Croton

Croton

Il Croton è una pianta sempreverde, usata per addobbare gli appartamenti; ed è originaria dell’Asia. In particolare questa pianta viene dalle isole dell’oceano pacifico. L’arbusto presente delle foglie di grandi dimensioni; e lo potete trovare in ogni varietà di colore. Le sue foglie sono famose perché spesso vengono usate a scopo decorativo; inoltre la croton sviluppa molti fiori durante il periodo estivo; che è il migliore per la fioritura. La Croton è una pianta che può arrivare fino a 100 centimetri; ma esistono anche delle specie nane che raggiungono i trenta centimetri.
Un esempio di pianta di Croton da appartamento tenuta in un vaso

Closer to Nature Artificiale 4ft Croton - seta artificiale Impianti e Albero Gamma

Prezzo: in offerta su Amazon a: 100,29€
(Risparmi 1,09€)


Ambiente ed espozione

Un esempio di fiori che troviamo sulle piante di CrotonLe piante di Croton amano essere messe in posizioni luminose, ma questo non vuol dire che vanno messe costantemente al sole. Infatti esso può danneggiarle perché le Croton hanno bisogno di umidità. Ma allo stesso tempo non dovete assolutamente mettere la pianta in zone dove c’è un clima ventilato. In inverno sono piante che vanno coltivate in casa con una temperatura inferiore ai quindici gradi.

  • Camelia Avete idea di quante possano essere le piante da giardino? Sicuramente moltissime e tutte molto interessanti e degne di considerazione ma noi ci limiteremo ad illustrarvene alcune come l’azalea, piant...
  • begonie Questa sezione è dedicata alle piante annuali, cioè quelle il cui ciclo vitale dura un anno oppure una o due stagioni. Parleremo, tra le altre, di alcune piante molto note che troviamo nei nostri parc...
  • erika All’interno di questa sezione parleremo delle piante perenni, cioè quelle che vivono più di due anni; queste piante arricchiscono i giardini di colori meravigliosi soprattutto nella stagione autunnale...
  • pianta In questa sezione parleremo delle numerose piante da appartamento, questi bellissimi esseri vegetali che decorano e rendono più belle ed allegre le case di tutti noi, danno un tocco di poesia, di spen...

Orme Naturali Skin Energy Madre Croton Lechleri Flacone da 20 ml

Prezzo: in offerta su Amazon a: 15,69€


Terreno

Se avete intenzione di coltivare una piantina di Croton, dovete sapere che esse hanno bisogno prima di tutto di un terreno molto drenato, ricchi di materia organica e soffici. Inoltre esse vanno rinvasate ogni due, tre anni.


Messa a dimora e rinvaso

L’operazione di rinvaso, si effettua sempre a fine inverno; ma prima di farlo dovrete assicurarvi che le radici siano compresse per bene altrimenti dovrete aspettare la fine dell’inverno successivo.


Annaffiatura

Le annaffiature vanno fatte ogni settimana; ma non dovrete mai esagerare, perché ricordate che il terriccio deve essere sempre umido, ma mai inzuppato; dato che le radici ne soffrirebbero. Infatti dovete sapere che le irrigazioni sono ritenute molto importanti nella coltivazione del croton, perché questo tipo di pianta ha un apparato superficiale fibroso e , di conseguenza rischia seriamente di andare in asfissia in caso di troppa irrigazione. Invece se volete nebulizzare le foglie, dovete vaporizzarle almeno una volta al giorno, ed anche in questa occasione fate attenzione a non esagerare, invece nella stagione estiva basta prendere un po’ di ovatta bagnata e passarla sulle foglie.


Concimazione

Siccome il Croton risulta essere una pianta dallo sviluppo rapidissimo, dovrete apportare delle grandi doti di fertilizzante, soprattutto se vi trovate nel periodo che va dalla primavera all’estate. Il concime da utilizzare deve essere principalmente liquido e inoltre richiede di essere diluito ogni quindici giorni in primavera-estate ed invece solo due volte al mese in inverno. Quando utilizzate il concime dovete tener conto di una miscela tra Azoto , Fosforo e Potassio. Ma potrete anche utilizzare il Magnesio , il Ferro , il Manganese , il Rame , lo Zinco ,il Boro , il Molibdeno, essi sono tutti utili allo sviluppo e alla crescita della pianta di Croton. Per finire, dovete tenere conto di un’altra considerazione riguardo la concimazione di questa pianta, e cioè che se avete usato una miscela di terriccio ottimale e avrete rinvasato la pianta ogni due anni, la pianta crescerà ancora meglio e genererà da essa altre piantine di Croton.


Potatura

La cimatura del Croton va fatta all’inizio di ogni primavera, riguardo questa pianta non dovete fare altro che asportare degli apici vegetativi nel caso voi vorreste avere un genere di pianta molto più compatta, perché cresceranno dei rami molto più laterali. Invece se avete una pianta che ha pochissime foglie, in pratica rada, potrete fare una vera e propria potatura; ed in questo caso la pianta dovrà essere molto meno complessa. Anche in questo caso, l’operazione va fatta soltanto in primavera, o la massimo in estate; saltate completamente i periodi freddi e gelidi.


Riproduzione

Se volete moltiplicare la pianta di Croton, dovrete prendere dei rami, cha avranno raggiunto circa dieci centimetri di altezza. Se questo presenta anche un folto fogliame dovrete piantarla e far si che cresca sana e rigogliosa. Inoltre ci raccomandiamo di tagliare con oggetti molto affilati per evitare le sfilacciature. Infine quando fate questa operazione, dovete tener conto di pulire e disinfettare tutti gli oggetti che usate, altrimenti la pianta potrebbe ammalarsi.


Fioritura

Se volete che il vostro Croton fiorisca nella vostra casa; dovete sapere che questo evento è molto raro. Invece in natura essi sviluppano dei fiori a forma di pannocchia di un colore biancastro; essi escono quando il clima risulta essere temperato, quindi nel periodo primaverile – inizio estate.


Malattie e parassiti

Le malattie più frequenti nella pianta del Croton, sono la caduta delle foglie basali; questa attacca la piantina quando essa è affetta da continui sbalzi di temperatura. Pe porre rimedio a questo dovrete stare ben attenti a dove riporre la piantina. Un’altra malattia che colpisce il Croton porta alla perdita della screziatura da parte delle foglie, e questa è dovuta a quando la pianta riceve per un lungo periodo, una scarsa dose di illuminazione.



Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO