Patata - Solanum tuberosum

La Patata

La patata è un tubero che nasce in America centrale ma la sua coltivazione è diffusa in tutto il mondo, in particolar modo in Europa nelle zone della Polonia, Germania, Francia, Spagna e Repubblica Ceca. In Italia si cominciò a coltivare la patata nei primi anni dell’800, inizialmente nelle zone della Toscana e del Veneto, poi nell’Emilia-Romagna e infine nelle zone meridionali. Le radici della pianta della patata sono superficiali e presentano molte diramazioni; dalla parte inferiore del fusto si sviluppano gli stoloni che, aumentano le loro dimensioni, danno origine ai tuberi. Le foglie della patata sono formate da foglioline più piccole che possono avere diversi colori e dimensioni. I fiori hanno forma di campanula e si riuniscono a ombrella, sono ermafroditi. Alcune varietà di patata producono frutti, delle bacche carnose di forma più o meno rotonda che possono avere vari colori, al loro interno si trovano moltissimi semi.
Patate gialle

Dreamerd 2-Pack 7 Gallon Grow Borse / aerazione Tessuto Pentole / Borse Piantapatate con patta per coltivare ortaggi: patate, carote e cipolla

Prezzo: in offerta su Amazon a: 13,99€


Ambiente ed esposizione

Patate rosse

La patata preferisce climi temperato-freddi, dove la stagione invernale presenti temperature molto fredde e quella estiva sia molto breve e fresca. In Italia quindi le zone maggiormente adatte per la sua coltivazione sono quelle alpine, appenniniche e montane.


  • scarabei Piante e fiori sono frequentemente attaccati da parassiti e insetti che possono danneggiarle irrimediabilmente provocandone prima il deperimento e poi la morte. Molte specie vegetali arricchiscono in...
  • maggiolino1 Il maggiolino, da non confondere con l’omonimo insetto e con la mitica vettura della Volkswagen, è uno dei funghi più ricercati dagli appassionati di micologia. Si tratta di una specie commestibile e ...
  • Maggiolino insetto melolontha Il maggiolino insetto, nome scientifico Melolontha melolontha, è un coleottero polifago, e cioè capace di nutrirsi di sostanze diverse; considerato un parassita è diffuso particolarmente nell'Italia s...
  • Punteruolo rosso Il punteruolo rosso è un coleottero curculionide e possiede, in quanto tale, un prolungamento della testa chiamato rostro o proboscide, che negli esemplari maschili si manifesta coperto da una peluria...

Gardman 09118 Vaso per Patate, 2

Prezzo: in offerta su Amazon a: 11,99€


Terreno

Il terreno più adatto per la coltivazione della patata è leggero, ben drenato, ricco di sostanza organica e di silicio. Prima di essere seminato andrà vangato e lavorato molto bene.


Messa a dimora

Prima di procedere con la messa a dimora, il terreno va lavorato qualche mese prima e fertilizzato. Il periodo migliore per questa operazione va dalla fine della stagione invernale all’inizio di quella primaverile. Si dovrà praticare nel terreno di coltivazione un solco profondo circa trentacinque centimetri dove verrà introdotto del letame maturo. Finito lo scavo e la copertura dei solchi, il terreno dovrà essere arato.


Annaffiature

La patata necessita di un buon apporto di acqua ma, nello stesso tempo, teme molto i ristagni idrici, quindi si dovrà fare attenzione a non esagerare onde evitare la formazione di malattie fungine. Bisognerà dosare l’apporto di acqua anche in funzione al tipo di clima: nelle zone dove le temperature saranno più calde, la patata dovrà essere annaffiata maggiormente, mentre in quelle più fredde il bisogno di acqua sarà minore. Durante la fase d’ingrossamento dei tuberi, la patata dovrebbe avere sempre un terreno umido.


Concimazione

La patata necessita di concimazioni che le apportino gli elementi nutritivi necessari ad un corretto sviluppo come il potassio, il fosforo e l’azoto. Il primo garantisce una miglior qualità dei tuberi; il potassio andrà somministrato soprattutto durante le prime fasi si crescita della patata; l’azoto migliore quantità e qualità del raccolto.


Semina

Le patate vengono riprodotte e coltivate interrando i tuberi precedentemente raccolti; questa operazione, in genere, si effettua verso la fine dell’inverno e per tutta la primavera. Nel caso di tuberi di piccole dimensioni, essi andranno interrati per interno, in caso di dimensioni maggiori, andranno divisi in parti che dovranno presentare almeno due germogli. I tuberi andranno interrati ad una distanza di circa ottanta centimetri all’interno di un solco scavato precedentemente.


Fiori

I fiori della patata si presentano sottoforma di campana e sono ermafroditi; non tutti i tipi di patata presentano e sviluppano dei fiori, alcuni emettono boccioli che cadono prima di riuscire a sbocciare.


Malattie e parassiti

La patata è soggetta all’attacco di molte malattie e parassiti, di seguito spiegheremo di alcuni di questi.

I parassiti più pericolosi che possono attaccare la pianta della patata sono i nematodi, specialmente quello dorato che può arrivare a distruggere i tuberi sviluppati dalla pianta.

La peronospora è un fungo che prende di mira le foglie e i tuberi della pianta.

Ci sono poi malattie come la cancrena secca, la scabbia, la rogna nera.

La patata è attaccata in modo particolare da virus di diversi tipi che le possono provocare danni molto gravi.

Altri nemici di questa pianta possono essere il grillo talpa, gli afidi, il maggiolino ecc.


Varietà

Possiamo distinguere le molte varietà di patata in: patate a buccia gialla, a buccia rossa e novelle.

Le patate a buccia gialla si adattano in modo particolare ad essere cucinare al forno oppure lesse; in Italia le coltivazioni più diffuse sono: Monalisa, Primura, Agata, Arsy, Spunta.

Le patate a buccia rossa presentano una particolare polpa molto consistente e sono indicate soprattutto per la consumazione fritta. Tra le maggiori coltivazioni italiane possiamo citare: Asterix, Rubinia e Desireé.

Alcuni nomi di patate novelle, più piccole e tenere, possono essere: Nicola ed Aminca.


Curiosità

Quando la patata presenta un colore verde oppure dei germogli, non andrebbe mai mangiata in quanto possibilmente tossica.

La patata ha diverse proprietà tra cui quella disinfiammante, può aiutare molto chi soffre di emorroidi, il suo succo è un ottimo rimedio contro gastrite ed ulcera.

In caso di occhi gonfi ed affaticati, sarà utile posizionare su di essi una fetta di patata cruda.



Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO