Gaura

Irrigazione della gaura

La Gaura, chiamata anche Fior di orchidea per i suoi fiori simili ad orchidee, è una pianta molto resistente che non necessita di tante cure. Ideale per chi ha poco tempo ma ha bisogno di abbellire il proprio giardino. È in grado di supportare periodi di siccità senza risentirne. Le sue innaffiature devono svolgersi regolarmente da marzo ad ottobre, prestando attenzione al ristagno idrico. Il terreno dev'essere sempre asciutto prima di procedere con l'annaffiatura. Nel caso in cui la pianta venga coltivata in vaso, sarà opportuno collocare sul fondo uno strato di argilla espansa, affinché assorba l'acqua in eccesso. La Gaura va posizionata all'esterno, in giardino, ma cercando di non collocarla a contatto diretto con i raggi solari, perché altrimenti produce meno fiori. Quindi collocate la vostra Gaura in un luogo luminoso o in penombra, ben riparato dal vento. È una pianta molto resistente, supporta anche inverni rigidi, durante i quali il rischio massimo è che la parte aerea della pianta si dissecchi, per poi riprendersi all'arrivo della primavera.
Gaura fiori bianchi

5 Pezzi Gaura Pianta in vaso di Gaura - 5 Piante in vaso 7x7

Prezzo: in offerta su Amazon a: 9€


Coltivazione della gaura

Gaura pianta giardino La Gaura è una pianta facile da coltivare, una volta messa a dimora in condizioni ottimali, difficilmente potrà darvi problemi. Bisogna collocarla in un terreno lavorato per l'occasione, che verrà alleggerito con della sabbia e arricchito con del terriccio, per garantire una crescita perfetta alla pianta. Può raggiungere anche i 70 cm di altezza, e sviluppa dei fiori bianchi o rosati con petali riflessi (ovvero rivolti verso il basso), per ben cinque mesi all'anno. La Gaura può essere potata in primavera con cesoie disinfettate e ben affilate. Si possono potare sia i rametti per ottenere una forma da cespuglio fitto, che i fusti troppo lunghi per snellire la forma della pianta. I fiori sfioriti vanno tagliati frequentemente in modo da favorire una più cospicua rifioritura, conferendo alla Gaura un aspetto più gradevole.

  • Gaura fiore La Gaura è un genere di piante Dicotiledoni che fa parte della famiglia delle Enoteracee. Vi appartengono 20-25 specie originarie delle regioni più calde dell'America settentrionale. Introdotte nella ...
  • erica carnea L’Erica è una pianta perenne sempreverde che ha origine nell’Europa occidentale e mediterranea ed in Africa, ha dei fiori molto belli che variano a seconda della specie, per questo spesso viene utiliz...
  • ardisia crenata bacche L’ardisia è un arbusto sempreverde originario della Cina e dell’India Orientale. Nelle zone di origine assomiglia ad un vero e proprio albero con foglie di colore verde piuttosto che crescono in modo...
  • centaurea La centaurea è un genere che comprende al suo interno più di trecento specie di piante erbacee annuali e perenni che provengono dal vecchio continente, ma anche dall'Asia e dall'America settentrionale...

40 Pezzi Gaura Pianta in vaso di Gaura - 40 Piante in vaso 7x7

Prezzo: in offerta su Amazon a: 72€


Concimazione della pianta

Gaura fiore La concimazione della Gaura va effettuata a partire dalla fine dell'inverno con un concime a lenta cessione per piante in fiore. Si deve diluire il concime nell'acqua per le innaffiature e nutrire così la pianta ogni 25 giorni circa. La Gaura resta in fiore per gran parte del tempo, per cui si smetterà di concimarla solamente d'autunno e in inverno. La Gaura è una pianta dalla moltiplicazione facile, a volte quasi incontrollata. Si può produrre la sua moltiplicazione per seme, in un semenzaio apposito, nel periodo di febbraio. Oppure si lascia che si moltiplichi a dimora per autosemina nel periodo di marzo-aprile. Infine, si può moltiplicare la Gaura anche per divisione dei cespi, nel periodo della primavera-autunno. Se si sceglie questa tecnica bisogna prestare molta attenzione nel momento della divisione dei cespi, perché se non si effettua correttamente l'operazione si rischia di rovinare le radici.


Gaura: Malattie e cure

Gaura lindheimeri pianta La Gaura non soffre di particolari patologie. Patisce il ristagno idrico, per cui bisogna prestare molta attenzione alle forniture d'acqua. Ma gli unici attacchi che teme la Gaura sono quelli degli afidi, comunemente denominati pidocchi delle piante. Gli afidi sono dei prolifici parassiti, insetti fitofagi, ovvero che si nutrono delle piante. Depongono sulla pianta un numero di uova veramente impressionante e, se non vengono fermati in tempo, rischiano di distruggerla. Per combattere questi insidiosi parassiti si consiglia un trattamento insetticida ad ampio spettro a base di piretro, diluito nell'acqua, e mai aereo, in modo da non danneggiare l'ambiente circostante sopprimendo insetti utili. Altrimenti è anche possibile ricorrere a tutta una serie di prodotti naturali preparati in casa, come antiparassitario all'ortica, all'aglio, ecc... Bisogna effettuare i trattamenti antiparassitari solamente se nel giardino non sono presenti fioriture, altrimenti si rischia di comprometterle.



COMMENTI SULL' ARTICOLO