Arachidi pianta

Pianta di arachidi

La pianta delle arachidi è una erbacea annuale che appartiene alla famiglia delle Fabaceae che ha origine in Sud America. Il fusto della pianta ha portamento eretto ricoperto da una peluria con un'altezza massima che può raggiungere gli 80 centimetri. I fiori hanno una colorazione gialla con lievi venature rossastre. Il frutto si sviluppa in un legume che ha una lunghezza di circa 5 centimetri, ha una maturazione che si propaga sottoterra. Il frutto contiene da 1 a 4 semi. I semi dell'arachide sono generalmente mangiati dopo che abbiano subito una tostatura. I semi potrebbero anche essere impiegati per la preparazione di burro, per la realizzazione di creme spalmabili sia dolci sia salate, per i gelati, per i croccanti al caramello. Con i semi è inoltre possibile produrre olio di arachide.
Arachidi

TERRICCIO EXTRA-FINE PER LA SEMINA E LA COLTIVAZIONE DEGLI ORTAGGI E DELLE PIANTE AROMATICHE CONF. DA 20 LITRI

Prezzo: in offerta su Amazon a: 14,9€


Proprietà dei semi di arachide

Piante di arachidi I semi di arachide contengono pochi carboidrati e proteine, ma sono ricchi di grassi monoinsaturi, come l'acido oleico e polinsaturi, come l'acido linoleico, considerati però grassi essenziali, quindi non dannosi. Le arachidi sono ricche di vitamina E, di vitamina B, di fibre e di sali minerali come il fosforo, il potassio e il magnesio. Anche se possiedono poche proteine, le arachidi contengono alcuni amminoacidi essenziali per alcune funzioni biologiche, come l'arginina e l'acido aspartico. Per mantenere intatte le proprietà dei semi di arachide sarebbe opportuno consumarle non tostate e non salate, in modo da mantenere il livello di vitamine ed evitare di assumere troppo sodio. Le arachidi sono in grado di controllare il livello di colesterolo e possiedono proprietà lassative grazie all'alto contenuto di fibre.

  • erica carnea L’Erica è una pianta perenne sempreverde che ha origine nell’Europa occidentale e mediterranea ed in Africa, ha dei fiori molto belli che variano a seconda della specie, per questo spesso viene utiliz...
  • Acalifa L’Acalifa è una pianta erbacea perenne di tipo sempreverde che trae la propria origine dal sud-est asiatico fino alle isole del Pacifico dove il cilma è di tipo mediterraneo-tropicale. E’ una pianta c...
  • aucuba japonica variegata L’Aucuba è una pianta arbustiva sempreverde originaria del continente asiatico; attualmente è molto diffusa anche in America ed in Europa nelle zone dove il clima è temperato grazie alle sue foglie mo...
  • leucojum aestivum gravetye La campanella è una graziosa pianta erbacea appartenente al genere Leucojum. Questo genere non presenta molte specie, infatti ne conta circa 10-20 , tra cui le più note sono Leucojum aestivum, Leucoj...

Easy kit Orto per le Conserve - starter kit di semina per coltivare gli ortaggi da conserva - istruzioni online in tempo reale

Prezzo: in offerta su Amazon a: 14,49€


Coltivazione della pianta di arachidi

Semi di arachidi La pianta di arachidi potrebbe essere coltivata sia in piena terra sia in vaso. La posizione ideale per la coltivazione dovrebbe essere in un luogo soleggiato. L'arachide è in grado di resistere alle gelate autunnali e a primavere abbastanza fresche, però soffre particolarmente il freddo intenso, quindi nei mesi più freddi dovrebbe essere riposta in un luogo riparato. Per procedere con la semina potrebbe essere possibile utilizzare delle arachidi con guscio, ovviamente né sgusciate né tostate. Il terriccio dovrebbe essere particolarmente ricco di nutrienti, aggiungendo eventualmente del compost. Il terreno dovrebbe essere assolutamente ben drenato e molto morbido per consentire alla pianta di svilupparsi in maniera ottimale. Una volta seminate le arachidi si dovrebbero attendere circa 5 giorni per la germinazione.


Arachidi pianta: Cura delle arachidi

Arachidi tostate La pianta di arachidi dovrebbe essere innaffiata una volta a settimana, procedendo alla sera oppure alla mattina presto, evitando ovviamente che si possano instaurare pericolosi ristagni idrici. Le piantine non necessitano assolutamente di essere fertilizzate durante la crescita, il concime andrebbe aggiunto solamente prima della messa a dimora delle piante oppure prima della semina. Per riuscire a preservare le piantine dall'attacco da parte di malattie fungine, sarebbe opportuno provvedere a trattarle con dell'ortica in polvere o dell'equiseto. Una volta raccolte le arachidi sarebbe opportuno lasciarle asciugare all'aria per almeno 2 settimane prima di poterle riporre in un contenitore, in questo modo si potrebbero conservare per circa 3 mesi, in un contenitore sotto vuoto invece potrebbe essere possibile tenerle per un anno.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO