anice coltivazione

Caratteristiche

L'anice, che viene chiamata anche con il nome scientifico di Pimpinella anisum, corrisponde ad una pianta erbacea annuale e che rientra nell'ampia famiglia delle Ombrellifere.

Si tratta di una pianta che può vantare particolari caratteristiche: prima di tutto, per quanto riguarda l'altezza, va da un minimo di 30 ad un massimo di 50-55 centimetri; inoltre, presenta dei fiori dalla tipica colorazione bianca, la cui fioritura si svolge in coincidenza con l'arrivo della stagione estiva.

Il frutto dell'anice è caratterizzato dal fatto di avere una forma tipicamente ovale, mentre la colorazione è sul verde giallognolo: nel corso del periodo in cui il frutto giunge a maturazione, ha la peculiarità di assumere una colorazione più scura.

L'anice viene utilizzata fin dai tempi antichi: gli arabi, i greci, ma anche gli egizi facevano largo uso di questa pianta, la cui origine è proprio l'Oriente.

Di questa pianta vengono impiegati sopratutto i semi, la cui raccolta si svolge nel corso del mese di agosto.

All'interno della penisola italiana, la pianta di anice si sviluppa in modo spontaneo all'interno di luoghi che presentano un clima prettamente molto caldo e con poca umidità: certamente, l'area privilegiata per la crescita ottimale dell'anice è quella mediterranea.

anice coltivazione

PUKKA - Olio di Cocco Vergine da Coltivazione Biologica - Ottimo in Cucina e come Idratante per Pelle e Capelli

Prezzo: in offerta su Amazon a: 18,9€


Esposizione

anice coltivazione2 L'anice è una di quelle piante che, nella maggior parte dei casi, hanno bisogno di ricevere spesso i raggi del sole: ecco spiegata la ragione per cui è importante posizionarle in una zona battuta dal sole.

Proprio l'anice è una pianta che necessita di climi caldi e temperati per svilupparsi nel migliore dei modi, in particolar modo aree in cui le estati sono prolungate e le temperature sempre elevate.

Per quanto riguarda le annaffiature, la pianta di anice, spesso, riesce a crescere sfruttando unicamente le precipitazioni naturali, anche considerando il fatto che ama la siccità a tutti quei terreni estremamente bagnati.

Nel momento in cui la pianta di anice debba affrontare un periodo di siccità prolungata (o anche nel momento in cui venga coltivata in piantine che vengono messe a dimora in recipienti dalle dimensioni limitate), il suggerimento è quello di annaffiare questa specie in modo costante, ma saltuario, solamente nel caso in cui le condizioni facessero presagire un malessere dovuto alla mancanza d'acqua.


  • anice L’anice, il cui nome scientifico è “Pimpinella anisum”, fa parte della famiglia delle Ombrellifere ed è una pianta erbacea annuale, coltivata ormai da tanti secoli per via delle sue importanti proprie...
  • anice stellato L’anice stellato fa parte della famiglia delle Magnoliacee e viene chiamato comunemente anche con il nome di “anice cinese o badiana”.L’anice stellato, nonostante il nome, non fa parte della famigli...
  • anice verde L’anice verde è una pianta erbacea annuale che cresce spontaneamente nel bacino del Mediterraneo e, nel momento, in cui fiorisce, si caratterizza per avere dei fiori color porpora.Si tratta di una s...
  • anice3 L'anice è un'erba annuale, che può vantare una radice semplice, che da molti secoli ormai viene coltivata per via delle sue proprietà aromatiche e medicinali.Le foglie di questa pianta, che fa parte...

Il Kit Piante da Cocktail di Plant Theatre - 6 varietà da coltivare - Un fantastico regalo per gli amanti del giardinaggio che non disdegnano di farsi un bicchierino.

Prezzo: in offerta su Amazon a: 16,99€


Clima e terreno

L'anice è una pianta che cresce nel migliore dei modi all'interno di tutte quelle zone dal clima tipicamente temperato: infatti, tali condizioni climatiche permettono alla pianta di godere di temperature ideali che si aggirano tra i 15 e i 25 gradi centigradi.

Stiamo parlando di una pianta che sopporto anche temperature intorno allo zero, ma che mal tollera le gelate tardive.

L'anice si può considerare una di quelle piante che, per favorire un corretto sviluppo, hanno la necessità di crescere all'interno di terreni sciolti, con un impasto sostanzialmente medio e sempre con un buon livello di calcare e di argilla.

Terreni ideali per lo sviluppo dell'anice sono anche quelli che possono vantare un ottimo livello di drenaggio e hanno, al loro interno, buone quantità di sostanza organica.

Al contrario, i terreni umidi e compatti non sono certamente l'ideale per uno sviluppo ottimale della pianta di anice, dal momento che mal sopporto l'umidità e la formazione di ristagni idrici.

L'anice è una di quelle piante che presentano un'origine orientale, anche se attualmente vengono coltivate in gran parte all'interno di zone del vecchio continente, ma anche in Asia Minore e in Messico.

In Italia, l'anice viene coltivata, nella maggior parte dei casi, in aree specifiche come le regioni Toscana ed Emilia-Romagna, mentre lo sviluppo dell'anice avviene spontaneamente all'interno della Sicilia.


anice coltivazione: Crescita e riproduzione

La moltiplicazione dell'anice avviene tramite la semina, nel corso della tarda stagione primaverile: i mesi ideali per poter effettuare tale operazione sono aprile o maggio.

Vista la dimensioni particolarmente limitata dei semi di anice, è fondamentale coprire la terra in modo corretto, ovvero senza imprimere pesantezza o pressione, mentre il terreno che ospita la semina deve ricevere un'accurata ed attenta lavorazione.

I semi di anice si caratterizzano, inoltre, per la particolarità di cedere rapidamente la germinabilità: proprio per questo motivo è fondamentale che sia abbastanza freschi.

Dopo aver aspettato, come minimo, trenta giorni, si potrà notare la crescita dei primi germogli, dopodiché lo sviluppo sarà piuttosto costante e veloce.

Nel caso in cui la semina sia stata effettuata in maniera troppo concentrata, allora il suggerimento è quello di provare a sfoltire le piante, sopratutto nel caso in cui arrivino ad un'altezza pari a dieci centimetri.

Il consiglio, nella maggior parte dei casi, è quello di lasciar perdere i trapianti, dal momento che la pianta di anice non è in grado di sopportarli o, in ogni caso, non li tollera bene.

Il passo successivo (ed ultimo) sarà quello di provvedere alla sarchiatura del terreno: questa operazione è necessario per fare in modo di bloccare lo sviluppo delle malerbe. In alcuni casi, a seconda delle esigenze della pianta, si potrà provvedere ad una leggera e limitata irrigazione.


Guarda il Video
  • anice stellato pianta Questo sempreverde originario del bacino del Mediterraneo, si trova oramai quasi in ogni zona del mondo. Il nome botanic
    visita : anice stellato pianta
  • anice pianta Notoriamente conosciuta per il suo utilizzo in cucina per la realizzazione di dolci e liquori, l'anice è una pianta arom
    visita : anice pianta
  • pianta anice L’anice è una pianta aromatica estremamente diffusa nel nostro paese sebbene essa sia originaria di tutt’altra parte del
    visita : pianta anice

COMMENTI SULL' ARTICOLO