potatura di formazione

Potatura di formazione

La potatura è una tecnica colturale che serve a migliorare la forma e la produzione della pianta. Questo intervento di pratica sugli alberi da frutto e sulle piante ornamentali. Attraverso potature regolari e ben fatte, le piante si sviluppano più ordinatamente, garantendo anche una migliore produzione e una maggiore resistenza a parassiti e malattie. In base agli obiettivi e alle finalità che si intendono raggiungere, esistono diversi tipi di potatura. Quella che punta a migliorare la forma e il portamento della pianta si chiama potatura di formazione. Quella che serve a stimolare la produzione prende proprio il nome di potatura di produzione. Forse non tutti sanno che anche la potatura di formazione incide sulla futura produzione della pianta. La differenza tra una pratica e l’altra è nella tecnica e nell’epoca di effettuazione dell’intervento. La potatura di formazione, detta anche di allevamento, viene praticata nei primi due anni di vita della pianta. Questa scadenza vale sia per le piante ornamentali che per quelle da frutto. Nella fase di maturazione, la pianta si adatta facilmente alla forma impostata dal coltivatore, a patto che si rispetti il naturale andamento e la struttura dei rami.
potaturaformazione

Belle Vous SK5 Cesoie Ergonomiche per Potatura da Giardino in Acciaio-Lame Affilate perfette per tagliare Cespugli, Arbusti & Siepi

Prezzo: in offerta su Amazon a: 16€
(Risparmi 2€)


potatura di formazione: Come procedere

Durante la potatura di formazione si procede ad accorciare i rami che appaiono disordinati, troppo lunghi o che escono dalla chioma. Durante questa operazione si possono accorciare anche i rami che si incrociano tra loro e che impediscono la penetrazione della luce e del sole all’interno della chioma. Nelle piante ornamentali e talvolta anche in quelle da frutto, la potatura di formazione può servire a dare una determinata forma alla pianta. In questo caso, i tagli vanno eseguiti con movimenti che variano in base alla forma che si vuole creare: a cespuglio, ad ombrello, ad alberello e così via. Gli attrezzi per la potatura di formazione devono essere a lama curva. Gli interventi vanno praticati durante la fase di riposo vegetativo delle piante, meglio se a fine inverno, tra febbraio e marzo, facendo attenzione a non scegliere giornate troppo fredde o con presenza di forte gelo. Tra le piante che necessitano di una potatura di formazione ricordiamo l’olivo, il ciliegio, la vite e agli alberi di agrumi. La potatura di formazione viene praticata anche sulle piante ornamentali e nelle specie bonsai, dove questa tecnica si esprime davvero al massimo, poiché finalizzata a creare delle piante, o meglio, degli alberi in miniatura con forme davvero uniche ed originali. Negli alberi da frutto, invece, la potatura di formazione va effettuata tenendo conto della specie trattata. Nel ciliegio, ad esempio, non si pratica in inverno, ma tra la primavera e l’estate.


  • Un albero di arancio L'arancio (Citrus sinensis), originario dell'Estremo Oriente, è un albero che arriva anche a 12 metri d'altezza. È l'agrume più diffuso nel mondo e comprende moltissime varietà, alcune con frutto a po...

CONCIME LIQUIDO SPECIFICO PER LA COLTIVAZIONE DEI BONSAI IN CONFEZIONE DA 500 ML

Prezzo: in offerta su Amazon a: 10,75€



COMMENTI SULL' ARTICOLO