Olio di iperico

Caratteristiche

L'olio di iperico, che viene anche definito Olio di San Giovanni, è estremamente diffuso fin dall'antichità per via delle sue importanti proprietà che consentono di curare adeguatamente le scottature, ma è anche capace di svolgere un'azione lenitiva nei confronti di tutti i disturbi di natura articolare e così via.
olio di iperico

UNGUENTO ARNICA FORTE con iperico e wintergreen - 50 ml

Prezzo: in offerta su Amazon a: 13,5€


Estrazione

iperico Il passo, senza ombra di dubbio, fondamentale è quello che riguarda la raccolta dei fiori di iperico, che deve essere sempre fatta nel mese di giugno: si tratta di fiori che devono essere colti solamente su terreni abbastanza incolti e piuttosto distanti dal traffico stradale e dal relativo inquinamento.

La tecnica di raccolta migliore e che permette di preservare nel migliore dei modi tutte le principali proprietà dell'olio di iperico è indubbiamente quella che si svolge fiore per fiore, facendo sempre molta attenzione ad evitare di provocare danni alla pianta.

Nella maggior parte dei casi l'iperico viene poi impiegato fresco, ovviamente solo dopo un'attenta fase di preparazione, per farne un suo esterno.

Una valida alternativa è rappresentata dalla possibilità di essiccare i fiori di iperico in un luogo ombreggiato, per poi conservare l'olio di iperico all'interno di piccoli contenitori per farne un uso interno.


    Diffusore di fragranze LUNA Lampada Fragranza Profumo Ambiente Sala sauna Benessere con Pietre peridotitiche

    Prezzo: in offerta su Amazon a: 30,78€


    Preparazione

    olio di san giovanni L'olio di iperico si può tranquillamente preparare anche come ottimo rimedio casalingo: dopo aver raccolto le sommità fiorite nel momento di massima concentrazione dei principi attivi (ovvero in estate, sopratutto durante i giorni compresi tra il 21 e il 24 giugno).

    Una volta raccolte, dovranno essere inserite all'interno di un vaso di vetro trasparente, riempiendolo per circa tre quarti della sua capienza: a questo punto chiudiamo il contenitore ermeticamente, senza effettuare un'eccessiva pressione.

    Arrivati a questa fase, dovremo versare l'olio di oliva (in alcuni casi va benissimo anche l'olio di soia) all'interno del contenitore con le sommità fiorite: chiudiamo nuovamente ermeticamente il contenitore e lasciamo che riposi in un luogo soleggiato per almeno venti -trenta gironi.

    Si potrà facilmente notare come l'olio di iperico assuma, già dopo pochi giorni, una tipica colorazione rosso rubino.

    Ogni tanto si potrà capovolgere il vaso, in maniera tale che venga ulteriormente stimolata l'estrazione dei principi attivi.

    Una volta che finisce il periodo di esposizione ai raggi solari, possiamo ricavare l'olio filtrando il contenuto del vaso.

    Una volta preparato in questa maniera, l'olio di iperico si caratterizza per garantire le sue notevoli proprietà per un periodo di circa ventiquattro mesi, anche se si consiglia di rinnovare la preparazione anno dopo anno.


    Proprietà terapeutiche

    L'olio di iperico si può utilizzare direttamente su quelle piaghe che vengono provocate da delle ustioni: l'effetto di tale applicazione è principalmente quello di rimuovere ogni sorta di dolore in brevissimo tempo.

    Inoltre, l'applicazione dell'olio di iperico permette anche di aumentare la velocità di cicatrizzazione, anche nei casi più gravi.

    Nel caso in cui si debba affrontare un'ustione di primo grado, nella maggior parte dei casi, bastano due applicazioni di olio di iperico per avere risultati efficaci e totali.

    Nelle ustioni di secondo grado, l'olio di iperico riesce a bloccare la necrosi e il procedimento di essudazione, oltre a consentire una cicatrizzazione delle piaghe senza che possa esserci qualche contatto con i batteri.

    Per quanto riguarda, infine, le ustioni di terzo grado, dobbiamo sottolineare come l'olio di iperico riesce a sviluppare nel migliore dei modi le sue attività vasoprotettrici, garantendo una cicatrizzazione particolarmente rapida, senza alcun tipo di infezione o di raggrinzamento delle piaghe.


    Proprietà cosmetiche

    Quest'interessante olio si caratterizza per avere notevoli proprietà cosmetiche, dal momento che è in grado di svolgere un'attività lenitiva, emolliente e restitutiva, utile sopratutto per il trattamento di tutte quelle pelli che risultano eccessivamente screpolate, anche se va molto bene pure per curare le scottature.

    In alcune zone viene addirittura chiamato con il termine di “olio della casalinga”, dal momento che rappresenta un olio cosmetico di elezione per la cura sia della pelle che delle mani.

    Alla stregua di tutti gli altri oli cosmetici, anche l'olio di iperico deve essere acquistato, se possibile, puro, ovvero realizzato senza avvalersi di alcun tipo di sostanze chimiche: quest'olio puro, si caratterizza per avere una tipica colorazione rosso rubino.

    L'olio di iperico va molto bene anche per il trattamento di tutti quei piccoli tagli dovuto al ripido abbassamento delle temperature nel corso della stagione invernale.


    Olio di iperico: Utilizzo

    olio di iperico Nel caso in cui si debbano curare delle scottature particolarmente difficili da trattare, allora si consiglia di ungersi efficacemente le mani con l'olio di iperico, prima di andare a letto e poi dormire con un paio di guanti in cotone, in maniera tale da non disperdere l'olio.

    Si può utilizzare lo stesso trattamento per almeno due notti consecutive e rappresenta una valida integrazione all'impiego della crema anti scottature che si può utilizzare nel corso della giornata.


    Guarda il Video

    COMMENTI SULL' ARTICOLO