Cime di rapa

L'acqua richiesta

Le cime di rapa sono un ortaggio prettamente invernale. La semina può essere effettuata verso la fine dell'estate, mentre, se si opta per il trapianto di piantine già sviluppate, l'operazione può essere effettuata ad inizio autunno. In tal modo è possibile procedere con il raccolto durante l'inverno. Nonostante ciò, è possibile coltivare le cime di rapa anche durante l'estate, tuttavia sarà necessario prestare particolare attenzione alle situazioni di caldo eccessivo e bisognerà mantenere un livello di umidità del terreno molto elevata per mezzo di frequenti innaffiature. L'irrigazione può avvenire per mezzo di tubi a goccia, se la superficie da irrigare è molto estesa; in caso contrario sarà sufficiente bagnare, con un innaffiatoio, una bottiglia o un secchio il terreno attorno alla piantina.
Cime rapa irrigazione

GR 100 SEMI SEME CIMA DI RAPA MOLFETTESE 60 GIORNI CIMA GRANDE PUGLIESE PUGLIA

Prezzo: in offerta su Amazon a: 8,79€


La coltivazione

Cime rapa coltivazione vaso Il primo fondamentale passaggio è quello di scegliere il luogo dove sistemare la coltivazione. Il terreno deve essere esposto alla luce solare, se la coltivazione avviene durante l'autunno e l'inverno. Se, invece, si decide di effettuare la coltivazione delle cime di rapa durante l'estate, sarebbe opportuno scegliere un luogo in parte riparato dalla luce diretta del sole, almeno durante le ore più calde, così da evitare che le piante possano soffrire il caldo eccessivo. Inoltre si possono effettuare specifiche operazioni di diserbo. Una volta piantate le cime di rapa, occorrerà mantenere il terreno pulito da erbe infestanti, che possono essere eliminate per mezzo di una zappa. Nel caso in cui le erbe infestanti si trovino in prossimità della pianta è consigliabile estirparle manualmente, evitando l'uso della zappa poiché si potrebbero causare dei danni alle radici delle cime di rapa.

  • zucchina Questa sezione, crediamo, sarà utile un po’ per tutti: per chi ha la passione della coltivazione dell’orto ed è già abbastanza informato sulle operazioni da svolgere ma vuole apprenderne di nuove, per...
  • Cicoria pan di zucchero La cicoria è una pianta erbacea di tipo perenne presente in tutto il mondo che può arrivare ad un’altezza di un metro e mezzo. In Italia è molto diffusa ad esclusione delle zone tirreniche e meridiona...
  • piante da orto Un orto correttamente pianificato garantisce un adeguato spazio di crescita ad ogni coltura aumentandone la resa, riduce la mole di lavoro per il mantenimento necessario (anche per eliminare le erba...
  • Un orto ad alta resa al metro quadrato può essere ottenuto anche dai principianti e in spazi di ragionevole dimensione coltivando pomodori, fagioli, fagiolini, piselli, zucchine e patate, la produzion...

GR 75 SEMI SEME CIMA DI RAPA CIME DI NOCI CIMA GRANDE TRE STELLE PUGLIESE PUGLIA

Prezzo: in offerta su Amazon a: 8,49€


La concimazione

Concimazione terreno rape Un primo passaggio molto importante consiste nella preparazione del suolo. La terra deve essere lavorata e ingrassata per mezzo di letame o altro concime organico. Se si sceglie di utilizzare il letame, bisogna prestare particolare attenzione che questo sia ben maturo, altrimenti si potrebbero creare, in fase di coltivazione, dei danni alle radici delle piante. Assieme al letame è possibile utilizzare anche del compost. In fase di semina o trapianto delle cime di rapa, si può procedere alla concimazione del terreno per mezzo di specifici concimi minerali al fine di apportare utili elementi nutritivi alle piantine. Sarebbe preferibile utilizzare dei concimi a cessione modulata, in maniera tale da garantire un apporto di elementi nutritivi costante nel tempo. Durante la coltivazione può essere utile apportare piccole dosi di potassio e azoto per mezzo di specifici concimi per ortaggi.


Cime di rapa: Malattie e infestazioni

Infestazione foglia rapa Poiché le temperature dei periodi in cui si coltivano le cime di rapa sono relativamente basse, gli insetti sono poco presenti, e per tale motivo gli attacchi da parte di questi ultimi sono rari. Tuttavia, in caso di inverni poco freddi e particolarmente umidi, si potrebbero manifestare delle infestazioni di afidi, che possono essere debellati per mezzo di specifici prodotti antiparassitari. Un'altra problematica legata all'umdità è l'alternariosi, ovvero una malattia delle foglie causata dal fungo Alternaria. Per risolvere questo problema si può utilizzare il rame. Infine una seria minaccia è rappresentata dalle lumache che si cibano delle foglie più tenere. Questa situazione potrebbe compromettere la vita stessa delle piante nel caso in cui tale attacco avvenisse sulle piantine appena nate o trapiantate. Per tutelarsi contro questo pericolo sarà sufficiente utilizzare dei prodotti esca per lumache che permettono di allontanarle dalle piantine.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO