produzione fertilizzanti

Produzione fertilizzanti

I fertilizzanti sono dei prodotti usati in agricoltura e giardinaggio per migliorare le proprietà del terreno e per nutrire le piante. A differenza dei concimi, usati solo per nutrire le piante e il suolo, i fertilizzanti servono anche a correggere eventuali difetti del terreno e a migliorarne le proprietà chimico-fisiche. I fertilizzanti, infatti, per le loro infinite proprietà, si dividono in ammendanti, correttivi e concimi. Questi ultimi, dunque, sono ricompresi sempre nella classificazione dei fertilizzanti, ma ne rappresentano solo una parte. Il fertilizzante con effetti ammendanti serve a restituire al terreno le sostanze perse durante la raccolta delle colture o per effetto del dilavamento e di altri agenti esterni, o per l’uso di concimi chimici. Il fertilizzante correttivo migliora le proprietà del suolo modificando alcune caratteristiche chimico-fisiche indispensabili al sano sviluppo delle colture. Un fertilizzante correttivo può ad esempio alzare o abbassare il ph del terreno, cioè può renderlo acido, basico o neutro. Per fruire delle utilissime proprietà del fertilizzanti, bisogna averne qualcuno a disposizione e generalmente bisogna acquistarlo. I fertilizzanti, infatti, vengono prodotti dalle aziende produttrici di concimi.
produzionefertilizzanti

BioBizz Bio-Bloom Fertilizzante 1L

Prezzo: in offerta su Amazon a: 15,01€


produzione fertilizzanti: Tipologie

Come i concimi, anche i fertilizzanti possono essere chimici ed organici e con formulazioni liquide o in polvere. Più raro è trovare fertilizzanti in granuli. Questa formulazione è, infatti, preferita per i concimi, cioè per quei prodotti che servono a nutrire le piante. I fertilizzanti chimici sono facili da reperire e da usare, ma oggi, grazie ai progressi della scienza e del commercio, è facile trovare anche degli ottimi fertilizzanti organici venduti nelle stesse formulazioni dei concimi chimici. In questo caso, la differenza tra l’organico e il chimico potrebbe essere molto labile, ma per essere certi di aver acquistato un buon fertilizzante organico basta accertarsi che sia stato prodotto con metodi di lavorazione manuale o meccanica, ma senza utilizzo o aggiunta di sostanze chimiche. In genere, la dicitura del fertilizzante è riportata sulla confezione di acquisto, dove sono contenute anche ulteriori informazioni sul produttore e sulle certificazioni rilasciate a conferma della qualità dello stesso fertilizzante. Un fertilizzante organico con un ottimo potere ammendante è il letame, meglio se maturo ed essiccato da almeno 12 mesi. Questo fertilizzante si usa spesso nella concimazione di fondo e preimpianto, cioè prima della semina delle colture. Il letame ha, infatti, la proprietà di rilasciare lentamente tutte le sostanze nutritive di cui il terreno è carente e di cui la pianta si nutrirà dalla fase della semina fino al suo primo sviluppo.

    NITROPHOSKA SPECIAL CONCIME UNIVERSALE IN SACCO DA 25 KG

    Prezzo: in offerta su Amazon a: 36,5€



    COMMENTI SULL' ARTICOLO