Peonia erbacea

vedi anche: Peonia

Storia della peonia erbacea

Questa pianta ha origini antichissime, è citata già in testi di 2.000 anni fa. In Cina, già 1.000 anni prima di Cristo la peonia era protetta dall'imperatore che acquistando le varietà più belle spronò il lavoro degli ibridatori. Il livello di diffusione ed apprezzamento era tale che le stesse divennero il principale motivo decorativo delle stupende porcellane cinesi nelle epoche Ching e Ming. In Europa si dovrà attendere il XVIII secolo perché si comincino ad apprezzare le peonie, grazie a botanici inglesi e francesi che con i loro viaggi le introdussero nel Vecchio Continente. Le peonie erbacee furono spesso raffigurate in quadri religiosi dedicati alla Madonna e coltivate a scopo ornamentale nei giardini e negli orti. All'inizio del ‘900, furono incrociate peonie di specie diverse, ottenendo i primi ibridi
cespuglio peonie

1 PIANTA PAEONIA LACTIFLORA COLORI ASSORTITI ROSA ROSSO BIANCO VASO DA 11 CM FIORI PEONIA ESTERNO GIARDINO

Prezzo: in offerta su Amazon a: 16,8€


Coltivazione della peonia erbacea

peonia erbacea rosa La parte aerea muore nell'inverno, per ricacciare nella primavera. Fiorisce dalla metà di aprile alla fine di giugno, con tonalità dal rosa al cremisi. Recidere i suoi fiori alla mattina, immergendoli subito nell'acqua e tenendoli in un ambiente fresco, al riparo dalla luce solare. Dureranno sicuramente di più se li reciderete quando saranno ancora dei grossi boccioli. Richiede una buona aerazione ed il pieno sole o la mezz'ombra, a seconda delle regioni. All'ombra la peonia sopravvive, ma tende ad una fioritura scarseggiante. Il clima: mite, la fioritura precoce la esporrebbe alle gelate. Il terreno più indicato è quello argilloso, ma se compatto, aggiungere dell'humus e della sabbia per renderlo un pò più permeabile. Concimatura autunnale con del letame vecchio, ben decomposto. Annaffiare moderatamente, al mattino, in estate.

  • fiore di peonia rosa Il fiore della peonia è tra i più venerati in Oriente da migliaia di anni come portatore di fortuna e di un matrimonio felice. Appariscente, lussureggiante, elegante incarna amore e affetto, prosperit...
  • peonia Le peonie sono piante molto decorative e ampiamente usate sia nelle composizioni floreali che nella decorazione di giardini ed aiuole. Si tratta di piante semplici da coltivare e con pochissime necess...
  • Fiore di peonia La peonia erbacea, a differenza di quella arbustiva, si caratterizza per la completa scomparsa della parte aerea nel periodo invernale. Le sue radici carnose permettono di immagazzinare sostanze neces...
  • una peonia rosa acceso La peonia è conosciuta in Europa come "rosa senza spine" e proprio come la rosa, è da secoli considerata simbolo di messaggi amorosi e passionali. Come immagine iconografica è ampiamente diffusa in or...

1 PIANTA DI PAEONIA SUFFRUTICOSA ARBOREA XUE TA VASO 11CM peonia perenne

Prezzo: in offerta su Amazon a: 9,95€


Moltiplicazione e riproduzione delle peonia erbacea

pianta di peonia erbacea pronta per l'impiantoLa peonia si moltiplica nel periodo che va da settembre a fine novembre: la pianta avrà tutto il tempo di sviluppare un apparato radicale adatto entro la primavera. Se il suolo non è gelato durante il giorno, si può piantarla anche in inverno; è possibile farlo anche dopo il mese di marzo, ma è una tecnica per le piante coltivate in vaso. Il ph del terreno dovrebbe oscillare tra 6,5 e 7. Un buon impianto richiede una dissodatura del terreno ed eventuale miscelazione a sabbia e torba, con letame maturo. Da evitare il contatto diretto delle radici con i fertilizzanti. Attenzione anche ai ristagni idrici: nei terreni molto umidi riporre nella buca di impianto 5-10 cm di ghiaia o materiale grossolano. La moltiplicazione si esegue per divisione dei cespi, con grosse piante che vengono divise anche in 3-4 parti.


Peonia erbacea: principali malattie della peonia erbacea

foto 1: attacco di Botritys sul fogliame di una peonia erbacea Togliere i fiori secchi: la pianta non dedicherà le sue energie alla formazione dei semi; se recidete i suoi steli fiorali fatelo in modo da lasciarne una porzione attaccata alla pianta, con una o due foglie: loro porteranno avanti l'immagazzinamento delle sostanze nutritive per l'inverno. Lasciare la metà degli steli integri è cosa saggia. La peonia è sensibile agli attacchi di due funghi: la Botritys e il Cladosporium. La prima attacca i fusti e i boccioli sui quali si nota l'inconfondibile muffa grigia e le foglie, dove sono evidenti chiazze secche; il secondo forma delle piccole chiazze rotonde e rossicce sulle foglie e sui fusti. Eliminare i fusti seccati a pochi centimetri dal suolo. Il ristagno d'acqua favorisce queste patologie, non esagerate con le innaffiature e moderate le concimazioni azotate.


  • peonia erbacea Ho una peonia "festiva maxima" da tre anni. Cresce bene ma fiori nulla. Quest'anno vedo tanti boccioli piccoli ma sono c
    visita : peonia erbacea

COMMENTI SULL' ARTICOLO