Lauro ceraso

Domanda : Lauro ceraso

Gentile Redazione,prima del gran freddo invernale (anche -14 gradi)ho piantato una decina di piante di lauro ceraso concimando con dello stallatico in un piccolo giardino,le piante ora che siamo in prossimità della primavera presentano alcune foglie ingiallite alle estremità e con tentenza a seccare.Mi devo preoccupare?Potrebbe essere il gran freddo o l'errata innafiiatura o qualche altra causa.

Cordiali saluti

lauro ceraso

20 Piante Lauroceraso da giardino siepi siepe vaso 7 (20 vasi)

Prezzo: in offerta su Amazon a: 31,99€


Risposta : Lauro ceraso

Buongiorno Stefano e grazie per aver scritto nella rubrica delle risposte dell'esperto di giardinaggio.net . In inverni freddi come quello appena trascorso è normale all'inizio della primavera trovare delle foglie secche o delle piante in condizioni non proprio ottimali. Il Lauroceraso è una pianta sempreverde ideale per creare siepi in quanto è dotata di un ottimo effetto schermante.

Come altre piante sempreverdi anche il Lauroceraso continua l'attività vegetativa seppur molto ridotta anche in inverno ed è per questo che bisogna ricordarsi di annaffiare saltuariamente i laurocerasi coltivati in vaso.

Tuttavia se le foglie secche non sono molte non c'è da preoccuparsi in quanto sono delle seccature fisiologiche della pianta: anche le piante sempreverdi perdono parte delle loro foglie in inverno. Se non è successo nulla di più grave di qualche gelata, fra qualche mese il suo Lauroceraso sarà bello come prime.


  • siepe lauroceraso Tra le siepi sempreverdi più usate troviamo anche quelle di lauroceraso. Queste siepi sono alte, fitte e con un bel fogliame verde lucido. La loro resa estetica è merito dell’arbusto con cui vengono r...

Lauroceraso Laurocerasus Pianta in vaso di Lauroceraso Laurocerasus - 10 Piante in vaso 7x7

Prezzo: in offerta su Amazon a: 22,9€



  • lauroceraso Il lauroceraso è un arbusto, o piccolo albero, originario dell’Asia e dell’Europa, molto diffuso nei giardini italiani;
    visita : lauroceraso

COMMENTI SULL' ARTICOLO