Pidocchi piante rimedi naturali

Rimedi naturali parassiti piante

Le piante possono essere colpite da numerosi parassiti, tra cui afidi, acari e cocciniglie. La pericolosità dei parassiti deriva dal fatto che si nutrono di linfa vegetale, togliendo energia alle piante e conducendole al disseccamento e poi alla morte. Molti di questi parassiti sono difficili da debellare, specie se l’infestazione è troppo estesa. In genere, per combattere i parassiti si usano gli insetticidi o pesticidi chimici. Questi prodotti, però, oltre a danneggiare l’ambiente, uccidono anche gli insetti buoni. Quali rimedi usare, dunque, per combattere i fastidiosi nemici delle piante? I rimedi migliori sono quelli selettivi e specifici per i parassiti, meglio se naturali o biologici. I rimedi biologici sono ottenuti da sostanze già esistenti in natura e innocue per l’ambiente.

afidi

VISCHIO ENTOMOLOGICO NON VELENOSO PER IL CONTROLLO DEGLI INSETTI TUBETTO DA 135 GRAMMI

Prezzo: in offerta su Amazon a: 16€


Pidocchi delle piante

afidi sulle rose Tra i parassiti vegetali più fastidiosi non possiamo dimenticare gli afidi, minuscoli insetti appartenenti alla famiglia degli afidoidei e chiamati anche “pidocchi delle piante”. Appartenenti a varie specie, gli afidi sono insetti di colore verde, giallo o nero, con o senza ali, che grazie a un apparato boccale pungente e succhiatore si nutrono della linfa delle piante. Gli afidi possono colpire qualsiasi specie di pianta, da quella ornamentale, agli alberi da frutto. I climi secchi e aridi sono spesso responsabili della comparsa di questi pidocchi, che si mostrano molto vulnerabili all’acqua e all’eccessiva umidità. Un rimedio naturale per combattere gli afidi è proprio la regolare somministrazione di acqua alle piante. Le irrigazioni regolari, e in grado di mantenere costante l’umidità del terreno, allontanano il rischio di infestazione di questi insetti. Naturalmente le irrigazioni non devono inzuppare troppo il substrato, perché altrimenti si rischia di provocare marciumi radicali o altre malattie fungine.

  • mimosa La mimosa, o meglio Acacia dealbata, ha origine nella zona del sud-est australiano e della Tasmania (in queste zone può raggiungere anche l’altezza di 20-25 metri). In Europa fu importata verso il 19...
  • caerulea Il nome passiflora deriva dal latino e significa fiore della passione, questo perché alcune delle parti di questa pianta hanno una somiglianza con alcuni simboli religiosi della passione di Gesù. E’ u...
  • asparago L’asparago è una pianta perenne. In tempi antichi veniva coltivato nel Medio Oriente, in Egitto e in Grecia, pare che in Europa la coltivazione sia iniziata verso il 1400 dove i maggiori produttori so...
  • foto afidi La mia terrazza è stata sempre abbellita da piante verdi e fiorite. Da due anni a questa parte alcuni arbusti (lauroceraso, viburno, ligustro, gelsomino, camelia...) hanno le foglie che si anneriscono...

BIOATTIVATORE NATURALE Omeopatico INSETTI INFESTANTI 1000 ML

Prezzo: in offerta su Amazon a: 26€


Rimedi a base di aglio

rimedi contro afidi Si dice che l’aglio sia un ottimo rimedio naturale contro i pidocchi delle piante. Questo bulbo si può interrare alla base della pianta per tenere lontani proprio gli afidi, ma anche altri parassiti, come gli acari. Sull’aglio vanno praticate delle incisioni per non farlo germogliare. Dopo averlo tagliato, lo si interra per consentire alle radici di assorbire i suoi componenti. Entro pochissimi giorni, si potrà notare l’allontanamento e la scomparsa dei parassiti. In alternativa si possono interrare anche dieci spicchi d’aglio già germogliati, che daranno vita a nuove piantine. L’aglio si può anche tritare finemente e diluire in acqua. Questa va poi spruzzata sulle foglie , in modo da causare la fuga dei parassiti.


Pidocchi piante rimedi naturali: Rimedi naturali contro gli afidi

afidi I parassiti delle piante si possono combattere anche con una soluzione di acqua e tabacco. Il rimedio consiste nell’immergere delle sigarette fumate in due litri d’acqua. La soluzione si tiene in infusione per una notte, poi si filtra e si spruzza sulle foglie attaccate dai parassiti. La soluzione si lascia agire per tutta la giornata, in modo da esplicare la sua azione repellente contro i pidocchi delle piante. Al termine, è meglio lavare le foglie con acqua naturale, perché i residui del tabacco potrebbero danneggiarle.

Un'altro metodo per contrastare efficacemente questi parassiti è quello di ricorrere ad un macerato di ortica, che andrà poi vaporizzato sulle piante colpite. Per la preparazione di questo composto si possono impiegare tutte le parti della pianta, sia essa appena raccolta che fatta prima essiccare, così da averla disponibile in ogni periodo dell'anno. Le proporzioni da impiegare sono 100 gr di ortiche fresche o 20 di quelle essiccate per ogni litro di acqua utilizzato. Il consiglio è di utilizzare un recipiente in materiale plastico e di mettere le ortiche all'interno di un telo, una rete o delle garze, così che poi sarà più semplice raccoglierle per il filtraggio. Occorre lasciare le ortiche in acqua a macerare per circa 12 ore, se si vuole usare il composto come rimedio contro gli afidi, lasciando il recipiente aperto, magari protetto con una retina sottile. Il macerato può essere impiegato anche come fertilizzante naturale, in questo caso va lasciato riposare per 15 giorni, per poi essere diluito con una percentuale di 1 a 10.


Guarda il Video
  • parassiti delle piante In questa sezione parleremo dei principali parassiti che attaccano le piante provocando loro danni più o meno gravi. Spi
    visita : parassiti delle piante
  • pidocchi delle piante Gli afidi sono una grande famiglia di insetti patogeni delle piante. Ne esistono circa 4000 specie classificati in 10 fa
    visita : pidocchi delle piante
  • afidi rimedi Questi piccoli insetti vengono anche detti pidocchi delle piante; ne esistono varie specie, che in genere differiscono p
    visita : afidi rimedi
  • afidi neri Buongiorno, ho un ciliegio di circa dieci anni che ormai da tre anni produce un sacco di fruttiche però prima di arrivar
    visita : afidi neri

COMMENTI SULL' ARTICOLO