infuso di carciofo

come si prepara

Realizzare un infuso a base di foglie di carciofo non è certamente un'operazione complicata o che occupa tanto tempo.

La prima cosa da fare sarà quella di procurarci gli ingredienti necessari, quindi 25 cl di acqua e cinque grammi di foglie di carciofo, che si possono tranquillamente acquistare presso ogni erboristeria.

Successivamente, si dovrà far bollire l'acqua all'interno di un pentolino, per poi versarla all'interno di una tazza che contiene le foglie di carciofo: arrivati a questo punto dovremo solamente attendere che il composto si riposi per circa cinque minuti e poi possiamo passare alla fase di filtraggio, che si deve effettuare con un apposito strumento.

Terminata anche quest'ultima fase, avremo preparato il nostro infuso a base di foglie di carciofo, che si deve bere distante dai pasti: il dosaggio consigliato è quello di due o tre tazze al giorno.

Questo infuso avrà essenzialmente il compito di svolgere un'attività depurativa all'interno del nostro organismo.

infuso di carciofo

BADERs Cynarin Artischocke. Infuso Roiboos Cinarina Carciofo. Aumenta il benessere e stimola la digestione. Anche ideale per detox. Vegan. Senza gluten. Confezione risparmio: 2 x 20 bustine

Prezzo: in offerta su Amazon a: 11,8€
(Risparmi 2€)


effetti benefici

L'infuso di carciofo riesce ad essere particolarmente efficace sopratutto quando c'è da svolgere un'attività depurativa sull'intero organismo, ma anche per debellare la stipsi che si manifesta a livello intestinale.

Il carciofo, sopratutto per via della sua notevole quantità di cinarina, è in grado di assicurare anche lo svolgimento di un'attività prettamente lassativa, dato che funge da stimolante nei confronti della motilità intestinale.

Infatti, gli infusi di carciofo si possono bere anche quando c'è l'esigenza di diminuire il gonfiore che si può formare a livello addominale.

Il carciofo e , in modo particolare l'infuso che si può preparare con le sue foglie, riesce appunto a svolgere un'attività stimolante e disintossicante per il fegato, ma riesce anche a favorire una funzionalità intestinale migliore.

Proprio a questo proposito, non dobbiamo dimenticare che l'infuso di carciofo può rappresentare davvero un ottimo digestivo, da assumere sopratutto dopo quei pasti particolarmente abbondanti, che magari coincidono con le festività natalizie o pasquali, in cui spesso eccediamo con il cibo e ci troviamo estremamente appesantiti.

Nella maggior parte dei casi, si prepara un infuso a base di carciofo ed altre erbe, sopratutto tarassaco e cardo mariano, che permettono di rimuovere tutte quelle scorie che si trovano nell'organismo umano, svolgendo una fondamentale attività diuretica.

In alcuni casi, inoltre, si può aggiungere del rabarbaro, in maniera tale da poter vantare un'attività ancora più stimolante nei confronti dello stomaco; in altre situazioni, invece, si consiglia anche l'aggiunta della radice di liquirizia, che si dimostra sempre un efficace edulcorante.

  • Carciofi Il carciofo, nome comune per cynara carduncus scolymus, appartenente alla famiglia delle Composite, è una pianta la cui coltivazione richiede tempi abbastanza lunghi. Alla stregua dell'asparago, neces...
  • carciofo Il carciofo è una pianta perenne che si sviluppa, di solito, nelle zone mediterranee e che cresce spontaneamente in tutti quei luoghi caratterizzati da temperature particolarmente elevate.Fin dal qu...
  • tisane dimagranti Nella maggior parte dei casi, le tisane dimagranti devono essere consumate con dosaggi piuttosto ridotti e per un periodo di tempo abbastanza lungo.Le tisane si possono realizzare mediante infusione...
  • tisana carciofo La preparazione di una tisana depurativa a base di carciofo è davvero piuttosto semplice, anche se sarà necessario seguire correttamente pochi e semplici passi.Prima di tutto si dovranno portare ad...

Carciofo foglie per tisana o decotto - 100 g - Prodotto made in Italy

Prezzo: in offerta su Amazon a: 6,9€


ricette

Spesso abbiamo la necessità di contrastare in modo efficace il colesterolo alimentare: ovviamente in questi casi, la cosa più giusta da fare è quella di recarsi dal medico, in modo tale da concordare una dieta alimentare da seguire e rispettare rigorosamente.

In ogni caso, per cercare di limitare, quantomeno, i valori sballati di colesterolo, possiamo preparare certamente un ottimo infuso di carciofo, che aiuta a svolgere un'attività depurativa.

Gli ingredienti necessari sono i seguenti: stiamo parlando di venticinque grammi di foglie secche di carciofo e 120 ml di acqua.

Per quanto riguarda la preparazione, è necessario attenersi a pochi e semplici passaggi: facciamo bollire l'acqua, per poi spegnere il fuoco una volta giunta a temperatura di ebollizione: a questo punto provvediamo ad inserire le foglie essiccate di carciofo.

Una volta superata tale fase, provvediamo ad eseguire il filtraggio, in modo tale da eliminare qualsiasi tipo di rimanenza di foglie di carciofo all'interno del pentolino.

Lasciamo che il nostro infuso diventi piuttosto tiepido e poi ne possiamo bere fino ad un massimo di tre tazze al giorno, in modo tale da cercare di limitare i valori sballati di colesterolo: teniamo bene a mente, come si svolga solamente un'attività di tamponamento, che non risolverà mai il problema.

Per realizzare un buon infuso a base di carciofo che svolga un'attività prettamente digestiva, abbiamo bisogno anche di tarassaco e cardo mariano: si consiglia di acquistare queste erbe presso un'erboristeria, sopratutto con la garanzia che derivino da agricoltura biologica certificata.

La prima cosa da fare è quella di far bollire in un pentolino 200 ml di acqua, per poi spegnere la fiamma e aggiungere il miscuglio di erbe (comprese ovviamente le foglie di carciofo).

Lasciamo il composto in infusione per un periodo di almeno dieci minuti e poi possiamo effettuare l'operazione di filtraggio.

A questo punto possiamo decidere di rendere più dolce l'infuso, magari con l'aggiunta di un cucchiaio di miele.


infuso di carciofo: avvertenze

E' fondamentale evitare di esagerare con i dosaggi: infatti, un'assunzione eccessiva di infusi al carciofo può certamente creare disturbi e, in alcuni casi, sopratutto per tutti quei soggetti che hanno già una notevole predisposizione, si possono creare delle reazioni allergiche, che si manifestano anche in forma cutanea.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO