Peonie coltivazione

vedi anche: Peonia

Coltivazione peonie: informazioni generali

Riguardo alla coltivazione delle peonie viene fatta una distinzione in esemplari arbustivi ed erbacei. Entrambi provengono dall’Asia, dall’America, dall’Africa e dall’Europa; tuttavia presentano delle caratteristiche colturali ben distinte. Gli esemplari erbacei possono raggiungere fino a un metro d’altezza e durante la stagione invernale la struttura aerea secca e muore, per poi svilupparsi nuovamente durante la stagione primaverile. Gli esemplari arbustivi invece, possono raggiungere dimensioni massime di circa due metri d’altezza, sono delle piante perenni che mantengono tutto l’anno la loro struttura aerea, però non accrescono di dimensioni. Entrambi gli esemplari sono costituiti da una parte aerea, fogliame di colore verde e caduco, infiorescenze di vario colore (dal rosso, rosa, bianco, giallo a quelle con sfumature), e una struttura radicale molto carnosa, la quale durante la stagione invernale trattiene le sostanze nutritive, permettendo, con l’arrivo della stagione primaverile, una rinascita della peonia.
Coltivazione delle peonie

BULBI PRIMAVERILI PAEONIA SHIRLEY TEMPLE CONFEZIONE DA 1 RADICE BULBS PEONIA

Prezzo: in offerta su Amazon a: 8,9€


Coltivazione peonie

Peonie recise La coltivazione delle peonie segue due filoni ben precisi a seconda dell’esemplare di pianta che si decide di acquistare e coltivare. In linea generale, tutti gli esemplari di peonia preferiscono essere messe a dimora in un ambiente semiombreggiato, in un clima temperato, un terreno molto leggero e ben drenato, in una zona protetta dai venti e soprattutto dalla fredda tramontana. In linea di massima non è un fiore molto esigente, ha bisogno delle giuste annaffiature e di concime maturo attraverso il quale dar vita a infiorescenze e ramificazioni forti e in salute. Nel dettaglio, la peonia arborea è un esemplare molto forte e resistente, si adatta a tutti i climi; deve essere messa a dimora verso ottobre/febbraio; ama sia il pieno sole sia la mezz’ombra. La peonia erbacea ha delle radici molto grosse e resistenti; non tollera ristagni idrici; può essere coltivata sia in pieno sole e sia nella mezz’ombra; fiorisce verso il mese di maggio.

  • erika All’interno di questa sezione parleremo delle piante perenni, cioè quelle che vivono più di due anni; queste piante arricchiscono i giardini di colori meravigliosi soprattutto nella stagione autunnale...
  • rosa Il linguaggio dei fiori era un modo di comunicare molto diffuso nell’800 ma ancora oggi, ad esempio, le rose rosse si regalato per significare passione, quelle bianche purezza e quelle rosa amicizia. ...
  • giardino fiorito Il giardino richiede cura e manutenzione costante, poiché le piante e i fiori devono essere seguite costantemente durante l’anno. Il giardinaggio è la tecnica che si occupa della coltivazione di piant...
  • fioriera da giardino Il giardino è uno spazio verde dove sono predominanti piante e fiori. Se la superficie a disposizione per piantare nella terra le specie vegetali è piuttosto ridotta si può ricorrere all’uso delle fio...

15pcs / peonia semi. Peonia Suffruticosa 12 colori semi di fiori bonsai da interno di semi di fiori casa pianta da giardino peonia

Prezzo: in offerta su Amazon a: 12,94€


Coltivazione peonie: riproduzione

Peonia Dopo aver compreso quelli che sono i caratteri generali per la coltivazione delle peonie, è utile conoscerne le tecniche di riproduzione, in modo tale da poter coltivare le proprie piante senza dover ricorrere, ogni volta, al proprio vivaista di fiducia. La riproduzione delle peonie può avvenire mediante seme, divisione dei cespi, innesto e talea. Solitamente, la moltiplicazione della peonia mediante divisione dei cespi, è una prativa riproduttiva messa in atto per le specie erbacee. Essa avviene o verso la fine della stagione autunnale oppure all’inizio di quella primaverile. In questo caso occorre interrare il rizoma a una profondità compresa tra i cinque e i sei centimetri. L’innesto invece viene messo in atto per la specie arbustiva. Il colletto della peonia deve essere interrato a una profondità di circa 6/7 centimetri, facendo attenzione a ricoprirlo per bene di terra, in modo tale da favorirne la formazione di un apparato radicale autonomo e una successiva messa a dimora in piena terra.


Peonie coltivazione: Coltivazione peonie: pacciamatura

Coltivazione peonie La pacciamatura è una pratica appartenente alla coltivazione della peonia molto importante in quanto, attraverso di essa, si protegge la pianta dai freddi della stagione invernale. Quando si hanno dei rizomi molto piccoli, è necessario proteggerli ponendoli all’interno di serre non riscaldate o in un luogo riparato, soprattutto quando gli esemplari sono molto giovani (circa un anno di vita). La pacciamatura è una pratica (messa in atto durante l’inverno) che segue la messa a dimora in piena terra di rizomi o radici nude. La protezione della parte basale della peonia deve avvenire mediante l’uso di fieno, paglia o foglie; non si utilizza lo stallatico maturo perché può agevolare infezioni fungine. Con l’arrivo della stagione primaverile, si rimuove la pacciamatura. Oltre a questa pratica, per avere delle piante sempre rigogliose e in salute, non si devono interrare poco perché le radici sono esposte agli agenti atmosferici ma, allo stesso tempo se si sotterrano troppo si avranno problemi di fioritura.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO