Salvia coltivazione

vedi anche: salvia

Caratteristiche principali della pianta di Salvia

Al genere botanico Salvia, della famiglia delle Laminaceae, appartengono numerose specie, annuali e perenni. I loro usi sono alimentari, ornamentali ed erboristici. La Salvia officinalis, specie perenne di origine europea, è la pianta utilizzata in cucina come aroma. La coltivazione della Salvia è presente in tutti i Paesi con clima temperato ed ha un portamento cespuglioso. Il fusto è inizialmente di colore verde ma con l'età diventa legnoso, a sezione quadrata con molte ramificazioni. La pianta raggiunge un'altezza di un metro. Le sue foglie sono ovali e lanceolate, di un gradevole colore grigio-verde, con i bordi dentellati. La superficie superiore si presenta vellutata mentre quella inferiore è ruvida, con marcate venature. Le foglie contengono oli essenziali che danno alla Salvia il tipico ed apprezzato aroma. I fiori sono blu-violetti e la fioritura avviene in primavera.
Cespuglio di Salvia officinalis

Erbe Aromatiche 240 Semi In 12 Varietà, Collezione 1, Più Piccola Guida Alla Coltivazione: Basilico Genovese, Salvia, Origano, Rosmarino, Prezzemolo, Timo, Erba Cipollina, Finocchio Selvatico, Menta, Lavanda, Camomilla, Valeriana

Prezzo: in offerta su Amazon a: 9€


Varietà di Salvia officinalis ed altre specie

Pianta di Salvia officinalis albiflora Tra le diverse varietà di Salvia officinalis abbiamo la S. officinalis albiflora, caratterizzata dai fiori bianchi e dall'ottima qualità come spezia. La S. officinalis purpurascens produce fiori rossi ed è meno indicata per uso culinario ma è migliore come virtù terapeutiche. La specie Salvia sclarea è dotata di foglie cuoriformi, i suoi fiori sono di colore azzurro-bianco e sbocciano all'inizio della stagione estiva. Questa pianta è da sempre utilizzata in profumeria e per aromatizzare vini. La Salvia dorisiana emana un aroma fruttato ed ha fiori color porpora. La Salvia rutilans ha un profumo simile all'ananas ed i fiori rossi. La Salvia greggii emana un dolce odore di pesca e produce fiori di colore rosso carminio più o meno intenso. Le ultime tre specie sono molto apprezzate come piante ornamentali.

  • coltivare salvia Nella coltivazione della salvia bisogna garantire sempre il giusto apporto idrico alla pianta. Specialmente nelle prime fasi di sviluppo, quando abbiamo acquistato la piantina e l'abbiamo travasata o ...
  • salvia officinalis fiori Il genere salvia comprende circa cinquecento specie, fra erbacee abustive o semiarbustive, tipiche delle regioni temperato-calde di tutto il globo terrestre. Indubbiamente la specie più diffusa è la s...
  • I fiori di mandorlo sono i primi a sbocciare in primavera, talvolta nel tardo inverno, e per questo simboleggiano la speranza, oltre che il ritorno in vita della natura ma, sfiorendo nell’arco di un b...
  • surfinia purple La surfinia è una petunia pendula. Appartiene al genere Petunia e alla famiglia delle Solanaceae. E’ un ibrido derivato dall’incrocio tra Petunia nyctaginiflora e Petunia violacea. La petunia è origin...

TERRICCIO EXTRA-FINE PER LA SEMINA E LA COLTIVAZIONE DEGLI ORTAGGI E DELLE PIANTE AROMATICHE CONF. DA 20 LITRI

Prezzo: in offerta su Amazon a: 14,9€


Coltivazione Salvia: esposizione, irrigazione, terreno e concimazione

Pianta di Salvia officinalis purpurascens La coltivazione della Salvia officinalis non presenta difficoltà, è rustica, ama il caldo e cresce bene con un'esposizione alla luce solare diretta ed una buona ventilazione. Non tollera il freddo e gli inverni troppo prolungati. Si può coltivare in casa anche se l'ideale è all'esterno ed in piena terra. La Salvia deve essere innaffiata moderatamente, lasciando asciugare accuratamente il terreno prima di ripetere l'operazione. È molto importante evitare i ristagni idrici, fatali per la pianta. Non teme la siccità ma soffre l'umidità ambientale. Il terreno ideale è leggermente calcareo e sabbioso oppure neutro, molto drenante. Sono invece molto dannosi i terreni acidi e pesanti. Si consiglia un concime liquido, ricco di azoto, diluito nell'acqua di irrigazione, ogni 2 settimane, dalla primavera all'estate. In autunno e in inverno occorre sospendere la concimazione.


Salvia coltivazione: Fioritura, potatura, moltiplicazione della Salvia

Pianta di Salvia rutilans La Salvia comincia a fiorire in primavera e prosegue per tutta l'estate. I suoi semi maturano ad agosto-settembre. Terminata la fioritura è bene effettuare la potatura, a livello del terreno, per stimolare la ricrescita, nel mese di novembre. La moltiplicazione della pianta si verifica per seme o per talea erbacea. La prima comprende la variabilità genetica e questo non dà la certezza che la nuova pianta sia identica a quella madre. Quindi se si desidera una pianta con le stesse precise caratteristiche, bisogna attuare la riproduzione per talea. La semina si esegue in primavera, in terriccio da tenere sempre umido ed all'ombra, fino alla germinazione. Le talee, di 8-10 cm, si prelevano a marzo-aprile o a giugno-luglio e si inseriscono in terriccio fertile più sabbia, tenuti costantemente umidi. Le piante staranno all'ombra fino all'apparizione dei germogli, indice che la talea ha radicato.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO