Piperna

Come annaffiare la pianta di piperna

La Piperna è un’erba aromatica da coltivare in vaso, in giardino o nell’orto a scopo ornamentale e culinario per la sua bellezza e per il suo sapore caratteristico simile al Timo. L'essenza amarognola e piccante della Piperna si sposa perfettamente con piatti di carne bianche e rosse, come conferma una delle ricette più famose della nostra cucina meridionale: il coniglio all'ischitana. Per coltivare la Piperna è buona regola sapere che come il Timo può soffrire di marciume radicale, dunque per annaffiare la Piperna correttamente è bene somministrare regolarmente dosi di acqua non eccessive e, soprattutto se coltivata in vaso, evitare ristagni idrici nel sottovaso. Durante l’estate e nei periodi di siccità prolungata è consigliabile aumentare le annaffiature, mentre nel periodo invernale, se la pianta è in piena terra, diradare o addirittura sospendere le somministrazioni, soprattutto in caso di gelate.
Pianta piperna

Phyto no pick 4 fiale antipulci cani gatti con oli essenziali

Prezzo: in offerta su Amazon a: 16€


Coltivare la pipernia in vaso o in piena terra

Pipernia fiori Appartenente alla famiglia delle Rosaceae, la Piperna è conosciuta anche come Timo selvatico ed è una pianta aromatica perenne che si diffonde spontaneamente in tutta l'area del Mediterraneo e può raggiungere settanta centimetri di altezza. Si presenta con steli eretti sui quali spuntano le foglioline di colore verde intenso, i suoi fiori bianchi sbocciano da aprile fino a luglio. La coltivazione della Piperna è prevalentemente a scopo culinario e fitoterapico, grazie al suo piacevole aroma e per le sue proprietà antibatteriche. La forma della pianta, fitta di ciuffi e di piccole foglie, la rende adatta a deliziose bordure in orti e giardini. Coltivare la Piperna è semplice, è una pianta robusta che sopporta bene anche le basse temperature, purché in condizione di aridità, dato che come il Timo teme l'umido e il ristagno nel substrato. Per la sua coltivazione in vaso o in giardino, va bene qualsiasi tipo di terreno purché permeabile e drenante. Ottimali sono le miscele di terriccio universale con aggiunta di argilla espansa.

  • timo1 Il timo è un piccolo arbusto aromatico che cresce praticamente in tutto il mondo. In Italia lo si può trovare ovunque, sia coltivato che come pianta spontanea. Dalla pianura e fino ad altitudini di 80...
  • Grande coltivazione di timo La timo coltivazione viene eseguita su grandi appezzamenti di terreno. Le foglie di questa pianta sono caratterizzate da un intenso aroma che ben si presta per insaporire pietanze salate di vario gene...
  • Pianta di timo La pianta di timo, il cui nome originario è "thymus" è molto aromatica e appartiene alla famiglia delle "lamiaceae". Ha origini molto antiche e già presso gli antichi egizi il timo veniva utilizzato p...

Eldom MP17 Macina Sale Pepe Elettrico Grigio Verde (Grigio)

Prezzo: in offerta su Amazon a: 13,8€


Come concimare il timo selvatico

Timo selvatico essiccato La Piperna insieme a Origano e Maggiorana è una delle erbe aromatiche più utilizzate in cucina in forma essiccata. A Ischia è molto popolare la Piperna ischitana, utilizzata per aromatizzare ricette di carne e per produrre la pipernella, il liquore ottenuto per infusione, caratteristico dell'isola. La Piperna oltre ad essere un ottimo aromatizzante in cucina è un rimedio efficace per combattere la fermentazione intestinale, ad esempio se la si accompagna a ricette a base di fagioli. La sua raccolta avviene alla fine dell'estate dopo la fioritura. Concimare la Piperna è necessario quando la pianta è coltivata in vaso ed è buona regola utilizzare un concime organico di origine naturale, soprattutto se si vuole coltivare la pianta ad uso alimentare. È buona regola concimare la Piperna una volta all'anno, tra marzo e aprile, dunque poco prima della fioritura.


Piperna: Malattie e rimedi

Pianta attaccata funghi La Piperna è una pianta aromatica e profumata, proprio la sua essenza odorosa la rende resistente agli afidi e ai parassiti animali. Tuttavia tra le malattie della Piperna vi possono essere quelle patologie legate ad attacchi fungini causati da marciume radicale e da eccessive annaffiature, soprattutto se la pianta è in vaso o anche da tagli invasivi delle foglie fresche che, come succede al Rosmarino o alla Salvia, favoriscono l'ingresso degli agenti patogeni. In quel caso la pianta di Piperna va trattata esclusivamente con prodotti atossici o con specifici antiparassitari per orto a base di rame quali: la poltiglia bordolese, un composto che applica la sua azione sulla maggior parte dei parassiti, oppure i prodotti anticrittogamici a base di zolfo, rame e sodio, da preparare al momento e secondo le istruzioni allegate alle confezioni.


  • piperna Per quanto concerne le innaffiature della Piperna, è necessario procedere specialmente durante i periodi più caldi in cu
    visita : piperna

COMMENTI SULL' ARTICOLO