamo qualcuna piuttosto interessante: ad esempio, la spiga di lavanda è stata ritenuta alla stregua di un magico amuleto che fosse in grado di respingere e di allontanare qualsiasi tipo di sventura e di mostri malvagi, mentre altri popoli antichi la consideravano come uno speciale talismano con lo scopo unicamente di diffondere sia la ricchezza che la fecondità in tutto il mondo.

      Guarda il Video