Rosa di Natale

Origine e habitat della rosa di Natale

La rosa di Natale, definita 'helleborus niger', è una varietà perenne del genere 'helleborus' appartenente alla famiglia delle 'ranunculaceae'. Sembra che la denominazione scientifica sia stata attribuita alla pianta da Linneo nel 1753. Originaria dell'Europa centrale, la rosa di Natale è diffusa soprattutto lungo l'arco alpino tra Italia e Austria e cresce prevalentemente nei sottoboschi, nelle pinete, nelle faggete e nelle macchie di montagna. In genere si può trovare questo genere di elleboro sui rilievi nella fascia altimetrica compresa tra i 300 e i 1000 metri di altitudine. La rosa di Natale è spesso coltivata per abbellire il giardino quando le altre piante sono a riposo durante l'inverno. Infatti capita spesso di assistere alla fioritura invernale sotto un bel manto nevoso. In natura poi possiamo trovarne almeno 30 varietà differenti.
Esemplare di rosa di Natale dai fiori bianchi

Lampada Proiettore Stelle FKANT Luce Notturna Bambini con 4 Colori Lampadine LED, USB Cavo, 100% Materiali di Sicurezza per Bambino, 3 Pulsanti Possono Offrire 34 Combinazioni Diverse, Ruotabile Proiettore Luci perfetto per Regali di Natale (Rosa)

Prezzo: in offerta su Amazon a: 15,99€
(Risparmi 7€)


Struttura della rosa di Natale

Rosa di Natale dai fiori lilla La rosa di Natale è una pianta erbacea perenne che può raggiungere un'altezza massima di circa 15-30 cm. Si tratta di una varietà rizomatosa, ovvero le sue gemme sono disposte sotto terra. Abbiamo nella zona sotterranea un rizoma breve ma carnoso mentre fuori dal terreno spunta un fusto erbaceo che si diparte in varie ramificazioni soltanto con la fioritura. I piccoli rami della pianta sono coperti di foglie picciolate leggermente palmate mentre i fiori sono soprattutto ermafroditi e composti da un calice di 5 petali. Questi fiori sono grandi circa 10 cm, sbocciano tra dicembre e marzo e in genere si presentano di un candido colore bianco con venature rosa e porpora in alcuni casi. I frutti invece sono delle piccole capsule che contengono molti semi neri.

  • rosa marie louise Come molte altre piante descritte in altri articoli, anche la rosa presenta numerosissime specie e varietà che traggono la loro origine in Europa ed Asia e sono particolarmente diffuse nelle zone dell...
  • rosa ruggine La rosa è una delle piante maggiormente colpite da malattie più o meno gravi. In questo articolo vi parleremo delle più frequenti causate da funghi, parassiti, virus o comportamenti di manutenzione e ...
  • rosa In questo articolo vi parleremo e spiegheremo dell’innesto della rosa, delle sue fasi, degli utensili necessari e tanto altro. Innestare una rosa non è difficilissimo, anche se bisognerà seguire alc...
  • Nel corso del tempo, i petali di rosa sono stati considerati un simbolo di romanticismo, amore, fortuna nelle questioni di cuore, ma altri significati sono legati alla tonalità e all’intensità del lor...

Lerway 2.2M LED Rose Fata Fiore Flessibile 20 Rosa Luci Stringa per Giardini, Prato, Patio, Alberi di Natale, Matrimoni, Feste, Bar, Club, Piscina Coperta e la Decorazione Esterna

Prezzo: in offerta su Amazon a: 8,99€
(Risparmi 5€)


Coltivazione della rosa di Natale

Rosa di Natale sotto la neve La coltivazione della rosa di Natale non è così diffusa in Italia poiché la pianta cresce soprattutto nelle zone montuose ed è quindi più difficile ricrearne le condizioni ideali. La rosa di Natale non ama il caldo torrido ed è meglio collocarla in una zona di semi-ombra o magari vicino un muro o sotto un albero. Sarà bene scegliere un terreno più alcalino, umido e ricco che andrà concimato leggermente almeno una volta all'anno. La rosa di Natale andrà innaffiata con regolarità ma senza esagerare per evitare i dannosi ristagni d'acqua. Soltanto in estate è bene irrigare con più frequenza per evitare l'essiccazione dei delicati rizomi. La pianta sarà più rigogliosa a partire da settembre e fino ad aprile, fiorendo soprattutto nei mesi invernali. Infine non sarà necessario potare ma basterà rimuovere le foglie e i rami secchi.


Rosa di Natale: Curiosità sulla rosa di Natale

Esemplare di rosa di Natale in bosco Nonostante il suo aspetto innocente e 'candido' come la neve, la rosa di Natale è comunemente inserita nella lista delle piante velenose. Infatti questa specie delle ranunculaceae contiene l'elleborina e altre sostanze tossiche molto pericolose per la salute che possono anche causare vomito, diarrea e addirittura l'arresto cardiaco. Il veleno può entrare in circolo non soltanto se viene ingerito in grandi quantità ma anche per via epidermica ed è quindi bene lavarsi le mani quando si tocca la pianta e soprattutto i rizomi. Nell'antichità la rosa di Natale era perfettamente conosciuta e impiegata come rimedio naturale per le sue proprietà diuretiche e cardiotoniche. A causa dell'alta tossicità della pianta e dei dannosi effetti collaterali ormai non è più utilizzata come pianta fitoterapica.


Guarda il Video
  • rosa di natale Gli Ellebori sono piante perenni, con radice rizomatosa, diffuse in natura nella flora italiana ed Europea; le specie no
    visita : rosa di natale

COMMENTI SULL' ARTICOLO