Peonia

vedi anche: Peonia

Irrigare peonia

La peonia necessita di un terreno leggermente bagnato, per cui le annaffiature devono essere moderate anche se regolari, in particolare durante l'estate; è importante evitare i ristagni idrici, i quali possono causare marciumi. Se la pianta viene coltivata in giardino, bisogna praticare l'irrigazione sulla base dell'andamento delle precipitazioni, ed intervenire quando il suolo si presenta asciutto; se, invece, è coltivata in vaso, le annaffiature dovranno essere più costanti, ogni quindici giorni circa. È importante utilizzare acqua povera di calcare, preferibilmente quella piovana o quella demineralizzata. La pianta teme un'umidità eccessiva, quindi si consiglia di non collocarla in stanze in cui sono presenti termosifoni dotati di umidificatori, per non andare incontro a danni alle radici o malattie fungine.
Peonia in giardino

Semi Batlle – Bulbo peonia

Prezzo: in offerta su Amazon a: 11,85€


Come coltivare e curare la peonia

Peonia fiori Il terreno ideale per la coltivazione di questa pianta è ben drenato, con ph neutro o lievemente acido: il terriccio deve essere amalgamato con torba e ricco di humus. Le specie erbacee vanno piantate più in superficie rispetto a quelle arbustive, le prime ricoperte con 3-4 centimetri di terra, le seconde con circa 12-13 centimetri. Nel caso in cui la coltivazione avvenga in vaso, il rinvaso deve essere realizzato con attenzione, in quanto la peonia tende a risentire di simili operazioni, ed ovviamente in un contenitore più grande del precedente; in giardino, invece, e solo per le specie arbustive, si pratica la rincalzatura, per rafforzare la pianta quando crescono le radici. È fondamentale eseguire la potatura soltanto per eliminare fiori secchi o parti malate, sempre con strumenti puliti e disinfettati.

  • paeonia claire de lune La peonia è una pianta di antichissime origini ed apprezzata già da molti secoli .Essa appartiene alla grande famiglia delle Ranucolaceae . La peonia era già conosciuta presso gli antichi greci che ...
  • fiore di peonia rosa Il fiore della peonia è tra i più venerati in Oriente da migliaia di anni come portatore di fortuna e di un matrimonio felice. Appariscente, lussureggiante, elegante incarna amore e affetto, prosperit...
  • peonia Nel nome peonia rientrano specie erbacee perenni ed arbusti che presentano foglie caduche, con caratteristici fiori molto colorati e profumati. I fiori della peonia sono molto belli ma soprattutto del...
  • peonia Le peonie sono piante molto decorative e ampiamente usate sia nelle composizioni floreali che nella decorazione di giardini ed aiuole. Si tratta di piante semplici da coltivare e con pochissime necess...

Doppia Semi Luce dell'albero peonia, 'nobile' semi di fiori Rare Peony albero pianta, 10 Semi / Batterie

Prezzo: in offerta su Amazon a: 7,93€


Come concimare

Fiori di peonia Si raccomandano, per la concimazione, prodotti a rilascio lento adatti alle piante fiorite, da somministrare in forma liquida insieme all'acqua delle annaffiature; l'operazione, in genere, si effettua due volte all'anno, in primavera e in autunno, oltre a quella portata a termine prima dell'impianto e volta alla preparazione del terreno. I fertilizzanti devono contenere i tre indispensabili macroelementi, ovvero l'azoto, il fosforo ed il potassio, insieme agli ugualmente importanti microelementi che determinano un corretto sviluppo dell'esemplare: tra questi vi sono il ferro, il manganese, il molibdeno ed il rame. Si possono adoperare anche concimi organici, preferibilmente in autunno, come il letame maturo e la cornunghia. Ad ogni modo, è da evitare una concimazione sovrabbondante, la quale potrebbe recare danni alla fioritura.


Peonia: Esposizione e malattie

peonie fiorite La peonia ha bisogno di un'esposizione soleggiata e di alcune ore giornaliere di luce solare diretta; in appartamento potrebbe essere necessaria una lampada in aggiunta all'illuminazione diurna. La temperatura ideale è di circa 22-23 °C, ma la pianta può sopportare anche temperature più basse, purché non vi siano venti eccessivamente forti. Tra le possibili malattie, la più frequente è l'anguillosi fogliare, provocata da nematodi che si cibano delle foglie e ne determinano il disseccamento, contro i quali sono necessari appositi antiparassitari; fastidiosa è anche la muffa grigia, malattia fungina curabile con prodotti anticrittogamici. Nocivi, inoltre, sono i maggiolini, insetti che distruggono le piante e che possono essere debellati con insetticidi specifici o con reti che, ricoprendo il terreno, bloccano le larve.



COMMENTI SULL' ARTICOLO