Piretro

vedi anche: Piretro

Come e quando irrigare

La pianta di piretro ha particolari esigenze per ciò che riguarda l'innaffiatura. Nel momento in cui il piretro viene piantato o trapiantato, il terreno deve essere necessariamente umido. Nei mesi successivi all'impianto, sarà importante innaffiare la pianta con attenzione e costanza. Il terreno dovrà sempre essere umido, soprattutto in primavera e in estate. Allo stesso modo, però, bisognerà prestare attenzione a non favorire la creazione di ristagni d'acqua, che tendono a danneggiare notevolmente il piretro facendo marcire le radici. Per evitare questo spiacevole inconveniente, si potrà optare per l'utilizzo dell'argilla espansa oppure organizzare un piano di prevenzione dei ristagni idrici. Nel periodo invernale, invece, la pianta di piretro richiede meno cure, riuscendo a sopportare bene il clima freddo e gelido.
Cespuglio piretro foglie

Solabiol Piretro Actigreen Bio

Prezzo: in offerta su Amazon a: 18€


Come coltivare e prendersene cura

Pianta piretro fiore Il piretro è una pianta cespugliosa perenne, con foglie dai bordi frastagliati e fiori bianchi dall'aspetto simile a quello delle margherite. Si presenta con l'aspetto di un cespuglio e può arrivare a misurare fino a 50-60 centimetri di altezza. La coltivazione del piretro può avviarsi in due modi: piantando i semi oppure attraverso la divisione dei cespi. Nel primo caso, è consigliabile effettuare la semina nel mese di marzo, in un terreno umido costituito da torba e argilla espansa. La divisione dei cespi, invece, va eseguita in tarda primavera. Questa operazione va svolta dividendo una pianta adulta in piccole piantine, preferibilmente in una giornata non troppo calda, per evitare shock termici ai nuovi cespi. Per ciò che attiene al trapianto del piretro, è indispensabile far crescere le piantine in un vaso singolo e collocarle in piena terra solo quando sono grandi e forti.

  • erica carnea L’Erica è una pianta perenne sempreverde che ha origine nell’Europa occidentale e mediterranea ed in Africa, ha dei fiori molto belli che variano a seconda della specie, per questo spesso viene utiliz...
  • ardisia crenata bacche L’ardisia è un arbusto sempreverde originario della Cina e dell’India Orientale. Nelle zone di origine assomiglia ad un vero e proprio albero con foglie di colore verde piuttosto che crescono in modo...
  • centaurea La centaurea è un genere che comprende al suo interno più di trecento specie di piante erbacee annuali e perenni che provengono dal vecchio continente, ma anche dall'Asia e dall'America settentrionale...
  • helleborus niger Gli ellebori sono piante perenni rizomatose della famiglia delle ranuncolaceae. Ne esistono una trentina di specie, fra cui la più famosa è la rosa di Natale o Helleborus Niger. Originari dei paesi me...

Insetticida Copyr Kenyasafe Extra - 6 pezzi

Prezzo: in offerta su Amazon a: 44,9€


Consigli utili per la concimazione

Piantagione piretro La concimazione della pianta di piretro non presenta particolari difficoltà. Si può decidere di procedere in due modi diversi: concimando la pianta ogni quindici giorni oppure, preferibilmente, due volte all'anno. Nel primo caso, sarà utile servirsi di un concime liquido biologico che contenga borlanda. Nel secondo caso, invece, converrà concimare nei mesi che precedono la fioritura (intorno a marzo-aprile) e nei mesi che precedono le gelate invernali (circa settembre-ottobre). In queste occasioni, si potranno utilizzare concimi granulari a lento rilascio, da collocare alla base della pianta, oppure una dose di letame maturo. Al di fuori delle pratiche su citate, il piretro non richiede ulteriori attenzioni, essendo una pianta forte e robusta (qualità che la rendono ideale anche per i coltivatori più inesperti).


Piretro: Esposizione e possibili malattie

Essiccazione fiori Per ciò che riguarda l'esposizione, il piretro preferisce luoghi soleggiati ma cresce bene anche in penombra. In virtù della sua robustezza e della sua resistenza, sopporta molto bene sia le temperature rigide e le gelate dell'inverno, sia le temperature calde della stagione estiva. Essendo l'insetticida naturale per eccellenza, il piretro non è soggetto a malattie o attacchi di insetti e parassiti. L'unico rischio a cui è esposto deriva dal ristagno dell'acqua che comporta il marciume delle radici e la conseguente morte della pianta. Questo pericolo, però, può essere facilmente scongiurato seguendo i consigli inerenti all'irrigazione e alla concimazione che abbiamo visto poc'anzi. La nostra pianta di piretro può esserci utile, piuttosto, per allontanare zanzare, afidi, parassiti e piccoli ragni dalle altre piante. Sarà sufficiente raccogliere i fiori, farli essiccare in un luogo secco e ventilato, e sminuzzarli fino a raggiungere una consistenza polverosa.


  • piretro Il piretro è detto anche Tanacetum cinerarifolium o Chrysanthenum cineralifolium e si può confondere a causa delle sue f
    visita : piretro
  • piretro pianta Molto simile alla margherita, questa pianta viene usata sia per scopi decorativi che terapeutici. E’ una pianta perenne
    visita : piretro pianta

COMMENTI SULL' ARTICOLO