Garofano

Quanto irrigare la pianta di garofano

Il garofano è una pianta perenne molto diffusa in Europa, Asia e nord America. Sono piante che fioriscono dalla primavera fino all'autunno, periodo in cui necessitano di irrigazioni frequenti ed abbondanti. Durante la sua fase vegetativa è opportuno fare attenzione a non lasciare mai il terreno troppo asciutto. A seconda della temperatura il garofano necessita di innaffiature ogni tre quattro giorni, per diventare più frequenti nei periodi di caldo eccessivo. Una buona regola per evitare di bagnare eccessivamente la vostra pianta è quella di controllare con un dito lo stato del terreno. Se questo al tatto risulta essere umido vuol dire che l'arbusto non necessita di altra acqua, se invece risulta essere asciutto occorre irrigare la pianta.
Fiori garofano vaso

Makita B-14118 - Disco di copertura 4 chiodi di garofano (reversibile) 230X25.4 Mm

Prezzo: in offerta su Amazon a: 14,34€


Come prendersi cura del garofano

Garofano fiore Il garofano è una pianta di facile coltivazione, in quanto sopporta bene sia il caldo secco tipico delle estati mediterranee, sia il calcare contenuto nell'acqua delle innaffiature. Piantare il garofano è un'operazione da effettuare durante l'autunno, addirittura in inverno in caso di annate di caldo forte, mentre in caso di freddo rigido è opportuno attendere la primavera. Per coltivare quest'arbusto occorre dotarsi di una base mista di terreno, sabbia grossolana e terra vegetale per garantirgli un buon drenaggio. Prima di mettere in vaso la pianta è consigliabile porre sulla base uno strato di ghiaia per evitare un ristagno eccessivo dell'acqua, dopodiché si può procedere a riempire il contenitore con terreno misto a terra vegetale ed a piantare le radici del garofano.

  • Carta crespa di tutti i colori I fiori di carta crespa rappresentano un modo economico ed elegante per decorare e realizzare fiori dalle varie sfaccettature. Innanzitutto occorre procurarsi l'elemento principale: la carta crespa. ...
  • Piante garofani Fiore semplice, delicato nel profumo, ma resistente sia sulla pianta che dopo la raccolta, il garofano si presta ad essere coltivato anche dai principianti. La pianta non ha molte pretese, nemmeno rig...
  • foto colocasia La Colocasia è una pianta perenne sempreverde rizomatosa coltivata anche come pianta da appartamento oppure all’esterno sulle rive di un laghetto. Questa pianta trae la propria origine dalle regioni t...
  • vaso con kenzia. La Kenzia è una specie di pianta appartenente alla grande famiglia delle Palmae ed al genere Howea; essa è originaria delle zone tropicali boreali (vale a dire di paesi quali l’Australia e suoi confin...

Closer to Nature Art Fiore, 70 cm, chiodi di garofano, diversi fiori su un gambo, rosso bianco e scuro (6 pezzi)

Prezzo: in offerta su Amazon a: 32,26€


Indicazioni per fertilizzare la pianta di garofano

Fiori boccioli garofano Per avere sempre una pianta sana occorre fertilizzarla durante tutto il suo periodo vegetativo, in corrispondenza con le stagioni primaverili, estive ed autunnali. Il terreno del garofano deve essere concimato, da marzo a fine settembre, con un fertilizzante organico, minerale e ricco di potassio, specifico per piante da fiore. Se si decide di utilizzare una soluzione liquida, bisogna aggiungerla all'acqua d'irrigazione ogni quindici, venti giorni; se invece si acquista un concime granulare, bisogna aggiungerlo nel terreno ogni tre, quattro mesi. Anche se i fertilizzanti liquidi sono più veloci da somministrare, i fioristi consigliano di utilizzare soluzioni granulari che, svolgendo un'azione a lento rilascio delle sostanze, favoriscono una migliore distribuzione dei nutrienti nel terreno.


Garofano: Malattie e rimedi

Fiore pianta appartamento Il garofano necessita di essere esposto al sole per gran parte della giornata, cercando di tenerlo dietro una vetrata, per evitare i raggi diretti del sole che ne danneggiano fiori e foglie. Il garofano può essere soggetto all'attacco di vari tipi di funghi, di muffa grigia e di parassiti. Se la pianta viene colpita da funghi occorre recidere la parte danneggiata. Per le muffe grigie dopo aver eliminato le zone interessate dell'arbusto bisogna trattarlo con prodotti specifici antiparassitari. Per prevenire l'insorgenza delle muffe grigie è possibile utilizzare appositi spray a scopo preventivo. In caso di attacchi da parte di parassiti occorre vaporizzare abbondante acqua sulla chioma del garofano per far scivolare via i parassiti che si sono attaccati ai suoi fiori.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO