Semina ravanelli

vedi anche: Ravanelli

La semina e l'irrigazione

Per la semina ravanelli possiamo scegliere la coltivazione in vaso oppure in pieno campo. All'interno dei vasi sarà sufficiente dotarsi di un contenitore di almeno 30cm di profondità. Metteremo delle palline di argilla espansa sul fondo o dei sassolini, verificando che il vaso sia munito dei forellini per far fuoriuscire l'acqua in eccesso. In questo modo otterremo un contenitore con un ottimo drenaggio. Potremo collocarlo sia all'esterno che su un terrazzo. Al coperto dalle precipitazioni naturali dovremo irrigare più frequentemente. La terra non dovrà essere mai completamente asciutta. Si dovranno evitare anche i ristagni, senza esagerare con le annaffiature superflue. Un apporto idrico eccessivo potrebbe far crescere molto le foglie ma danneggiare il ravanello. Al contrario, far mancare l'acqua alle piantine significherebbe ottenere un prodotto piccante e poco interessante per l'uso culinario.
Semina file

Bio Green prodotti per coltura seminatrice Super Seeder

Prezzo: in offerta su Amazon a: 29,99€


Tecniche e cure

Ravanelli La semina dei ravanelli può essere fatta alla fine dell'inverno e continuando per tutta l'estate. Sarebbe meglio eccettuare i mesi torridi sospendendo le semine e riprendendole eventualmente in Settembre. Il problema principale della semina dei ravanelli è che quasi sicuramente ne distribuiremo troppi. Per evitare di esagerare potremo mischiare alla manciata di semi anche un po' si sabbia. Opereremo a spaglio, destinando un'area specifica dell'orto per la coltivazione dei ravanelli. Oppure potremo coltivarli a file parallele. In entrambi i casi i ravanelli hanno bisogno di almeno 5cm in tutte le direzioni per potersi sviluppare liberamente. Dopo pochi giorni dalla semina il ravanello spunterà dalla terra. Diraderemo le giovanissime piantine lasciando sviluppare solo quelle giustamente distanziate. Se necessario ripeteremo dopo alcuni giorni l'opera di diradamento.

  • Un orto ad alta resa al metro quadrato può essere ottenuto anche dai principianti e in spazi di ragionevole dimensione coltivando pomodori, fagioli, fagiolini, piselli, zucchine e patate, la produzion...
  • Cicoria pan di zucchero La cicoria è una pianta erbacea di tipo perenne presente in tutto il mondo che può arrivare ad un’altezza di un metro e mezzo. In Italia è molto diffusa ad esclusione delle zone tirreniche e meridiona...
  • Orto casalingo Il vento, la grandine, la pioggia, il freddo condizionano il rendimento dell'orto. Gli ortaggi invernali però sono resistenti alle situazioni proibitive tipiche della stagione, quando non si verifica...
  • Coltivazione di fave Il terreno adatto per coltivare le fave è poco fertile e argilloso, questo perchè le piante di fava fertilizzano la terra dove vengono collocate. Il periodo maggiormente indicato per seminare è l'aut...

2 robuste borse ad uso vaso da giardino, per piante di ortaggi, con manici e lembi apribili, adatte per piante di patate, carote, pomodori, cipolle e altro

Prezzo: in offerta su Amazon a: 11,8€


La semina ed il terreno

Ravanelli coltivazione Il terreno ideale per la semina dei ravanelli è leggero e ben drenato. Lo prepareremo con anticipo rispetto alla coltivazione. Zapperemo la terra energicamente, lavorandola almeno per 25cm di profondità. Elimineremo le zolle e cercheremo di rendere il substrato ospitale per la parte sotterranea del ravanello, che sarà poi quella che andremo a mangiare. All'occorrenza potremo aggiungere del terriccio universale. La concimazione potrà essere fatta con del letame ben maturo o del comunissimo compost. L'ideale sarebbe anticipare almeno di un paio di mesi i lavori di semina per consentire alla terra di assorbire completamente i nutrienti, senza che il ravanello possa entrare direttamente a contatto con le sostanze fertilizzanti. Durante la crescita non sarà più necessario intervenire con concimazioni supplementari.


Semina ravanelli: Esposizione e clima

Orto raccolto Il ravanello si adatta ad essere coltivato a tutte le latitudini, sia nelle zone costiere che in collina. Gradisce un'esposizione alla luce del sole, preferibilmente dove i raggi diretti arrivano per alcune ore della giornata. Tuttavia durante i periodi più caldi potrebbe essere meglio privilegiare la mezz'ombra, destinando magari una porzione di orto più sfavorevole alle verdure maggiormente esigenti in termini di temperature. Vista la crescita velocissima del ravanello è molto difficile che subisca attacchi patologici. Si sconsiglia l'utilizzo di antiparassitari e di prodotti chimici. Eventualmente si possono rimuovere i ravanelli che riteniamo danneggiati e cominciare una nuova coltivazione che in poco tempo sostituirà la precedente. L'unica raccomandazione è quella di verificare il buon drenaggio della terra. I marciumi che possono rovinare la radice vanno combattuti scegliendo il giusto terreno, dove non si creano pozzanghere nemmeno dopo precipitazioni atmosferiche intense.


Guarda il Video
  • semina ravanelli La semina dei ravanelli può essere iniziata con i primi giorni di primavera e protrarsi per tutto il corso dell'estate.
    visita : semina ravanelli

COMMENTI SULL' ARTICOLO