aloe dentifricio

Uso aloe

Come spesso abbiamo avuto modo di notare, la pianta di aloe è, senza ombra di dubbio, una di quelle che si caratterizza per essere più ricca di principi attivi e di sostanze curative.

Già le popolazioni antiche avevano cominciato ad intuire come questa pianta fosse quasi miracolosa: nonostante fossero privi di tutti quei mezzi scientifici e tecnologici di cui possiamo disporre al giorno d’oggi, ebbero già il merito di sperimentare e di utilizzare l’aloe come cura a diversi mali e per vari scopi.

E’ sufficiente pensare come la medicina egizia e quella cinese, già circa nel 1500 avanti Cristo, sfruttano la pianta di aloe e i suoi estratti per la cura di ulcerazioni, ferite, malattie della pelle e parassiti intestinali.

Dopo tanti decenni in cui questa pianta non venne più sfruttata adeguatamente e in cui finì nel più profondo silenzio, finalmente, dalla metà del Novecento a questa parte la ricerca scientifica si è sviluppata ed è in grado attualmente di confermare le qualità terapeutiche importanti che caratterizzano questa pianta.

Ovviamente gli usi dell’aloe sono estremamente differenti e molto più variegati rispetto a quanto avveniva millenni fa: ovviamente la possibilità di disporre di mezzi tecnologicamente più avanzati ha permesso anche di estrarre le sostanze contenute all’interno della pianta di aloe in maniera più veloce e anche maggiore.

aloe dentifricio

Sharples & Concessione Ltd Petkin placca e alito Spray fresche, menta Flavour

Prezzo: in offerta su Amazon a: 10,69€


Dentifricio aloe

aloe dentifricio 2Uno dei più interessanti prodotti che si stanno diffondendo nel corso dell’ultimo periodo in commercio è rappresentato dal dentifricio realizzato proprio con l’aloe.

In commercio possiamo trovare un gran numero di dentifrici che sfruttano l’azione idratante e lenitiva dell’aloe.

Ad esempio, il dentifricio di aloe integrato con l’eucalipto è una delle migliori soluzioni per una perfetta igiene orale quotidiana di tutta la famiglia.

Soprattutto per merito dell’altissima percentuale di succo di aloe vera biologica, ma anche per via della presenza di un estratto di malva e di olio essenziale di eucalipto biologico, si tratta di un prodotto che garantisce un effetto rinfrescante e che si dimostra in grado di svolgere un’azione lenitiva all’interno del cavo orale.

Spesso questi prodotti vengono sottoposti a test di natura dermatologica (denominato patch test) e al nichel test, in maniera tale da poter offrire un numero di garanzie sicuramente maggiore ai clienti, soprattutto per quanto riguarda la dermo -compatibilità e la riduzione di tutti quei rischi che sono connessi ad una serie di possibili allergie.

Inoltre, è importante verificare anche come il dentifricio all’aloe non presenti degli aromatizzanti di sintesi.


  • prodotti aloe Riprendendo la frase di Ippocrate, uno dei più grandi medici dell’antichità, che volle esaltare le proprietà terapeutiche e l’azione benefica di alcune piante con il detto “Il medico aiuta, ma la natu...
  • aloe succo Il succo di Aloe viene estratto direttamente dalle foglie di un gran numero di piante che appartengono alla specie Aloe, una delle piante più famose per via delle sue numerose proprietà medicinali e b...
  • controindicazioni aloe L’aloe vera è una pianta che vive molto bene anche all’interno degli appartamenti ma può vantare una lunghissima storia come pianta “miracolosa” e panacea di tutti i mali: nell’antichità, infatti, ven...
  • Aloe ferox Come tutte le specie di aloe, produce due differenti tipologie di secrezioni che possono essere utilizzate per scopi terapeutici: il succo e il gel. Il succo (o lattice) è la secrezione che viene prod...

