Ortensia blu

vedi anche: Ortensia

Ortensia blu

La maggior parte delle ortensie ha bei fiori di colore bianco, ma Hydrangea macrophylla e Hydrangea serrata, sono influenzabili dal pH del terreno, perché il fiore di queste piante è sensibilissimo agli ioni alluminio presenti nel terreno. Seppure un'ortensia blu sia decisamente un bello spettacolo, la regola d'oro rimane quella di non forzare la mano alla natura e assecondarla in ciò che offre: ortensia blu e viola in presenza di terreno acido o quando l'acqua d'annaffiatura è dolce, ortensia rosa o bianca in terreno alcalino o acqua dura per l'irrigazione. In questo modo godrete di fioriture ricche e rigogliose, senza dover intervenire a modificare nulla, cosa che peraltro potrebbe rivelarsi non semplice e dai risultati alterni.
Hydrangea macrophylla

Fertiligene EBLEU8 - Concime con impregnante blu per ortensie, 800 g

Prezzo: in offerta su Amazon a: 18,13€


Hydrangea

La strana coppiaAppartiene al genere Hydrangea della Famiglia Hydrangeaceae. Proviene dall'Himalaya, dall'Asia orientale e dalle Americhe. Il Genere è composto da molte specie, tutte aventi esemplari a fusto legnoso, che creano arbusti su cui nascono i fiori disposti in corimbi. L'ortensia non ha grandi pretese, nemmeno nella concimazione e l'ortensia blu non fa eccezione. Tenete solo a mente che hanno un gran bisogno d'acqua, soprattutto in estate e pertanto il concime tende ad essere dilavato dalle abbondanti annaffiature. Detto questo, la soluzione più semplice è utilizzare un concime complesso a cessione controllata, in primavera, che potrete distribuire alla base della pianta; integrando con 1-2 concimazioni estive. Posizionate l'ortensia in posizioni a mezz'ombra.

    ortensia blu, rosa & bianco gypsophila Posy da sposa bouquet

    Prezzo: in offerta su Amazon a: 90,34€


    La potatura

    Esempio di potatura su ortensia L'ortensia blu si può allevare in vaso o in piena terra, nel giardino di casa, in quest'ultimo caso non teme il freddo. Una cosa su cui l'ortensia è esigente: la potatura che va eseguita con un po' d'attenzione, per aiutare la pianta nella successiva fioritura. Di solito si esegue in primavera, nel momento in cui le gelate non rappresentano più un problema. Si eliminano i rami vecchi e quelli più fini ed esili. Potare sul legno dell'anno, lasciando una coppia di gemme, anche se qualcuno ne lascia anche di più. Gli esemplari più anziani stanno bene lasciando i 2/3 circa della fronda originale, dopo aver potato. Ricordate che, come tutte le piante, anche l'ortensia ha bisogno di avere una chioma ariosa in cui l'aria circoli, aiutando a contrastare l'insorgenza di muffe.


    Curiosità

    Bordura mista con ortensie Foglie e petali essiccati e fumati col tabacco causano allucinazioni che in un secondo tempo si trasformano in accelerazione del ritmo cardiaco, problemi gastrointestinali, respiratori e perdita di conoscenza; in dosi elevate possono essere letali. In Francia, "la gang delle ortensie" ha commesso una serie di furti in diversi villaggi, nella Regione del Nord- Pas- de-Calais, ai danni di esemplari di H. macrophylla, o meglio dei loro fiori, coltivati in diversi giardini. Con i fusti di H. paniculata i giapponesi creano bastoni da passeggio, chiodi di legno, manici d'ombrello e pipe; il thè celeste si ottiene dalla H. serrata, cuocendone le foglie giovani a vapore e arrotolandole poi a mano. Gli indiani Cherokee curavano i calcoli renali con H. arborescens.



    Guarda il Video
    • ortensia blu Premesso che l'ortensia è una pianta acidofìla, si può dire che un ph di 4,5-5 favorirà la colorazione in tonalità blu,
      visita : ortensia blu

    COMMENTI SULL' ARTICOLO