Trattamento meli peri albicocchi

Domanda : Trattamento invernale meli, peri, albicocchi

Mi potete dare indicazioni su come trattare meli, peri, albicocchi, peschi e ciliegie. Da questo anno vorrei poter raccogliere e mangiare qualche frutto: il frutteto ne produce tanti, ma poi cadono a terra.

Grazie

martino

foto melo

Gir, Kit Di Far Crescere I Propri Luppolo Della Birra

Prezzo: in offerta su Amazon a: 15,68€
(Risparmi 0,07€)


Trattamento meli peri albicocchi: Risposta : Trattamento invernale meli, peri, albicocchi

Gentile Martino, grazie per aver contattato giardinaggio.net tramite la rubrica “Domande e risposte”. Una corretta coltivazione di piante da frutto come meli, peri, albicocchi e ciliegi inizia sicuramente dalla stagione invernale e dai trattamenti che vengono effettuati in questo periodo. La cosa principale da fare in questo periodo è proteggere le piante dal grande freddo evitando che queste subiscano danni legati all’abbassamento delle temperature. Il freddo del periodo invernale può provocare l’insorgere di malattie e di funghi pertanto consigliamo ogni anno, con l’arrivo dell’inverno, di spennellare sul tronco una soluzione a base di olio bianco e insetticida, senza esagerare con la concentrazione ma cercando di coprire tutto il tronco e tutta la superficie dei rami. Per evitare che il freddo e le gelate colpiscano gravemente le piante da frutto si consiglia inoltre di aspettare che sia terminato il periodo di freddo intenso e che sia minimo il rischio di gelate tardive. Il gelo infatti penetra nelle ferite causate dalla potatura e può uccidere la pianta facendo gelare e rompere i vasi linfatici della pianta. Infine all’inizio del periodo invernale può essere utile concimare il terreno del vostro frutteto con della sostanza organica che rilasci durante l’arco di tutto l’inverno delle sostanze nutritive di seguito assimilate dal terreno.

SET 3 PIANTE GRASSE VERE RARE vaso 10 coltivazione ESEMPLARI DA COLLEZIONE Produzione Viggianocactus

Prezzo: in offerta su Amazon a: 45€


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO