prato giardinaggio

vedi anche: Giardino

Prato giardinaggio

Il prato si può considerare il prodotto o la “creatura” più bella dell’arte del giardinaggio. Chi ama il giardino e lo spazio verde cercherà sempre di creare manti erbosi che possano esprimere al meglio l’essenza e lo stile della natura. Le soluzioni che il giardinaggio mette a disposizione del prato sono tante e tutte molto interessanti e utili da adottare. In un giardino, infatti, il prato può essere realizzato ricorrendo alla semina, a rotoli di erba matura o a tessuti sintetici. Le diverse soluzioni consentono di avere prati con diverse caratteristiche e qualità. Il prato da semina è in assoluto il più usato e amato dagli appassionati di giardinaggio. Nessuno, infatti, sa e vuole rinunciare al fascino dell’erbetta appena cresciuta, del primo taglio e di tutte quelle amorevoli cure che vanno riservate a questo manto erboso naturale. Certamente, nell’arte del giardinaggio, il prato va preferibilmente realizzato attraverso la semina. Tutti gli altri prati, a rotoli, o sintetici, sono forse da considerare un po’ meno “prati”, ma possono ugualmente servire a creare dei manti erbosi originali ed altamente personalizzati.
pratogiardinaggio

Siena Garden 568888, Scarpe con chiodi, per arieggiare il prato, colore: Verde, taglia universale

Prezzo: in offerta su Amazon a: 13,07€


prato giardinaggio: Quale scegliere

Se provassimo a fare un confronto tra il prato da semina, quello a rotoli e quello sintetico, le preferenze di chi ha un giardino andrebbero sicuramente sul primo. Esistono, però, delle condizioni in cui non è sempre possibile allestire un prato da semina. Si tratta di casi in cui non si ha il tempo per seminare o in cui non esistono le condizioni climatiche adatte allo sviluppo dell’erba naturale. In tutti questi casi “avversi”, si può fare del giardinaggio anche con il prato a rotoli o con quello sintetico. La prima tipologia di prato è comunque in erba naturale e quindi con una resa estetica identica al prato seminato. Il prato a rotoli, infatti, è composto da strisce o zolle di terreno contenenti erba naturale coltivata per circa 18 mesi dalle aziende produttrici. Il prato a zolle va posato al suolo subito dopo l’acquisto ( per evitare che l’erba secchi o ingiallisca). Dopo la posa, le radici si attaccheranno al suolo con la stessa forza e intensità di quello da semina. Dopo alcuni giorni, il prato a rotoli andrà curato con le stesse tecniche di quello seminato, con il vantaggio di non aver mai seminato e di non dover più effettuare alcun intervento di risemina o diserbo. Il prato sintetico è una delle soluzioni più moderne nel campo del giardinaggio. Si tratta di un tappeto erboso composto da tessuti che imitano perfettamente l’erba naturale. Certo, con il prato sintetico non si deve ricorrere a tutte le cure richieste dall’erba naturale e in questo senso si rischia di perdere un po’ il senso del giardinaggio. Con il prato sintetico, però, si può fare dell’ottimo giardinaggio se lo si usa per creare campetti da gioco o piccoli spazi verdi a bordo piscina o nei pressi di viottoli e sentieri del giardino.

    Maxtro Tagliabordi 250W tagliaerba taglio 205mm giardinaggio prato G2TB025-02

    Prezzo: in offerta su Amazon a: 14,9€


    Guarda il Video

    COMMENTI SULL' ARTICOLO