Semina piselli

Scelta della varietà per la semina dei piselli

La prima cosa da considerare se decidiamo di procedere con la semina dei piselli è la scelta della varietà. Dovremo valutare attentamente lo spazio a disposizione, l'esposizione e soprattutto il tipo di coltivazione che vogliamo fare. La prima classificazione può essere fatta in base allo sviluppo della pianta. Potremo dunque scegliere piselli rampicanti, che assicureremo ad una rete di sostegno facilmente reperibile nei negozi di giardinaggio. Oppure si potrà optare per i mezzarama, che crescono anche senza sostegni o soltanto con un bastoncino di appoggio, per un'altezza di poco più di un metro. L'alternativa sono i piselli nani, che crescono a piccolo cespuglio senza necessità di alcun sostegno. I piselli si suddividono inoltre tra quelli da sgranare e quelli da consumare interi. I piselli da sgranare possono essere con seme liscio oppure rugoso.
Semi di piselli

Fungo Box Natalizio: il Kit per Coltivare in Casa Funghi Ostrica (Commestibili e Buoni), dai Fondi del Caffè espresso. Il regalo più originale (e saporito) del natale 2017

Prezzo: in offerta su Amazon a: 12,95€


La semina dei piselli in pieno campo

Germogli di piselli I piselli possono essere seminati in Ottobre per ottenere un raccolto al termine dell'inverno nelle zone dell'Italia meridionale. Per le altre regioni è raccomandabile seminare nei mesi tra Febbraio e Giugno, anche a seconda della varietà che abbiamo scelto. Scaveremo delle piccole buchette e metteremo dentro il seme senza andare troppo in profondità. Le operazioni di semina, rispettando le antiche tradizioni, andrebbero fatte in luna crescente. tra le piantine lasceremo uno spazio di almeno 30cm e per la coltivazione su più file potremo operare ad almeno un metro di distanza lasciando lo spazio necessario per gli interventi manuali di cura. Appena effettuata la semina ricopriremo con altra terra e compatteremo delicatamente senza esagerare. Il terreno andrà leggermente bagnato e tenuto umido per favorire la crescita della piantina.

  • Vari tipi di piselli I piselli appartengono alla famiglia delle "papilionaceae", anche se le loro origini sono piuttosto incerte in quanto secondo alcuni studiosi derivano da una pianta che era utilizzata per il bestiame....
  • Un orto ad alta resa al metro quadrato può essere ottenuto anche dai principianti e in spazi di ragionevole dimensione coltivando pomodori, fagioli, fagiolini, piselli, zucchine e patate, la produzion...
  • foto terreno orto salve ho una piccolo giardino di circa 10 m² con terreno argilloso ed ho piantato in piccole quantità:Basilico , angurie , piselli , peperoni , cipolle , pomodori , prezzemolo , fagioli. Volevo sa...
  • Piselli I piselli sono tra i legumi di maggior diffusione e maggiormente presenti nella dieta italiana, in quanto costituiscono un alimento di grande potere nutrizionale ma allo stesso tempo dal bassissimo co...

Semi Batlle - Melanzana

Prezzo: in offerta su Amazon a: 8,82€


Terreno, annaffiatura e concimazione

Piselli coltivazione I piselli hanno bisogno di acqua per svilupparsi bene. Durante le stagioni in cui le precipitazioni sono abbondanti non dovrebbero essere necessari interventi supplementari. Nel periodo estivo, invece, è raccomandabile provvedere ad un apporto idrico costante. Il terreno dovrà risultare il più possibile sciolto e drenante, per assorbire sia le piogge che le irrigazioni. I ristagni idrici sono pericolosi e possono provocare pericolose patologie. Se il nostro orto è fertile non sarà necessario concimare e potrebbe bastare aggiungere in fase di preparazione del terreno un po' di compost naturale. Le leguminose sono perfette all'inizio delle rotazioni poiché, lasciando le radici nel terreno a coltivazione ultimata, si comportano come un fertilizzante naturale. Se il terreno lo richiede possiamo intervenire con un concime organico durante lo sviluppo della pianta, quando spuntano i primi fiori, per favorire lo sviluppo dei piselli.


Semina piselli: Esposizione, avversità, cure

Piselli raccolta I piselli coltivati per essere raccolti prima della stagione estiva possono essere collocati a tutto sole. Nel caso in cui le piante debbano affrontare estati notevolmente siccitose e torride, è meglio scegliere una posizione dove l'irraggiamento diretto non arriva per tutto il giorno. In questo modo cercheremo anche di evitare sbalzi idrici, all'occorrenza pacciamando con materiali naturali come le cortecce per consentire alla terra di trattenere meglio l'umidità. Come le altre piante di legumi anche il pisello può essere attaccato da patologie e afidi. Le larve di questi insetti si vanno ad inserire all'interno dei semi rovinandoli e bucandoli. Le varietà a crescita rapida sono più immuni da questi attacchi. Si possono combattere con prodotti specifici antiparassitari ma è meglio rimediare coprendo con dei teli durante la fioritura.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO