programmatori a batteria

Cosa sono

I programmatori a batteria sono usati per rendere autonomo il sistema d’irrigazione in maniera tale che possa entrare in funzione secondo i parametri stabiliti e segnati su un programmatore.
programmatori a batteria

Programmatori a batteria RAIN BIRD Serie TBOS-ll 6 Staz.

Prezzo: in offerta su Amazon a: 311,99€


Caratteristiche

programmatori a batteria per impianto irrigazioneIl programmatore a batteria è fondamentalmente un’unità di comando che gestisce l'impianto d’irrigazione. Si tratta effettivamente di una soluzione piuttosto comoda che oggi adotta la maggior parte delle persone che decidono di realizzare un impianto d’irrigazione per il loro giardino. La comodità principale sta proprio nel fatto che, anche in assenza del padrone di casa, il programmatore comunicherà con l'impianto d’irrigazione che entrerà in funzione secondo i parametri impostati. In questo modo il giardino sarà comunque irrigato e questo permetterà un’ottima gestione dello spazio verde. Se il lavoro di realizzazione di un impianto d’irrigazione è affidato a una ditta specializzata, si ha l'opportunità di indicare il desiderio di voler avere un programmatore e a occuparsi dell’installazione saranno gli operai, se invece l’impianto dovrà essere realizzato personalmente occorrerà avere le conoscenze minime per poterlo scegliere. Solitamente il programmatore a batteria è dotato di un’elettrovalvola. La batteria ha una durata di circa un anno e occorre quindi ricordarsi di sostituirla una volta trascorso questo tempo. Il programmatore deve essere regolato e può garantire una o due irrigazioni a intervalli di un giorno, due giorni o tre giorni con una durata variabile. Nel caso in cui siano necessarie due irrigazioni al giorno, si deve anche stabilire il tempo di pausa. Il programmatore a batterie si presenta come un piccolo macchinario dalla forma rettangolare dove è presente un display con dei comandi. Attraverso questi comandi si deve impostare il suo funzionamento. Naturalmente, dopo i primi giorni occorre verificare se effettivamente il sistema funzioni e qualora non dovesse essere così, occorre intervenire per verificare il guasto. A seconda del modello scelto, il funzionamento è diverso con impostazioni di tempo differenti. In questo modo il programmatore è in grado di rispondere perfettamente alle esigenze del cliente. Naturalmente l'adeguata irrigazione deve essere riferita al tipo di piante e fiori che si trovano in giardino. Ad esempio, laddove fossero presenti soprattutto piante grasse, che necessitano di una quantità d'acqua molto limitata, deve essere regolato per una periodicità costante solo in uno spazio del giardino dove sono presenti piante differenti. Durante la fase di progettazione del giardino, quando il cliente sceglie anche le piante, è bene chiedere la quantità di acqua necessaria per poterle innaffiare. In molti casi si consiglia di scegliere piante e fiori che abbiano la medesima necessità in modo tale che tutta la vegetazione riceva uniformemente la quantità d'acqua necessaria. Il programmatore a batteria funziona manualmente anche nei pozzetti allagati.

    Programmatori a batteria RAIN BIRD Serie TBOS-ll 4 Staz.

    Prezzo: in offerta su Amazon a: 320,58€


    Come sceglierlo

    Il programmatore a batterie per un impianto d’irrigazione deve essere scelto tenendo presenti le sue specifiche caratteristiche. Si tratta di dover leggere accuratamente la scheda descrittiva perché ogni modello permette un intervallo differente di tempo per l'irrigazione. La scelta può essere supportata anche dall’aiuto del rivenditore il quale senz'altro chiederà al cliente il tipo di piante che ha in giardino e la quantità d'acqua che devono ricevere quotidianamente. Utilizzando un programmatore si evita il disturbo quotidiano di dover aprire il rubinetto. In questo modo il sistema è in grado di funzionare autonomamente senza alcuna presenza. Inoltre la programmazione può anche essere modificata, cosa che deve accadere durante il periodo invernale quando le temperature scendono drasticamente e questo influisce anche sulla diversa necessità delle piante di ricevere acqua. Bisogna dunque ricordarsi di cambiare impostazione e quindi programmare diversamente il ciclo d'irrigazione tenendo presente anche la frequenza delle piogge durante l'inverno. Per questo motivo esiste un dispositivo in grado di bloccare l'irrigazione in caso di pioggia, così da far risparmiare l'acqua, ma anche per evitare che le piante ne ricevano troppa in quella determinata giornata. Qualora non fosse presente questo dispositivo in grado di individuare la presenza di pioggia e quindi bloccare il sistema, il cliente dovrà personalmente cambiare impostazioni al programmatore. Naturalmente ciò non può essere deciso a inizio stagione perché non si può conoscere la frequenza delle piogge, ma solo a metà stagione ci si potrà rendere conto di come impostare il sistema.


    programmatori a batteria: Dove acquistare

    Il programmatore a batteria si acquista presso i negozi che si occupano di vendita per articoli per agricoltura e per il giardinaggio, ma anche presso i negozi del fai da te. Il cliente troverà una scelta davvero ampia di programmatori a batteria che potranno diversificarsi tra loro non solo per funzioni ma anche in riferimento alla grandezza. L’acquisto, oltre a poter essere effettuato in un negozio tradizionale, può essere anche effettuato attraverso Internet, su siti che si occupano di giardinaggio. L'acquisto avviene direttamente in rete e l'oggetto è consegnato a domicilio. Il cliente deve subito verificare il corretto funzionamento dell'oggetto ricevuto e, nel caso in cui dovesse notare dei difetti, deve contattare il rivenditore e seguire la procedura indicata sul sito per la restituzione. Durante i primi giorni il programmatore a batteria deve essere controllato soprattutto per essere certi di aver impostato secondo i parametri necessari la funzionalità dello stesso. All'interno della confezione sono presenti inoltre tutte le istruzioni necessarie per poter mettere in funzione il programmatore, e soprattutto occorre tener presente che dopo circa un anno di utilizzo bisognerà cambiare la batteria, altrimenti si rischia di non innaffiare più il giardino.



    COMMENTI SULL' ARTICOLO