Malattie pomodori

Patologie del pomodoro

Questa diffusissima pianta erbacea risulta apprezzata e coltivata in ogni angolo del pianeta per i suoi succulenti e pregiati frutti, largamente utilizzati in ambito gastronomico e culinario. Può accadere, peraltro, che nel corso della coltura si verifichino talune malattie pomodori, addebitabili a inidonee condizioni di habitat oppure a errori nella tecnica colturale, che incidono notevolmente sulle condizioni di crescita e sviluppo della pianta e, di conseguenza, sulla produzione delle bacche. Le affezioni più gravi e diffuse sono in prevalenza determinate dall'azione patologica di funghi e miceti, come la ruggine, la peronospora e l'oidio, ovvero dall'attacco altrettanto dannoso di varie specie di insetti e parassiti, in fase adulta o anche allo stato larvale, quali ad esempio gli afidi e le cimici.
Piante pomodori

COMPO CONCIME UNIVERSALE BIOLOGICO PER PIANTE ORTICOLE E DA FRUTTO CONF. DA 1 LT

Prezzo: in offerta su Amazon a: 8,9€


Malattie pomodori crittogamiche

Ruggine fogliame Una delle prevalenti malattie pomodori è la ruggine: si manifesta normalmente in periodo primaverile e provoca un iniziale ingiallimento del fogliame, seguito rapidamente dall'imbrunimento a chiazze anche delle bacche. Il migliore contrasto avviene con la prevenzione, attraverso l'impiego periodico di fungicidi a composizione rameica o cuprica. Un'altra grave affezione, determinata in prevalenza dall'eccesso di umidità ambientale, è sicuramente la peronospora. Si tratta di una patologia che in principio colpisce le foglie della pianta, macchiandole e formando una muffa biancastra, e successivamente si estende ai frutti, portandoli all'immarcimento. In presenza di attacco, converrà impiegare tempestivamente un idoneo e specifico anticrittogamico che preveda la presenza del principio attivo fosetil alluminio, capace di stimolare naturalmente i meccanismi di difesa della pianta.

  • Pomodoro cuore di bue Il pomodoro cuore di bue è originario degli Stati Uniti e fu importato in Europa verso il 1500; presenta frutti di forma piuttosto irregolare che possono, anche se raramente, arrivare ad un peso di me...
  • pomodori serra inverno Il pomodoro è una pianta che si adatta a diversi climi e terreni, per la sua coltivazione in inverno però necessita di essere protetto in quanto teme le temperature troppo fredde e le gelate.La cosa...
  • pomodori Il pomodoro appartiene al gruppo delle solanacee ed è una pianta che produce dei frutti commestibili, nella maggior parte dei casi, di colore rosso, molto usati in cucina per prepare insalate, sunghi,...
  • coltivazione pomodori Oltre alle classiche cure come una giusta annaffiatura, un terreno adatto, la concimazione necessaria ecc., la pianta del pomodoro necessita di alcuni interventi atti a farla sviluppare e crescere al ...

CALCIO LIQUIDO AL.FE

Prezzo: in offerta su Amazon a: 14,5€


Ulteriori malattie pomodori

Pianta pomodoro infettata Ulteriore grave e pericolosa affezione crittogamica che può attaccare i pomodori è senza dubbio l'oidio. Questa patologia si palesa con un pulviscolo grigiastro sulle foglie che velocemente si espande su tutto il vegetale, provocandone il deterioramento e, infine, l'avvizzimento. Il contrasto dovrà prevedere, oltre all'impiego di prodotti a base di tebuconazolo o metrafenone, la riduzione del tasso di umidità ambientale, anche attraverso il miglioramento del drenaggio del suolo. Tra le malattie pomodori, inoltre, si evidenziano quelle, più sporadiche, dovute ad imprecisioni nella periodica opera di fertilizzazione. Difatti, l'uso di fertilizzante composto prevalentemente dalla componente azotata, a scapito delle altre ordinarie macrocomponenti, può arrecare lesioni e danneggiamenti all'intera pianta: nel caso, sarà sufficiente limitare e correggere la concimazione.


Cause da animali

Pomodoro parassiti Il pomodoro, in conclusione, potrà essere colpito da numerosi insetti e parassiti animali, quali a mero titolo di esempio gli afidi e le cimici verdi. I primi, comunemente chiamati pidocchi delle piante, sono minuscoli e nocivi insetti che si alimentano abitualmente della linfa contenuta nel fogliame e nei germogli della pianta, deteriorandola anche gravemente e favorendo la possibile insorgenza di patologie crittogamiche. Andranno contrastati con semplici accorgimenti o con insetticida contenente imidacloprid. Le cimici, invece, sono insetti che si cibano soltanto di vegetali e specialmente delle foglie e delle bacche dei pomodori, determinando danneggiamenti anche di rilievo alla produzione e alla commercializzazione. Nel loro contrasto, sarà consigliabile l'utilizzo di rimedi a base di aglio o di antiparassitari piretrali di tipo biologico.



Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO