Olio essenziale origano

La pianta di origano

La pianta di origano è di tipo perenne e cresce spontaneamente. Appartiene alla famiglia europea delle lamiacee e si trova sopratutto nel bacino mediterraneo. Lo sviluppo di nuove tecniche di coltivazione ha permesso di esportarla in tutto il mondo. Nel periodo estivo la pianta raggiunge un'altezza di 30 centimetri. Il fusto è legnoso, mentre le foglie sono molto piccole e ovaleggianti, i fiori invece tendono al rosa e al viola e sono racchiusi in pannocchie. Sono molto belli, infatti il nome della pianta deriva dal termine greco "oros gamos" che si riferisce proprio ai germogli floreali. L'origano oltre ad insaporire i piatti, trova largo impiego nel settore terapeutico e l'olio essenziale di origano veniva impiegato dagli antichi Greci per curare alcune patologie legate all'apparato respiratorio.
La pianta di origano

Happy Vit polvere solubile per vitelli

Prezzo: in offerta su Amazon a: 116,04€


Caratteristiche e proprietà dell'olio essenziale di origano

Caratteristiche e proprietà dell'olio essenziale di origano L'olio essenziale di origano si presenta con un colore giallo chiaro simile a quello della birra, ma ha un sapore molto forte. L'odore è piuttosto speziato e pungente. La sua consistenza è liquida e non troppo oleosa. I primi studi su questo prezioso olio essenziale hanno riscontrato un'azione antimicotica per alcuni funghi che attaccano le vie respiratorie dell'uomo tra cui la specie Aspergillus flavus e Aspergillus niger, e quelli della specie Candida albicans. Grazie alla presenza di carvacolo e timolo, l'olio essenziale di origano viene impiegato anche nella cura della salmonella. A quest'azione antimicotica si accompagna quella antinfiammatoria e analgesica che secondo alcuni ricercatori è simile a quella dell'oppio. Importante è il suo effetto sedativo, che consente di placare i primi sintomi di stress e nervosismo.

    Shampoo Canapa e Argilla 200ml - Verdesativa

    Prezzo: in offerta su Amazon a: 9,39€


    Usi dell'olio essenziale di origano

    Usi dell'olio essenziale di origano L'olio essenziale di origano si può utilizzare sia internamente che esternamente. Diluendo l'olio con l'acqua o inserendo qualche goccia nelle tisane ha un sapore meno forte e può curare importanti affezioni a carico del cavo orale e dell'apparato gastrointestinale. Qualche goccia di olio essenziale può essere utilizzata per preparare dei suffimigi per liberare le vie respiratorie o delle soluzioni per curare cistiti e vaginiti. A livello topico si è mostrato efficace per la pulizia del viso e per la rimozione di punti neri e la cura dell'acne. In seguito ad allenamenti intensivi, qualche goccia nell'acqua calda del bagno, aiuta a rilassare i muscoli. Non essendo molto oleoso è ottimo per i massaggi rilassanti. Infine, bagnando un fazzoletto e ponendolo sulle tempie si ritroverà sollievo dal mal di testa. E' sconsigliato il suo utilizzo durante la gravidanza.


    Olio essenziale origano: Origano: curiosità

    Origano Prima di iniziare un trattamento terapeutico a base di olio essenziale di origano è indispensabile contattare il proprio medico curante. Pur essendo un validissimo rimedio naturale, dosi eccessive possono causare irritazioni. Il suo potere tossico è molto elevato, infatti viene utilizzato anche come repellente per le formiche e per altri parassiti. Qualche goccia frizionata sul cuoio capelluto dei bambini aiuta a sterminare i pidocchi, proteggendoli da future infezioni. Inoltre, le applicazioni sui capelli aiutano a rallentare la caduta stagionale. Ma la pianta di origano, simboleggia la "felicità eterna", ecco perché alcuni fiorai decidono di inserire dei piccoli rametti all'interno dei bouquet nuziali. Infine, un'ultima curiosità sull'origano riguarda la sua ottima capacità di combinarsi ad altri elementi naturali come la lavanda e il rosmarino. In campo cosmetico è alla base di molti prodotti dedicati alla cura maschile grazie ai poteri antibatterici.


    Guarda il Video

    COMMENTI SULL' ARTICOLO