Aloe vera 97,5% gel - 200 mL

Prezzo: in offerta su Amazon a: 17€


Tipologie dentifricio aloe

aloe dentifricio 3 Il succo di aloe vero biologico che viene utilizzato per la formazione di un gran numero di dentifrici che sono presenti al giorno d’oggi in commercio, si caratterizza per svolgere tre importanti azione: innanzitutto, quella rinfrescante, dato che è in grado di garantire una sensazione di freschezza all’intero cavo orale; in secondo luogo, bisogna sottolineare anche l’importanza dell’azione lenitiva, nel caso in cui si fossero verificati degli arrossamenti o delle infiammazioni alle gengive: in questi casi il dentifricio di aloe riesce a garantire un minimo di sollievo alla parte interessata dall’infiammazione; infine, svolge anche una funzione protettiva, dal momento che è in grado di rinforzare le gengive.

Inoltre, la presenza (che avviene in un gran numero di prodotti) di elementi erboristici come malva ed eucalipto, permette a questa tipologia di dentifricio di svolgere un’azione prettamente lenitiva e purificante.

Infatti, la presenza di malva, eucalipto e aloe vera, consente di svolgere la funzione di protezione dell’intero cavo orale, lottando efficacemente nei confronti della formazione della placca batterica, in maniera tale da consentire anche il ripristino dell’equilibrio fisiologico ottimale e, al contempo, assicurando una prolungata e piacevole sensazione di freschezza.

L’aloe vera, dal momento che è una pianta particolarmente diffusa per le sue proprietà riepitelizzanti e decongestionanti, permette di dare una grande mano alla conservazione di gengive forti e, soprattutto, sane, in maniera tale da eseguire, al contempo, un’importante azione di tonificazione.

Esistono anche molti altri dentifrici che contengono solamente aloe pura al 100%, che non è stata precedentemente pastorizzata e che non ha dovuto subire filtraggio a carboni, in maniera tale da conservare anche il più piccolo residuo di principio attivo.

Il succo di aloe, in particolar modo, si caratterizza per essere, grazie alla notevole quantità di principi attivi ivi presente, uno dei componenti più importanti per quanto riguarda i settori e le linee cosmetiche di tutto il mondo.

Proprio grazie alle sue proprietà lenitive e cicatrizzanti, che vengono potenziate quando l’aloe rimane pura al 100 per cento, i prodotti che sfruttano l’aloe vengono anche frequentemente utilizzati in odontoiatria per fare in modo di alleviare un gran numero di dolori e di dare un grande ed efficace aiuto al recedere di possibili lesioni del cavo orale.

L’utilizzo quotidiano del dentifricio di aloe vera permette di garantire un’ottima igiene orale, facendo anche in modo di apportare un notevole senso di freschezza ogni giorno e, al contempo, la conservazione di una bocca sana.

Il succo di aloe vera è davvero molto utile nel momento in cui si trova all’interno del dentifricio, dato che permetterà di svolgere una funzione di protezione del cavo orale e delle gengive soprattutto per merito, come dicevamo già in precedenza, delle sue fondamentali proprietà lenitive.

E’ importante evidenziare come molti dentifrici che sfruttano l’aloe vera, sono integrati anche con la propoli: dall’unione di questi due potenti elementi, si può ottenere un prodotto che garantisce un elevato livello di efficacia nei confronti della lotta contro la placca, permettendo, in ogni caso, di avere un alito sempre fresco e delicato.

Spesso questa tipologia di dentifrici svolge anche un’importante funzione antinfiammatoria a livello delle gengive, ma anche su quei tessuti di rivestimento interno della bocca, sia che si tratti di soggetti adulti, sia che si parli di bambini.

Nel momento in cui non è possibile usare lo spazzolino per via della fastidiosa presenza di infiammazioni alla bocca, in alcuni casi questi prodotti possono essere applicati anche direttamente sulla parte coinvolta dal dolore.

La concentrazione di aloe che è necessaria per garantire una pulizia dentale efficace è , nella maggior parte dei casi, assegnata dopo una serie di test approfonditi.

In molti casi, infatti, questi dentifrici hanno un’importante efficacia con un effetto abrasivo così ridotto che certi centri dentistici li definisco addirittura dei veri e propri “gel” per una pulizia dentale ottimale.


Come usare dentifricio aloe

Per quanto riguarda il modo d’uso che caratterizza questa tipologia di prodotti, non si discosta assolutamente dall’utilizzo dei tradizionali dentifrici: anzi, il consiglio è sempre quello di usare il dentifricio all’aloe più di una volta al giorno, lasciandolo agire in bocca per qualche minuto e poi provvedendo ad un ottimo risciacquo.

Tante volte la produzione, in ambito dentistico, di prodotti che sfruttano l’aloe vera, non si limita alla realizzazione di dentifrici, ma si estende a tutta una serie di accessori, come ad esempio gel o collutori.

Questi prodotti sono in grado di svolgere un’importante azione benefica, equilibrando il pH del cavo orale, per un tempo minimo di almeno cinque ore, in maniera tale da proteggere i denti tra le varie applicazioni.

Inoltre, soprattutto per merito della presenza di interessanti e importanti proprietà antibatteriche ed emolliente, questi prodotti garantiscono una bocca davvero freschissima, ma soprattutto dei benefici che si possono notare anche a lungo termine.

Mantenendo intatte le capacità antibatteriche, il dentifricio all’aloe vera permette di contrastare efficacemente la placca e conserva l’alito il più fresco possibile: si tratta di un prodotto che risulta estremamente efficace anche nel caso in cui ci sia un minimo di sanguinamento delle gengive oppure sia evidenziata la presenza di ulcere in bocca.


aloe dentifricio: Gel lucidanti aloe

Inoltre, il basso tasso di abrasività permette di chiamare questi prodotti con il nome di gel lucidanti, più che veri e propri dentifrici; senza dimenticare che permettono anche di rimuovere quella fastidiosa sensazione di caldo-freddo e fornisce un valido supporto in tutti quei casi di piorrea.

Recenti studi effettuati dal Pushpagiri College of Dental Sciences di Tiruvallam, in India, hanno dimostrato come l’aloe vera può essere particolarmente efficace anche quando si tratta di mantenere i denti sani e la bocca in salute.

Il gruppo di ricerca composto dal dottor Dilip George e dai suoi colleghi, ha sperimentato gli effetti del gel di aloe vera, mettendoli a confronto con due famosi dentifrici in pasta.

La scoperta è stata che il gel di aloe vera non ha davvero nulla da invidiare agli altri due dentifrici in pasta, sia nell’azione tradizionale di rimozione della microflora batterica del cavo orale sia nell’eliminazione della placca.

Al contempo, il gel di alo vera non presenta il medesimo effetto abrasivo dei tradizionali dentifrici, che possono provocare disturbi alle gengive e ai denti sensibili.

Inoltre, per contrastare efficacemente i germi, il gel di aloe vera si è dimostrato migliore rispetto alle normale pasti dentifrice, limitando anche il possibile dolore che può essere causato dalle infezioni o dalle infiammazioni, per merito della presenza di un elevato quantitativo di antrachinoni.

Gli scienziati hanno evidenziato, però, come quest’ultimo effetto potrebbe non risultare da tutti i prodotti di aloe vera gel presenti in commercio, dal momento come sia necessario accertarsi della qualità del processo di estrazione e trasformazione, verificando la presenza del controllo di organismi appositi, come ad esempio l’IASC, l’International Aloe Science Counsil.

Infatti, nel momento in cui si svolge il processo di estrazione e trasformazione, nel caso in cui non venga eseguito in modo curato ed approfondito, si potrebbero perdere numerosi principi attivi, così come si potrebbe verificare la medesima sorte a causa di trattamenti di calore eccessivo o per via di filtraggi eseguiti scorrettamente.



COMMENTI SULL' ARTICOLO