cocciniglia agrumi

vedi anche: cocciniglia

Cocciniglia agrumi

Gli alberi che producono agrumi possono essere infestati da molti insetti parassiti. I danni maggiori, però, provengono dalle cocciniglie, specie fitofaghe che si nutrono prevalentemente della linfa di questi alberi. Per la loro selettività nell’attacco agli agrumi, questi insetti vengono letteralmente chiamati “cocciniglie degli agrumi”. In natura esistono diverse specie di cocciniglie, ma quelle che colpiscono gli agrumi sono generalmente olifaghe cioè prediligono esclusivamente questi alberi. In alcuni casi, però, gli agrumi possono essere attaccati anche da cocciniglie polifaghe, cioè da specie che su nutrono anche di altre piante. Quelle che colpiscono maggiormente gli agrumi sono le cocciniglie cotonose o farinose e le cocciniglie a virgola. Anche se il nome dei due insetti è simile, ciò non deve trarre in inganno, perché si tratta di due distinte varietà di insetti appartenenti a due diverse famiglie.
coccinigliaagrumi

Applaud Plus insetticida per frutto, vite, ortaggi e ornamentali 100gr

Prezzo: in offerta su Amazon a: 22,19€


Caratteristiche

cocconigliaagrumi2 Come detto al paragrafo precedente, gli insetti che colpiscono gli agrumi sono le cocciniglie cotonose e quella a virgola, comunemente conosciute anche come cocciniglie degli agrumi. La cocciniglia cotonosa, o farinosa, viene così chiamata perché a un corpo ricoperto da una sorta di cera o di polvere biancastra. L’insetto appartiene alla famiglia delle Pseudococcidae ed ha dimensioni ridottissime, comprese tra due e tre millimetri. La cocciniglia cotonosa presenta zampe che la rendono mobile per tutto il resto della sua vita. La cocciniglia a virgola, nome originale Mytilococcus beckii è, invece, un insetto appartenente all’ordine dei Rincoti e alla famiglia dei Diaspididi. Se la cocciniglia cotonosa è originaria dell’Australia, quella a virgola è diffusa in tutto il mondo, con prevalenza nelle regioni temperate. Il suo nome si deve alla forma del corpo, che sembra proprio una virgola quando viene visto al naturale, mentre al microscopio sembra avere una forma conica attorcigliata. La cocciniglia a virgola può svernare sia come neanide, che come insetto femmina adulto. Le femmine iniziano a deporre le uova subito dopo lo svernamento, con una media di 50 uova per femmina.

  • cocciniglia cotonosa Le piante hanno moltissimi nemici che possono attaccarle fino a distruggerle. Tra questi, anche funghi, virus, batteri e insetti parassiti. L’attività parassitaria degli insetti fitofagi consiste il...

Spray pronto all'uso SB Plant Invigorator con antiparassitario 500 ml

Prezzo: in offerta su Amazon a: 8,99€


Meccanismo d’infestazione

Le cocciniglie degli agrumi attaccano queste piante durante i mesi primaverili ed estivi, anche se i danni si notano a partire dall’autunno. Gli insetti colpiscono gli agrumi con meccanismi che variano in base alla specie infestante: la cocciniglia cotonosa attacca la parte che lega i frutti ai rami, mentre quella a virgola colpisce indifferentemente rami, frutti e foglie. La cocciniglia cotonosa provoca la prematura caduta dei frutti, mentre quella a virgola causa macchie giallastre nelle foglie, disseccamento dei rami e caduta anticipata dei frutti, che si presentano pieni di macchie e con una bassa resa estetica e qualitativa. La cocciniglia cotonosa privilegia agrumi come l’arancio, mentre quella a virgola, oltre a quest’albero, attacca spesso anche i limoni. Il risultato dell’attacco delle cocciniglie degli agrumi è un forte indebolimento delle piante colpite e il conseguente indebolimento della resa produttiva. Se gli agrumi infestati sono coltivati in giardino, si rischia anche di compromettere gravemente la resa estetica di queste piante. Il loro indebolimento, infatti, è dovuto al meccanismo di nutrimento delle cocciniglie, che sottraggono la linfa vegetale dei rami, delle foglie e dei frutti.


cocciniglia agrumi: Prevenzione e lotta

Le cocciniglie degli agrumi possono essere prevenute arieggiando la chioma degli alberi con delle corrette potature ed evitando le eccessive concimazioni a base di azoto e potassio. La lotta a questi insetti si può, invece, effettuare con metodi sia naturali che chimici. I rimedi che combattono le cocciniglie degli agrumi cambiano in base alla specie infestante. La cocciniglia degli agrumi appartenente alla specie cotonosa si può rimuovere bagnando le parti attaccate con una miscela di acqua, olio e sapone di Marsiglia. La miscela va spruzzata sugli agrumi, la sera, una volta a settimana, in due periodi dell’anno: a luglio, quando i frutti sono maturi e a fine estate. La cocciniglia degli agrumi della specie a virgola si può invece rimuovere usando degli insetti predatori, come i coccinellidi, o dei parassiti specifici che si nutrono di questa specie. Nella lotta alla cocciniglia a virgola, i parassiti più utilizzati appartengono alla famiglia dei calcidoidei. La lotta chimica è, invece, simile per entrambe le specie di cocciniglia. Il prodotto più utilizzato è l’olio minerale bianco, un olio chimico raffinato e meno tossico rispetto a prodotti dello stesso tipo, ma ottenuti con procedimenti più dannosi. In genere, si usano due tipologie di olio minerale: l’olio bianco semplice e l’olio bianco attivato. Questi prodotti si somministrano durante il periodo invernale, epoca in cui si assiste allo svernamento dell’insetto femmina e alla deposizione delle uova. In casi gravi e per prevenire l’attacco nei frutti, l’olio bianco si può somministrare anche durante l’estate. L’olio minerale si acquista facilmente nei vivai e nei punti vendita di insetticidi e anticrittogamici per agricoltura.



COMMENTI SULL' ARTICOLO