Cedrina

Come annaffiare

Il terreno per coltivare bene la cedrina dovrà essere quello sabbioso e drenato e le annaffiature abbondanti dovranno essere effettuate da maggio a ottobre. Saranno frequenti per mantenere il terreno sempre umido, mentre in inverno è meglio evitare irrigazioni esagerate. E' importante anche non provocare dei possibili e negativi ristagni d'acqua. Per scongiurare il fenomeno si deve cercare di preparare un terreno ben drenato in quanto i ristagni idrici producono sulle foglie un ingiallimento alquanto indesiderato. In generale quindi è bene non annaffiare spesso, ancor meglio se sporadicamente ogni 10 giorni circa. La cedrina si può coltivare sia nell’orto che nel giardino, ma anche in un vaso dalle dimensioni piuttosto grandi in quanto nel suo pieno sviluppo diventerà alta come un alberello. Se invece si decide di metterla a dimora nel terreno sarà necessario almeno un metro quadro di spazio.
Cedrina

LIPPIA CITRIODORA CEDRINA PIANTA CITRONELLA ANTI ZANZARE CONTRO LE ZANZARE

Prezzo: in offerta su Amazon a: 9,8€


Come coltivare

Fiori cedrina La cedrina si può coltivare in terra nei luoghi che hanno un clima mite, mentre in tutte le altre regioni è meglio coltivarla in vaso da mettere al riparo in inverno. La riproduzione della pianta avviene in luglio quando si possono prelevare delle talee dal fusto e dai rami. La talea ottenuta verrà poi posizionata in un composto formato da sabbia e torba, mentre le talee che hanno le radici si possono piantare il maggio dell'anno successivo. La cedrina si raccoglie in estate nel momento in cui la stessa è in piena fioritura, poi le foglie si fanno essiccare al fresco e in un posto ombreggiato. In seguito, le foglie medesime si possono conservare in contenitori di vetro anche per tre anni circa dato che il loro profumo non svanisce facilmente. La cedrina però non deve essere confusa con l'erba citronella.

  • melissa2 La melissa è una pianta erbacea perenne che cresce spontaneamente lungo le siepi, alla base dei muri e nei pressi di macerie. Viene anche coltivata in giardino. E’ diffusa in Europa meridionale e nel...
  • tisane melissa La Melissa è una pianta particolarmente diffusa ed apprezzata in ambito terapeutico, dal momento che presenta notevoli proprietà benefiche e viene impiegata sopratutto per il fatto di essere un ottimo...
  • Berberidopsis corallina Questo arbusto tipicamente rampicante è una di quelle piante di natura sempreverde che provengono da un paese dell'America Meridionale, ovvero il Cile.Nel momento in cui si sviluppa con tutte le con...
  • Primula veris fiorita La primula veris fa parte della famiglia delle primulaceae ed è una specie che cresce bene solamente all’aperto. Si tratta di una pianta erbacea di tipo rizomatoso e sempreverde. Cresce spontaneamente...

100 pezzi Riddex pianta semi Mosquito repellente antizanzare erba Buster Sweetgrass. Garden & Home Bonsai Plant. Indoor Plant

Prezzo: in offerta su Amazon a: 10,99€


Come concimare

Cespuglio melissa officinalis Per far crescere la cedrina al meglio è consigliato l'apporto di un concime completo da somministrare tra aprile e agosto. E' questo il periodo giusto per preparare la pianta al freddo invernale. Quindi bisogna effettuare la concimazione in un unico intervento usando un fertilizzante specifico con poco azoto e che si scioglie lentamente. La fioritura si svolgerà da giugno fino ad agosto e nei climi piuttosto miti si protrae anche in autunno. I suoi fiori saranno piccoli e violetti e raccolti in pannocchie nella parte superiore degli steli. Il frutto che la cedrina produce si presenta secco con piccoli semi neri. In caso di siccità, soprattutto in estate, la cedrina vede cadere le sue foglie; di conseguenza è bene irrigare dopo la concimazione per offrire alla pianta le sostanze nutritive necessarie.


Cedrina: Esposizione e malattie

Foglie melissa officinalis Per la cedrina è molto importante un terreno drenato perché i ristagni d'acqua provocano l'ingiallimento delle foglie. L'esposizione migliore per questa pianta è quella soleggiata e al riparo dai venti gelidi e dalle temperature più basse. Per questo motivo non è difficile trovare delle piante di cedrina contro un muro, magari a sud. Quando il clima poi diventa davvero rigido può essere spostata in luoghi più riparati o viene coperta con un telo. Nelle zone molto fredde è bene tenerla in contenitori da portare all'interno già dai primi giorni d'autunno oppure posizionare dei fogli plastificati tutto intorno alla pianta cercando di tenerli lontano dai rami. Nelle regioni calde invece la pianta può essere coltivata tranquillamente all'aperto. La cedrina non viene attaccata da parassiti e malattie particolari, ma se le estremità superiori delle foglie appassiscono vuol dire che la pianta sta soffrendo la siccità.


  • cedrina La cedrina, detta anche erba citrina o erba luigia, appartiene alla famiglia delle Verbenacee, al genere Lippia ed alla
    visita : cedrina

COMMENTI SULL' ARTICOLO