5 Piante per la camera da letto

Le piante in camera

Le piante da interno godono sempre di più del nostro favore. La gamma è talmente ampia che è difficile riuscire a non trovarne che si adattino ai nostri ambienti per quanto riguarda aspetto estetico ed esigenze di luce e temperatura. È quindi molto facile inserirle in cucina, in salotto, negli androni e addirittura in bagno. Molti però non si fidano ancora ad introdurre un elemento verde in camera da letto: si ha ancora paura che l’anidride carbonica emessa durante la notte possa essere dannosa. Si tratta però di un vecchio pregiudizio: la quantità che viene rilasciata è in realtà davvero minima. Al contrario andrebbe presa in considerazione la capacità di alcune di filtrare l’aria, riducendo i pericolosi inquinanti derivanti dai solventi di molte vernici e dai materiali plastici. Eccone alcune!
piante camera da letto

YIHONG 2 pacchi luci a Batteria Filo di Rame 5 m 50 LED luci Decorative di Fata con Telecomando Timer per Albero di Natale Wedding Festival Party Camera da Letto Decorazione di Interni

Prezzo: in offerta su Amazon a: 14,29€


Dracaena marginata

dracena in camera da letto È la pianta perfetta per i fumatori: studi della NASA hanno infatti dimostrato che, oltre alla sua capacità di filtrare l’aria, è in grado di catturare e bloccare alcune sostanze derivate dal tabacco, particolarmente dannose per l’apparato respiratorio.

La dracaena è molto semplice da coltivare: vive bene in un ambiente mediamente luminoso, ma deve essere tenuta lontana dalla luce diretta. In appartamento raramente va incontro a problemi dovuti a basse temperature, perché comincia a subire danni solo quando si scende sotto i 12°C. Vuole terriccio leggero, irrigazioni regolari e nebulizzazione delle foglie.

I fusti e le forme slanciate la rendono adatta a diverse ambientazioni. Possiamo scegliere tra la forma base e le cultivar variegate, con sfumature dorate o rosate.


    Poltrona Sospesa Gypsy, Altalena Robusta e Resistente, Adatta per Interni ed Esterni, Appendibile, Lavorata a maglia, Corda in Cotone con Romantiche Frange, Portata 120 Kg

    Prezzo: in offerta su Amazon a: 49,9€


    Sansevieria

    Sansevieria Una delle più raccomandate per il miglioramento della qualità dell’aria in interni! Se a questo uniamo la sua estrema adattabilità troviamo davvero la pianta perfetta!

    Oltre a filtrare l’aria (sequestrando formaldeide, tricloroetilene e benzene) è una delle poche capaci di emettere durante la notte, insieme all’anidride carbonica, una buona quantità di ossigeno, contribuendo a migliorare la qualità del nostro sonno.

    Farla prosperare non è difficile: vuole ambiente luminoso (ma si accontenta anche dell’ ombra) e temperature tra i 18 e i 24°C. Il terriccio deve essere ben drenato; le irrigazioni sono richieste solo sporadicamente, per evitare che il substrato si asciughi completamente. Esteticamente è compatibile con tutti gli stili di arredamento: a noi scegliere tra la trifasciata e la cylindrica.


    Gardenia

    Gardenia La gardenia è utilizzata spesso come pianta da esterno, soprattutto nelle aree temperate del nostro paese. Con qualche accortezza è però possibile farla crescere bene anche in interni, ricavandone molti vantaggi. È capace di dare un tocco di classe ed eleganza alla nostra casa grazie alle bellissime foglie lucide e arrotondate. I fiori possono presentarsi per un lungo periodo dell’anno, incantandoci con il loro aspetto raffinato. Si rivela l’essenza ideale per la camera da letto: alcuni studi indicano che tenerla vicino al proprio giaciglio migliorerebbe la qualità del sonno. Il soave profumo emanato dai suoi petali pare abbia un effetto calmante simile a quello del Valium, ma senza i suoi effetti collaterali. Una vera risorsa per chi soffre di ansia o fa fatica ad addormentarsi.


    Edera

    Edera Un’altra pianta caldamente consigliata dalla Nasa per le sue qualità eccezionali di purificatore d’aria. Diverse ricerche indicano che la sua presenza è in grado di ridurre significativamente i sintomi legati all’asma e alle allergie, migliorando di conseguenza la qualità del sonno. Un esperimento condotto nel 2005 ha rilevato che grazie ad un’edera era possibile eliminare il 94% delle impurità e il 78% degli allergeni dall’aria di una stanza. Si tratta inoltre di una essenza estremamente semplice da coltivare ed adatta anche a collocazioni fredde o buie. In commercio si trovano moltissime varietà: le ideali per questo scopo sono a foglia piccola e crescita contenuta. Per esaltarne la bellezza inseriamola in un cestino da appendere: potremo così ammirare dal basso una elegante cascata verde!


    5 Piante per la camera da letto: Orchidee e bromelia

    Orchidee e bromelia Entrambe semplici da coltivare in ambienti tiepidi e ben esposti, ma lontano dalla luce diretta, sono tra le migliori per aumentare la qualità dell’aria. La maggior parte delle piante, quando il sole tramonta, comincia ad assorbire ossigeno, rilasciando anidride carbonica. A questa regola sfuggono queste due specie: sono capaci di continuare la loro azione benefica anche durante le ore notturne, favorendo il sonno e migliorando la composizione dell’aria. Sono poi in grado di catturare e sequestrare molte sostanze dannose. La manutenzione è semplice: richiedono solo un substrato drenante, irrigazioni regolari senza ristagni e un buona umidità ambientale (ricordiamoci di nebulizzarle di tanto in tanto). In cambio ci daranno la bellezza delle loro infiorescenze e una buona dose di benessere!


    Guarda il Video

    COMMENTI SULL' ARTICOLO