Pergolato

Caratteristiche principali

Il pergolato è un termine molto diffuso nel settore del giardinaggio con il quale si definisce elemento decorativo e strutturale dalle molteplici funzioni. Si tratta di uno spazio oppure di un vano di passaggio a forma di tunnel che consente di avere un'area ombreggiata riparata dai raggi del sole. Il pergolato è composto da alcuni pilastri di sostegno, dalle travi longitudinali e trasverse di copertura e dal tetto verde che valorizza e rende funzionale l'elemento. In genere questa struttura viene definita anche pergola, nome preso in prestito dal tardo latino. Nella maggior parte dei casi il pergolato ha una copertura curva o piana e si distingue per avere i lati aperti. Spesso risulta una vera e propria appendice o sporgenza dell'immobile, in quanto protegge dal sole una facciata del fabbricato, una terrazza oppure il patio.
Esempio pergolato verde

Blumfeldt Pantheon struttura gazebo pergolato autoportante da giardino (3 x 2,5 x 4 metri, fissaggio a pavimento con picchetti, struttura in alluminio)

Prezzo: in offerta su Amazon a: 579,99€
(Risparmi 40€)


Prima di costruire

Struttura pergolato giardino Quando si decide di mettere a punto un pergolato è necessario ottenere i permessi comunali necessari alla sua costruzione; le normative variano in base al comune perché ogni ente si è dotato di un proprio regolamento edilizio dove la struttura è definita in modo diverso. In particolare sono le caratteristiche tecniche dei pilastri a rendere necessaria l'erogazione dei permessi comunali. Se la struttura portante del pergolato è fissa, bisogna richiedere un permesso costruttivo al comune competente per territorio. Infatti in questo modo il pergolato è ancorato al suolo in maniera stabile e di conseguenza risulta una superficie accessoria sulla quale calcolare le imposte. In alcuni casi il regolamento edilizio può assimilare le membrane in PVC avvolgibili a involucri edilizi veri e propri: quindi bisogna considerare anche gli oneri di urbanizzazione.

  • Uno dei tanti usi del pergolato statico Un pergolato è generalmente una struttura fissa e per essere realizzata necessita innanzitutto di un progetto e di una autorizzazione comunale. Un pergolato ha molteplici utilizzi e sicuramente può r...
  • gazebo da esterno Il gazebo è una struttura che permette di coprire uno spazio esterno, solitamente utilizzato come zona pranzo ma potrebbe essere usata anche come area relax oppure, acquistando un gazebo pieghevole, c...
  • recinzione in legno La recinzione svolge un ruolo fondamentale che è quello di separare lo spazio privato da tutto il resto, è la delimitazione del perimetro di ciò che appartiene a una persona e che al di là del cancell...
  • cancello in ferro Quando si decide di recintare la propria abitazione, l'unico modo per lasciare un’apertura è installare un cancello. Oggi sul mercato ne esistono di diversi tipi. Solitamente il cancello si abbina a q...

Papillon - Gazebo Per Fissaggio A Muro In Acciaio Verniciato 300X400 Cm Minorca

Prezzo: in offerta su Amazon a: 153,59€


Soluzioni alternative

Pergola legno Il pergolato necessita di un permesso a costruire soltanto se i pilastri di sostegno sono ancorati al suolo e se la copertura è formata da spesse travi in legno che non sono amovibili facilmente. Anche la presenza di elementi in cemento è un fattore che determina la necessità di un permesso edilizio, però le modalità cambiano da comune a comune. In genere per un pergolato in legno che ombreggia una piccola superficie non sono richiesti permessi, tuttavia è possibile mettere a punto soluzioni alternative, ad esempio la tenda-pergolato. Si tratta di una struttura che consente di ovviare alle leggi urbanistiche vigenti, in quanto molto stabile ma amovibile. In questo modo si è protetti dalla pioggia e dai raggi del sole ed è possibile optare per modelli più robusti che non risentano di forti raffiche di vento.


Pergolato: Le piante usate per il tetto

Pergolato giardino verde La copertura del pergolato può essere realizzata con tante piante diverse: quella utilizzata per antonomasia è la vite, ma in genere sono diffuse tutte le specie rampicanti. Molto apprezzate sono le rose e il glicine, che consentono di mettere a punto una struttura decorativa basata sui profumi intensi e sui colori vivaci. Valide alternative sono l'edera e la buganvillea. La struttura può essere in acciaio zincato oppure in legno naturale trattato in modo che possa resistere agli agenti atmosferici. In genere hanno forme semplici e possono integrare la pietra per i pilastri, mentre le travi sono in legno grezzo di castagno. Se invece si vuole realizzare una struttura più elegante si possono avere pareti semichiuse formate da pertiche di frassino e castagno flessibili e intrecciate, coperte da piante occludenti.



COMMENTI SULL' ARTICOLO