Ortensie coltivazione

vedi anche: Ortensia

Caratteristiche generali delle ortensie

Esistono varie specie di ortensie, alcune a portamento arbustivo ed altre rampicanti legnose. Sono originarie dell'Asia orientale, dell'Himalaya e dell'America. Queste piante fanno parte del genere botanico Hydrangea e della famiglia delle Hydrangeaceae. Il loro fusto è solido, le foglie sono dentellate o lobate, di solito opposte e presenti nel numero di 3 per nodo. I fiori sono raggruppati in infiorescenze sferoidali (corimbi), formati da sepali. I colori dell'ortensia hanno colori molto vari: dal bianco a diverse tonalità di azzurro, violetto, rosso, rosa e malva. Questi colori sono il risultato delle caratteristiche proprie della specie ed anche del tipo di terreno in cui si sviluppano. I fiori tendono a diventare lilla o rosa in terreni alcalini mentre acquisiscono un colore viola o azzurro in terreno acido.
Pianta di Hydrangea hortensis

OSMOCOTE A LENTA CESSIONE (6 MESI) SPECIFICO PER LA COLTIVAZIONE DELLE PIANTE ACIDOFILE IN CONFEZIONE DA 750 GRAMMI

Prezzo: in offerta su Amazon a: 14,9€


Le specie di ortensia più diffuse

Pianta di Hydrangea paniculata Tra le ortensie la coltivazione più diffusa è quella di Hydrangea Hortensis, pianta semiarbustiva. Le sue foglie caduche sono grandi e dentate e molte varietà producono fiori rossi, rosa, bianchi e persino blu, che sbocciano nella stagione primaverile. Le varietà sono divise in 2 grandi gruppi. Le Hortensia hanno infiorescenze sferiche di 20 cm di diametro. Le Lacecap invece presentano infiorescenze piatte, con boccioli chiusi al centro e fiori ben sviluppati intorno. L'Hydrangea paniculata è una pianta arbustiva con fiori rosa o bianchi. Fiorisce a luglio con corimbi di particolare forma a piramide. La specie Quercifolia ha foglie verdi vellutate nella pagina superiore e rossastre in quella inferiore. La Sargentiana produce corimbi piatti con fiori bianchi sterili e fiori lilla fertili. Le foglie sono verde scuro nella pagina superiore e verde chiaro in quella inferiore. La Arborescens è arbustiva con foglie grandi e grandi infiorescenze bianche.

  • come potare le ortensie La potatura delle ortensie viene effettuata al fine di stimolare la pianta a produrre nuovi germogli. Le ortensie infatti sono piante che emettono i fiori sui rami nuovi ed è per questo che ogni anno ...
  • ortensie blu La potatura delle ortensie è al tempo stesso una procedura versatile e delicata perché varia in base alla specie coltivata e agli obiettivi che si intendono raggiungere. Quando si parla di potare le o...
  • ortensia Le sue origini e la sua storia sono circondante da un alone romantico. Anche il suo nome, tipicamente femminile, suscita tenerezza e romanticismo. Stiamo parlando dell’ ortensia, specie fiorita dall’e...
  • Ortensia cura: clima e terreno Prima di procedere con la descrizione di quelle che sono le tecniche per la cura dell’ortensia, è conveniente conoscere alcune caratteristiche colturali, di provenienza e origini della pianta. L’orten...

10 semi blu Ortensia fiori, bel colore, balcone in vaso, di impianto è semplice, Romantic Flowers

Prezzo: in offerta su Amazon a: 10€


Oertensie coltivazione: esposizione, innaffiatura e concimazione

Pianta di Hydrangea sargentiana L'ortensia deve essere collocata in un luogo luminoso ma non esposto alla luce solare diretta. La temperatura non deve andare oltre i 16-18 gradi altrimenti la fioritura si blocca. Nel periodo primaverile-estivo occorre fornire alla pianta molta acqua e con una certa frequenza, facendo in modo che il terreno sia sempre umido. È bene anche nebulizzare acqua direttamente sulla pianta, senza esagerare, con acqua non calcarea. La concimazione, in primavera ed estate, sarà effettuata ogni 7 giorni con del fertilizzante liquido aggiunto all'acqua dell'annaffiatura. La pianta ha bisogno di molto potassio. Il rapporto ideale tra azoto, fosforo e potassio nel concime deve essere 1 : 0,7 : 2,3. Le ortensie fioriscono sempre nella stagione primaverile ed estiva, con piccole varianti in base alla specie.


Ortensie coltivazione: Potatura e variazioni di colore delle ortensie

Ortensia della varietà Lacecap Per le ortensie la coltivazione prevede un'attenta opera di potatura. Gli esemplari impiantati in giardino, con clima freddo, vanno potati a fine inverno così i rami, le foglie e le parti secche potranno proteggere le parti più giovani dal gelo. Se il clima è invece temperato, la potatura potrà essere eseguita appena dopo la fioritura, in modo che la pianta sviluppi le gemme laterali per l'anno successivo. Il colore delle ortensie, come accennato all'inizio, subisce l'influenza del terreno. Le specie a fiore rosa produrranno fiori azzurri se coltivate in un substrato acido, con pH 4,5. Le specie a fiore azzurro, al contrario, producono fiori rosa con terreno alcalino, a pH da 7,5 in su. Substrati con pH intermedio (tra 4,5 e 7,5) daranno colorazioni variabili tra il rosa ed il rosa forte e tra il blu e l'azzurro.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO