Proprietà alloro

vedi anche: alloro

Benefici alloro

L'alloro viene impiegato, in particolar modo, in campo culinario, dal momento che si può efficacemente aggiungere a diverse pietanze, con uno scopo essenzialmente aromatizzante.

Ad esempio, l'alloro si può inserire negli stufati, così come nelle minestre e nel pesce.

Ad ogni modo, questa pianta si caratterizza per avere anche notevoli proprietà benefiche che possono fare in modo di consigliare ancora più fortemente un suo impiego.

L'olio essenziale di alloro, infatti, risulta estremamente utile sai per quanto riguarda lo svolgimento di un'azione benefica sul sistema nervoso, ma anche per la cura di tutti quei dolori che si presentano a livello reumatico.

Inoltre, l'olio essenziale di alloro si dimostra piuttosto efficace ed utile anche per la cura di strappi muscolari e distorsioni.

In particolar modo, però, l'azione più importante dell'alloro è quella relativa all'apparato digerente: l'olio essenziale, infatti, si dimostra un vero e proprio toccasana per quanto riguarda lo stomaco, dal momento che è in grado di svolgere una fondamentale azione benefica che permette di migliorare la digestione, così come svolge un'azione riequilibrante, calmante e tonificante.

Senza entrare troppo nello specifico, possiamo evidenziare come l'olio essenziale di alloro riesce ad attuare un'azione tonificante sulle pareti dello stomaco e sopratutto svolge un'importante opera di protezione delle mucose gastriche.

proprietà alloro

Rosolio Artigianale di Alloro 50 cl

Prezzo: in offerta su Amazon a: 17,3€


Modalità d'impiego

proprietà alloro In primo luogo, bisogna evidenziare come l'olio essenziale di alloro venga impiegato da tantissimi secoli, al punto che anche Greci e Romani ne facevano largo uso.

Ad oggi, questo olio si può ottenere mediante il sistema della distillazione in corrente di vapore, che va a sfruttare principalmente le foglie e i rami migliori della pianta.

L'olio essenziale di alloro si caratterizza per essere in grado di svolgere numerose azione benefiche sull'organismo umano, come ad esempio riesce a garantire proprietà digestive, diuretiche, antidolorifiche e antisettiche.

In particolar modo, l'olio essenziale di alloro riesce ad avere una grande efficacia quando si tratta di contrastare stati influenzali, ma sopratutto raffreddori.

Proprio per questo motivo, ci sono diverse modalità d'uso che impiegano l'olio essenziale di alloro: tra queste, per importanza, il primo posto spetta sicuramente alla cura dei raffreddori.

Per poter curare adeguatamente i raffreddori, si può inserire all'interno di un recipiente colmo di acqua bollente circa dieci gocce di estratto di alloro: l'operazione successiva sarà quella di coprire la testa con un asciugamano ed iniziare a inspirare ed espirare il vapore per almeno due minuti consecutivi.

Dopo una pausa di altri due minuti, si potrà proseguire in tale sistema, fino al momento in cui l'acqua non sarà più calda e non emetterà più vapore.

L'infuso di alloro, invece si può preparare versando all'interno di un recipiente di acqua bollente almeno quindici grammi di foglie secche di alloro: dopo aver lasciato a riposa tale composto per almeno cinque minuti, si potrà provvedere all'assunzione, che non deve mai superare la dose di una tazza successivamente ad ogni pasto.

  • alloro L’alloro, il cui nome scientifico è “Laurus nobilis” è una pianta aromatica sempreverde che fa parte della famiglia delle Lauracee e si diffonde piuttosto facilmente in tutte quelle zone caratterizzat...
  • proprietà alloro L'alloro è una pianta rustica che era largamente impiegata anche tanti secoli fa ed ha la peculiarità di avere delle foglie caratterizzate da un tipico profumo ed un sapore unico, che le rende non esa...
  • liquore di alloro Il liquore all'alloro si caratterizza per essere una delle più diffuse bevande in tutto il Sud Italia.Ancora oggi, dopo decenni di produzione e di tradizioni, viene realizzato seguendo delle rigoros...
  • corone d'alloro La corona di alloro rappresentava un simbolo particolarmente importante nelle popolazioni antiche.Per gli antichi romani, la corona di alloro costituiva un ottimo ornamento a cui veniva frequentemen...

Natco foglie di alloro 2 x 50gm

Prezzo: in offerta su Amazon a: 13,14€


Ricette con alloro

Infuso alloro Si può facilmente realizzare un infuso sfruttando le foglie di alloro, dopo averle inserite all'interno di acqua distillata, dopo che è stata riscaldata fino ad ebollizione.

Le foglie devono essere pulite con un panno prima di poterle inserire in acqua: dopo il filtraggio si provvede all'aggiunta della vodka, del succo di limone e di un po' di zucchero.

Una volta preparato, il composto va fatto riposare per almeno due ore e poi servito fresco.


Proprietà aromatiche alloro

Le proprietà aromatiche che vengono associate alla pianta di alloro, sono garantite sopratutto dalla presenza al suo interno dell'olio essenziale.

La parte più importante della pianta di alloro, da questo punto di vista, è senza dubbio rappresentata dalle foglie (che presentano uno dei livelli di concentrazione di oli essenziali maggiore, compreso tra l'1 e il 3 percento); ovviamente anche all'interno dei rami più giovani e nelle bacche possiamo trovare buoni livelli di olio essenziale.

Gli elementi di prim'ordine all'interno dell'olio essenziale di alloro e che sono, tra l'altro, anche i responsabili della tipica fragranza aromatica che caratterizza questa pianta, sono i seguenti: cineolo, fellandrene, terpineolo, pinene, eugenolo e geraniolo.


Proprietà alloro: Raccolta e conservazione

lauro nobilis Le foglie della pianta di alloro si possono raccogliere lungo il corso di tutto l'anno, in pratica, nonostante ci sia una particolare preferenza per il compreso tra i mesi di luglio ed agosto, per il semplice fatto che in questo tempo le foglie presentano la più elevata concentrazione di proprietà aromatiche.

I frutti dell'alloro, invece, vengono raccolti nel corso della stagione autunnale, solamente dopo che sono giunti a completa maturazione.

Al contrario le foglie possono essere consumate anche fresche in cucina.

Per quanto riguarda l'operazione di essiccazione delle foglie, è necessario collocarle in un ambiente ombreggiato, bene ventilato, tenendo in considerazione il fatto che hanno una durata, una volta che sono state essiccate, di circa dodici mesi, dato che successivamente perdono il loro tipico aroma.



COMMENTI SULL' ARTICOLO