3 consigli per un prato a Dichondra repens lussureggiante

Quanto annaffiare la Dichondra repens

Come gli altri esemplari utilizzati nella progettazione del verde, la Dichondra repens non necessita di ingenti quantità d'acqua. Se viene coltivata in un giardino o all'interno di vasi posizionati all'aperto, la Dichondra repens sopravvive naturalmente grazie alle piogge: è consigliabile controllare frequentemente che il terreno, proprio a causa delle piogge, non abbia assunto una forma irregolare. Eventuali smottamenti possono contribuire alla formazione di ristagni idrici pericolosi per il delicato apparato radicale di questo tipo di pianta alta non più di tre centimetri. Se il terreno presenta irregolarità è necessario livellarlo prima dell'avvento di nuove piogge. Quando la stagione è calda e le piogge sono in forte diminuzione non conviene comunque irrigare abbondantemente la pianta ma limitarsi a mantenere il terreno sempre leggermente umido.
Prato di Dichondra repens

JOYOOO Sandali Chiodati per arieggiare il prato

Prezzo: in offerta su Amazon a: 38,01€


Come coltivare la Dichondra repens

Dichondra repens in vaso La Dichondra repens può essere considerata una pianta infestante: la sua propagazione è estremamente veloce e per questo motivo si rivela particolarmente utile nella coltivazione di un tappeto erboso. Questa varietà in particolare, cresce in maniera molto ordinata e l'altezza del prato rimane contenuta, non superando mai i due o tre centimetri.La Dichondra repens si coltiva a partire dalle sementi; se si desidera coltivarla in giardino è consigliabile preparare il terreno in modo che i primi cinque o dieci centimetri di superficie risultino sufficientemente morbidi per le imminenti radici. Questa pianta può essere coltivata anche in vaso per scopi ornamentali: in questo caso è preferibile scegliere del terriccio non troppo fine e morbido, miscelandolo con della sabbia o argilla espansa per favorire un drenaggio dell'acqua efficiente.

  • dichondra repens Il prato da semina può essere realizzato con diverse tipologie di sementi. Queste , a loro volta, possono essere miscelate tra loro per dare vita ai cosiddetti “miscugli”, ovvero miscele composte da p...
  • impianto irrigazione Le piante e i fiori non potrebbero mai sopravvivere senza acqua. L’acqua è, infatti, un elemento fondamentale per la loro crescita. Ecco perché per avere un giardino sempre ben curato è necessario ins...
  • impianto irrigazione automatico La fase di progettazione di un impianto d’irrigazione è la fase principale che permette di definire le varie aree dove dovrà passare il sistema d’irrigazione. La progettazione è indispensabile per seg...
  • impianto irrigazione automatico L’impianto d’irrigazione interrato è un sistema scelto come migliore soluzione per l’irrigazione del prato. In giardino si cura in maniera particolare l’estetica perché mentre in agricoltura è irrilev...

Erba Sintetica drenante 7mm 50 Misure Disponibili in Altezza 1 Metro o 2 Metri Prato Sintetico Alta qualità 100% Made in Italy (2x22 Metri)

Prezzo: in offerta su Amazon a: 162,9€
(Risparmi 17€)


Come e quando concimare la Dichondra repens

Fiore di Dichondra repens Come quasi tutte le piante utilizzate per ricreare distese di tappeti erbosi, anche la Dichondra repens non richiede particolari cure nell'ambito della concimazione. Questa pianta prende tutto ciò che le serve dal terreno sul quale attecchisce. Se si desidera è però possibile somministrare piccoli quantitativi di fertilizzante durante l'inizio della primavera, una volta al mese fino alla fine dell'estate e ogni due anni. La Dichondra repens in vaso non ha una grande disponibilità di molecole organiche e microelementi per via della ridotta quantità di terriccio che nel tempo tende lentamente ad impoverirsi, spesso a causa dell'aggressività dell'acqua calcarea: in questo caso è allora possibile fornire un prodotto granulare e a lenta cessione, in quantità sempre inferiori a quelle segnalate sul retro delle confezioni.


3 consigli per un prato a Dichondra repens lussureggiante: Esposizione, malattie della Dichondra repens e rimedi

Lumaca su Dichondra repens La Dichondra repens ama vivere sia in ambienti soleggiati che in zone ombrose; resiste e si propaga efficientemente in ciascuna di queste due posizioni.Può essere attaccata da lumache e lumaconi che si nutrono delle foglie più giovani e tenere, lasciando traccia del loro passaggio attraverso la caratteristica scia argentata di bava: possono essere debellate con facilità attraverso prodotti antiparassitari specifici.Le malattie che la Dichondra repens teme di più sono quelle fungine, generalmente favorite da un'alta percentuale di umidità del terreno in abbinamento ad una temperatura ambientale fresca, come quella che caratterizza l'inizio della primavera. Il sintomo più comune sono le macchie gialle sulle foglie, che tendono a scurirsi assumendo un colore rossiccio o marrone simile alla ruggine. Le parti della pianta già intaccate dalle macchie marroni si seccano senza alcuna possibilità di recupero. E' possibile intervenire tempestivamente, quando le foglie presentano solo macchie gialle, vaporizzando fungicidi sistemici.


Guarda il Video
  • dichondra Il prato da semina può essere realizzato con diverse tipologie di sementi. Queste , a loro volta, possono essere miscela
    visita : dichondra
  • dicondra nana La dicondra è una specie erbacea di tipo perenne che ha un portamento strisciante: raramente la sua altezza supera i 3 o
    visita : dicondra nana

COMMENTI SULL' ARTICOLO