Azalea cura

vedi anche: azalea

Conoscere l'azalea: caratteristiche principali

Le azalee sono piante molto ricercate per la vivacità dei loro fiori; durante la fioritura, che avviene solitamente in primavera, questi arbusti arricchiscono i giardini e le terrazze che li ospitano, donando loro un aspetto ricco di fascino e di allegria. Crescono spontaneamente tra l'umidità dei boschi e in montagna, vicino a corsi d'acqua e zone d'ombra. L'azalea non richiede una cura particolare, ma soltanto che si rispetti il suo ciclo biologico, facendo attenzione alle condizioni climatiche e le caratteristiche del terreno. Il suo fusto possiede varie ramificazioni con foglie ovali di colore verde scuro; in commercio esistono varietà di piante con fiori dalla tonalità rosa, rossa o bianca, anche se negli ultimi tempi sono apparse piante con fiori lilla, azzurrini o bicolori, frutto di sapienti esperimenti di alcuni selezionatori.Fonte: wikipedia.org
Rhododendron

Verdemax 2499 Telo Ricambio per Serra 4 ripiani Azalea Big

Prezzo: in offerta su Amazon a: 24,9€


Annaffiatura e scelta terriccio

Sottovaso con strato di ghiaia La prima regola da rispettare, per curare l'azalea, è creare un substrato di terreno con un ph piuttosto acido ( ph 5), ricco di sostanze organiche nutritive; attenzione a non scegliere un terriccio con un ph eccessivamente elevato, ciò causerebbe un ingiallimento repentino delle foglie, sintomo di clorosi della pianta. Le innaffiature vengono praticate con acqua non calcarea da marzo ad ottobre, di notte oppure al mattino presto, mai nelle ore più calde del giorno; evitare il formarsi di ristagni di acqua nel terreno per evitare il marciume radicale che impedirà il nutrimento regolare dell'azalea. Se la coltivazione viene fatta nei vasi, le operazioni di innaffiatura dovranno essere più frequenti rispetto a quelle del terreno tradizionale ed è consigliabile tenere i vasi su strati di ghiaia bagnata e nebulizzare con frequenza le chiome.Fonte: photobucket.com

  • Camelia Avete idea di quante possano essere le piante da giardino? Sicuramente moltissime e tutte molto interessanti e degne di considerazione ma noi ci limiteremo ad illustrarvene alcune come l’azalea, piant...
  • begonie Questa sezione è dedicata alle piante annuali, cioè quelle il cui ciclo vitale dura un anno oppure una o due stagioni. Parleremo, tra le altre, di alcune piante molto note che troviamo nei nostri parc...
  • erika All’interno di questa sezione parleremo delle piante perenni, cioè quelle che vivono più di due anni; queste piante arricchiscono i giardini di colori meravigliosi soprattutto nella stagione autunnale...
  • pianta In questa sezione parleremo delle numerose piante da appartamento, questi bellissimi esseri vegetali che decorano e rendono più belle ed allegre le case di tutti noi, danno un tocco di poesia, di spen...

SERRA DA GIARDINO TERRAZZO BALCONE 3 RIPIANI 129x69x49 cm

Prezzo: in offerta su Amazon a: 26,9€


Concimazione

Bellissima azalea concimata Prendersi cura di una azalea, vuol dire rispettare il suo ciclo biologico; per tale motivo è consigliabile concimarla ogni due settimane, durante il periodo che va da aprile a settembre e sospendere quando viene riportata all'interno. Il nutrimento ideale per questa pianta è il concime liquido (urea e solfati) fisiologicamente acido, che mantenga inalterato il ph del terriccio; è possibile organizzare un calendario delle fertilizzazioni, da stabilire in base ai periodi di vegetazione della pianta. In primavera, ad esempio, è utile concimare l'azalea con Azoto (Aurea e Azoto ammoniacale) per stimolare la sua ripresa vegetativa; durante il periodo della fioritura, in estate, somministrare del Potassio (non cloruro di potassio, per non danneggiarla), e a fine di settembre, usare concimi a lento effetto (Osmote e Nitroposka).Fonte: wikinoticia.com


Azalea cura: Parassiti e malattie dell'azalea

Carenza d'acqua (fiori e foglie scoloriti e avvizziti), ambienti caldi con poca umidità(macchie brune su foglie e fiori) possono essere un segno evidente di un malessere che può danneggiare seriamente la salute della pianta. Al manifestarsi dei primi sintomi, è bene agire prontamente, immergendo il vaso in acqua per qualche minuto e lasciare sgrondare bene; l'ambiente deve essere ben arieggiato e, possibilmente, trasferire la pianta fuori durante la notte al riparo dalle correnti d'aria. Il rischio maggiore è, invece, la presenza di parassiti: la Phytopthora cactorum (le foglie perdono lucentezza e avvizziscono) e il ragnetto rosso (foglie ingiallite con macchie scure); sarà consigliabile eliminare le parti colpite, nebulizzare la chioma e, se necessario, utilizzare un apposito insetticida.Fonte: gardenweb.com


Guarda il Video
  • azalea cura L'azalea non costituisce un genere a sé ma rientra nel genere dei rhododendron. Tale genere si divide in due gruppi: i r
    visita : azalea cura

COMMENTI SULL' ARTICOLO