Olio massaggi

caratteristiche

Gli oli per i massaggi sono, senza ombra di dubbio, fondamentali per garantire il migliori risultato possibile a chi si sottopone a tale pratica.

Uno degli oli che vengono impiegati più di frequente è indubbiamente quello di mandorle dolci, che risulta uno dei principali oli essenziali per l'aromaterapia.

Inoltre, non dobbiamo dimenticare come l'olio di mandorle dolci utilizzato per i massaggi può essere spesso mischiato con delle gocce di alcuni oli essenziali, in maniera tale da ricavare un olio per i massaggi ancora più specifico e nutriente.

Una delle principali qualità dell'olio di mandorle dolci è indubbiamente quella di irrancidire con meno facilità in confronto a tanti altri oli che vengono utilizzati per i massaggi.

olio massaggi

Gel a base di Olio di Canapa per massaggi - Hemp Gel Annabis (300ml)

Prezzo: in offerta su Amazon a: 19,49€


preparazione

olio massaggi2 Gli oli che vengono utilizzati maggiormente per la cura del corpo e per eseguire dei massaggi terapeutici sono indubbiamente l'olio di mandorle dolci, l'olio di jojoba e l'olio di germe di grano: si tratta di una scelta che verte principalmente sulla loro grande disponibilità sul mercato, oltre che per la capacità di questi oli di adattarsi praticamente ad ogni tipologia di pelle.

Ad ogni modo, nulla vieta di integrare o impiegare altre soluzioni di oli base, come ad esempio avviene per l'olio di borragine o di sesamo.

Per quanto riguarda la preparazione di un olio per massaggi, si deve partire da 100 millilitri di olio base: all'interno di tale soluzione vanno versate, al massimo, sessanta gocce di oli essenziali.

Bisogna evidenziare, però, come nella maggior parte dei casi si tratta di un insieme di più oli essenziali (con una quantità notevolmente inferiore rispetto alle 60 gocce sopra indicate).

Certamente, mischiare più oli essenziali è una soluzione migliore, dal momento che consente di agire su un maggior numero di disturbi in contemporanea, ma anche per il semplice fatto che una quantità pari a sessanta gocce di un singolo olio potrebbero rappresentare anche un elemento tossico.

Ad ogni modo, è ormai appurato che 100 ml di olio da massaggio bastano per effettuare almeno quattro o cinque massaggi che si estendono per tutto il corpo, nonostante ogni persona possa aver bisogno di un quantitativo differente: un'altra variabile che si deve sempre tenere in considerazione è la capacità della pelle di assorbire l'olio da massaggio nel minor tempo possibile.

SI può anche scegliere di mischiare due oli per massaggio che vengono definiti di base, come ad esempio l'olio di jojoba e l'olio di germe di grano (sempre 50 ml e 50 ml per raggiungere la quota ideale di 100 ml) e poi versarvi al massimo sessanta gocce di oli essenziali.

    Chadamyi Himalaya Baby olio per massaggi 200 ml

    Prezzo: in offerta su Amazon a: 11,57€


    proprietà terapeutiche

    Non c'è un unico motivo per spiegare l'utilizzo dell'olio nel corso del massaggio: senza ombra di dubbio, in molti casi, viene considerato come una soluzione estremamente adeguata e ottimale per garantire il miglior risultato possibile al paziente che è in cura.

    Certamente l'olio consente al massaggiatore di spostarsi più facilmente e con leggerezza sul corpo del paziente, senza che si verifichi alcun tipo di attrito, che possa interrompere o, più che altro, limitare gli effetti del massaggio.

    Certamente un olio da massaggio è in grado di dare un maggior apporto alla pelle dal punto di vista nutriente: di fatto, il risultato è quello di avere una pelle estremamente più morbida e liscia, dando anche una sensazione rinnovata di benessere e relax.


    proprietà cosmetiche

    Gli oli per massaggi vengono indicati spesso all'interno delle palestre o dei centri benessere, così come nei centri estetici.

    Si possono trovare sia gli oli naturali che quelli che vengono spremuti a freddo: ovviamente in base agli oli che vengono scelti si potrà anche realizzare un differente scopo o andare a curare un particolare disturbo.

    Quindi, possiamo utilizzare gli oli da massaggio sia per effettuare un massaggio rilassante, drenante o stimolante.

    Possiamo trovare un'ampia vastità di oli essenziali in commercio, che vanno molto bene per effettuare dei comodi massaggi.


    Olio massaggi: utilizzo

    Nel caso in cui, ad esempio, si abbia la necessità di effettuare un massaggio ai piedi, dobbiamo certamente scegliere degli adeguati oli di base.

    Si tratta semplicemente di decidere quali oli di base possono abbinarsi nel migliore dei modi al massaggio che abbiamo intenzione di fare, con l'obiettivo di alleviare nel più breve tempo possibile il disturbo su cui si andrà ad agire.

    I piedi rappresentano una di quelle parti del corpo che ha frequentemente bisogno di essere massaggiata, sopratutto nel momento in cui si pratichino delle attività che impieghino con costanza e continuità i piedi.

    Per effettuare un massaggio con gli oli che faccia effetto, dobbiamo massaggiare i piedi per un periodo di almeno dieci minuti: ricorriamo all'impiego solamente di quegli oli essenziali che riteniamo particolarmente adatti per le proprie esigenze personali.

    Ad esempio, nel momento in cui soffriamo di insonnia, potremo sicuramente aggiungere dell'olio di lavanda, oppure andrà molto bene l'olio di rosmarino nel caso in cui si abbia l'esigenza di curare dei disturbi che colpiscono l'apparato circolatorio, magari aggiungendo l'olio essenziale di arancia o di geranio.


    Guarda il Video

    COMMENTI SULL' ARTICOLO