Viburno

L'irrigazione del Viburno

L'arbusto proviene dal vecchio continente, oltre che dall'Asia e dall'America, e fa parte del raggruppamento tassonomico mediamente dimensionato delle Caprifoliaceae. Di varie grandezze e dimensioni, risulta particolarmente apprezzato per la sua infiorescenza variopinta, con tinte che svariano dal rosaceo al candido, e soprattutto per il portamento, che fa sì che venga sovente prescelta per la creazione e la realizzazione di pareti verdi all'interno di parchi e giardini. Questa pianta non presenta particolari necessità di essere bagnata, se non nel periodo vegetativo coincidente con la stagione calda. Solo in tale intervallo di tempo, difatti, andrà generosamente e costantemente annaffiata, quando il suolo si presenti asciutto e disseccato, mentre nella restante parte dell'anno occorrerà limitare le periodiche irrorazioni del Viburno allo stretto indispensabile.
Viburno pianta

Pianta Eugenia Myrtifolia, Vaso 24 Altezza 80/110cm

Prezzo: in offerta su Amazon a: 9€


Cura e coltivazione del Viburno

Viburno fiore Il Viburno trova la sua perfetta collocazione nel verde in ambiente esterno, ma talune varietà possono essere agevolmente sistemate in recipienti di discreta capienza. In entrambi i casi, abbisognerà di terreno rorido non particolarmente leggero e dotato di componenti organiche, con aggiunta di materiali sabbiosi che rendano efficiente il corretto drenaggio. Se posto in contenitore, l'arbusto non avrà specifiche necessità di essere rinvasato, a condizione ovviamente che cresca in maniera regolare e senza difficoltà. Viceversa, questa bella pianta potrà essere sottoposta con periodicità ad opere di potatura, al fine di modellarne la forma secondo l'alloggiamento scelto e, in ogni caso, per rimuovere le ramificazioni ormai invecchiate e lacere e le foglie ingiallite, possibile veicolo di patologie.

  • siepeviburnolucido Il viburnum lucidum non è altro che una cultivar del comunissimo viburnum tinus, diffuso, quest’ultimo, anche come spontaneo nella nostra penisola. La siepe di viburno è una valida alternativa a quel...
  • vischio Pianta dell'Europa , Asia temperata ed Africa boreale vivente allo stato di parassitismo necessario su peri , meli , susini , mandorli , pioppi , aceri , abeti , pini : nel nostro paese è estremamente...
  • bacche agrifoglio L'agrifoglio è una pianta appartenente al genere delle aquifoliaceae originario dell'Europa e nello specifico di tutto il bacino del mediterraneo .Questo arbusto che popola le nostre feste natalizie...
  • pittosporo Una delle piante in assoluto più diffuse in italia è sicuramente il pittosporo . Usato principalmente per l'abbellimento dei giardini esso non ha particolari necessità per ciò che riguarda le cure ....

ASTONISH Pacchetto semi: 100 Semi cisto (Helianthemum mutabile Mix)

Prezzo: in offerta su Amazon a: 7,99€


Fertilizzazione e concimazione del Viburno

Il Viburno in fiore Anche per quel che concerne la fertilizzazione, questo tipico arbustivo non presenta particolari ostacoli o difficoltà.Certamente avrà bisogno di buona e regolare concimazione al fine di assumere i giusti nutrienti necessari, con talune differenze in base alla stagione climatica in corso. Durante le stagioni primaverile ed estiva andrà periodicamente fertilizzato, mediamente ogni 20 giorni, mentre con i rigori del freddo l'opera andrà limitata o addirittura interrotta. Potranno essere utilizzati, specie in autunno, fertilizzanti di natura solida, caratterizzati dal rilascio progressivo e graduale, oppure più appropriatamente a natura liquida, disciolti nell'acqua di annaffiamento. E' consigliabile l'utilizzo di un concime peculiare per piante da fiore, a significativa prevalenza di azoto e potassio.


Esposizione e possibili malattie

Aiuola La pianta arbustiva, alloggiata in parco piuttosto che in terrazze e balconi, apprezzerà un habitat sensibilmente illuminato ed assolato, anche con esposizione diretta ai raggi del sole, ma non disdegnerà sistemazioni in luoghi moderatamente ombrosi, purché riparati da flussi d'aria e correnti. Forte e resiliente, non temerà neppure condizioni climatiche avverse, persino con temperature inferiori allo 0 C°. La pianta, infine, potrà essere soggetta ad insidie di vari insetti e parassiti, come lo specifico afide nero e la cocciniglia. In tale situazione, occorrerà provvedere alla loro eliminazione, lavando l'arbusto con saponi e idonei detergenti oppure impiegando specifico insetticida. Rari, invece, risultano gli attacchi di muffe e marciumi, dovuti più che altro ad erronea esposizione della pianta.



Guarda il Video
  • viburno Il genere viburnum comprende circa duecento specie di arbusti di dimensioni varie, decidui o sempreverdi, originari dell
    visita : viburno

COMMENTI SULL' ARTICOLO